Lansdowne Road

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 53°20′06.02″N 6°13′45.13″W / 53.335006°N 6.229203°W53.335006; -6.229203

Lansdowne Road
Bóthar Lansdún
Leinster2006.jpg
Informazioni
Ubicazione Ballsbridge, Dublin 4 Dublin city coa.gif
Irlanda Irlanda
Inizio lavori 1871
Inaugurazione 1872
Chiusura 2006
Demolizione 2007
Costi di ricostr. 365 mln €
Mat. del terreno Erba
Proprietario IRFU (1872-2006)
Uso e beneficiari
Rugby Irlanda Irlanda (1971-2006)
IRFU (1872-2006)
Capienza
Posti a sedere 36.000 calcio - 49.000 rugby
 

Il Lansdowne Road di Dublino (Bóthar Lansdún in gaelico irlandese) è stato lo stadio nel quale giocavano abitualmente sia la nazionale di calcio irlandese che quella di rugby fino al 2006, anno della chiusura. Lo stadio poteva ospitare dai 36.000 (per il calcio) ai 49.000 (per il rugby) posti a sedere.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Costruito nel 1871 è il più antico stadio del mondo (la prima partita giocatavisi risale al 1878: Irlanda vs Inghilterra 0-7). Prende il nome dalla strada in cui si trova.

Divenuto dimora stabile della nazionale di rugby, dagli anni ottanta anche la nazionale di calcio cominciò ad abbandonare il vecchio insufficiente impianto e a giocare sempre più frequentemente, e alla fine stabilmente, le sue partite al Lansdowne Road. Nel 1999 e 2003 è diventato teatro delle finali di Heineken Cup, mentre dal 1990 i club di calcio irlandesi giocano la finale di FAI Cup nell'impianto. A volte è stato anche impiegato per eventi musicali, tra cui spiccano quelli di Michael Jackson, degli U2, Eagles e Oasis.

Lo stadio è stato abbattuto e ricostruito tra il 2007 e il 2010 per farne una struttura più moderna. Tale ristrutturazione, ormai necessaria da tempo, era stata rinviata principalmente per problemi logistici. L'unico impianto alternativo, infatti, è il Croke Park, lo stadio degli sport gaelici, sede della Gaelic Athletic Association (GAA).

La GAA infatti aveva sempre negato l'uso del Croke Park a causa della "Regola 42" del proprio regolamento, che vieta l'ospitalità negli impianti degli GAA agli sport “inglesi” come appunto il calcio e il rugby. L'approvazione di tale regola fu determinata dalla famosa domenica di sangue del 12 novembre 1920, quando, durante la gara tra Dublino e Tipperary, furono uccise 12 persone tra tifosi e giocatori per mano delle truppe inglesi, i Black and Tans (episodio ricordato anche nel film Michael Collins).

Chiuso nel 2006, l'impianto è stato demolito nel 2007 per far posto al nuovo stadio, che è stato nominato come Aviva Stadium per ragioni di sponsor.

Struttura[modifica | modifica sorgente]

Un treno DART passa dentro lo stadio

La principale caratteristica di questo stadio erano le tribune ancora in legno, come parte della struttura, e le curve (Terrace) senza posti a sedere, che venivano aperte solo in occasione delle partite di rugby, mentre rimanevano chiuse durante quelle della nazionale di calcio, a causa della notevole differenza di comportamento dei tifosi. Durante le partite di rugby, infatti, non solo viene concesso l'uso delle curve ma non vengono neanche divisi i tifosi ospiti da quelli di casa che seguono la partita l'uno di fianco all'altro.

Un altro elemento assai curioso è l'omonima fermata della metropolitana di Dublino DART: se qualcuno dicesse che l'impianto è ben collegato via ferro, nessuno immaginerebbe mai che in realtà i treni passano e si fermano all'interno della tribuna principale dello stadio.

Coppa del mondo di Rugby 1991[modifica | modifica sorgente]

Coppa del mondo di Rugby 1999[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]