Licenza UEFA Pro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
logo UEFA

La Licenza UEFA Pro è una licenza per allenatori rilasciata da UEFA (l'organo amministrativo, organizzativo e di controllo del calcio europeo). La Licenza UEFA Pro è la qualifica finale per gli allenatori che vogliono avere un profilo europeo oltre che nazionale; inoltre a questa licenza segue poi il completamento delle Licenze UEFA 'A' e 'B'.

La Licenza UEFA Pro è richiesta da chiunque desideri gestire su base permanente (con almeno 12 settimane di permanenza alla guida di un team) una squadra di calcio ai più alti livelli del proprio campionato nazionale. Questo vale anche per i team manager e tale licenza è necessaria per la partecipazione a manifestazioni come UEFA Champions League e UEFA Europa League.

A ogni allenatore correntemente alla guida di una squadra di alto livello in Europa è stato fissato per il 2010 un termine per l'acquisizione della Licenza UEFA Pro.

Corso[modifica | modifica sorgente]

Il corso dà la possibilità di visionare dei workshop che contengono argomenti inerenti alle pratiche fitness per la prevenzione degli infortuni dei giocatori. Ci sono tre livelli di progressione, ognuno incentrato su dettagli approfonditi. Dopo ogni sezione e modulo, i candidati sostengono un esame scritto contenente un certo numero di argomenti seguito da una sessione di allenamento controllato che deve essere condotto con successo. Manager di alto livello come Bobby Robson, Sir Alex Ferguson e Fabio Capello hanno contribuito con la propria esperienza alla formazione degli studenti nel corso degli anni.

Anche se la UEFA ha concesso una proroga, manager e allenatori delle squadre di calcio con obiettivo le competizioni UEFA avevano tempo fino al 2010 per acquisire la Licenza. Essa è stata introdotta a seguito di un accordo fra la Premier League, la Professional Footballers' Association (PFA) e la League Managers Association (LMA) nel 2000 per portare l'Inghilterra in linea con le normative UEFA. Nel 2003, il presidente della Premier League ha accettato di rendere obbligatoria la Licenza UEFA Pro tra i requisiti per la gestione ai massimi livelli dei vari team in Inghilterra.

Metodo di Qualifica[modifica | modifica sorgente]

Dopo un periodo di formazione, coloro che desiderano qualificarsi per la Pro-Licence hanno bisogno di sottoporsi a un anno di corso e formazione che prevede il conseguimento di circa 240 ore di studio tra apprendimento a distanza, apprendimento on-line e apprendimento tramite videoconferenze. Una volta completate con successo le 240 ore di studio, i candidati accedono a una settimana di studio presso l'Università di Warwick.

Eccezioni al regolamento[modifica | modifica sorgente]

Nel 2006 è stata concessa una proroga all'allenatore Glenn Roeder del Newcastle United di circa due settimane rispetto alle 12 settimane richieste per la licenza, in modo tale da permettere a Roeder di terminare la stagione nonostante non fosse in possesso del medesimo titolo. Roeder si era iscritto nel 2003 al corso di conseguimento della licenza Pro, ma per motivi di salute dovette abbandonare il corso senza completarlo. Nei primi giorni di maggio del 2006 Freddy Shepherd presidente del Newcastle United nominò Roeder come allenatore a tempo pieno della squadra. Shepherd chiese alla Football Association Premier League l'estensione del periodo di proroga per permettere il conseguimento della licenza Pro da parte dell'allenatore Roeder. La FA mise ai voti (a cui parteciparono tutti i club della Premier League) la richiesta del presidente Shepherd che, l'11 maggio 2006, annunciò la risposta positiva da parte di tutti i club che permisero a Roeder di entrare come nuovo manager subito dopo il conseguimento della licenza. Stessa situazione si ebbe nel Giugno 2006 al Middlesbrough per l'allenatore Gareth Southgate arrivato proprio nel 2006 alla finale di UEFA Europa League ma senza l'obbligatoria licenza. Ricordando il collega Roeder, Southgate dichiarò che avrebbè conseguito il titolo mancante il più presto possibile. Nel 2006 ebbe anch'egli una proroga per rimanere alla guida del Middlesbrough fino a fine stagione. Nel settembre 2007, venne nominato come allenatore del Chelsea Avram Grant. Dato il precedente ruolo di Direttore Sportivo del club, Grant era sprovvisto della licenza Pro ed ebbe bisogno di un'autorizzazione della FA per continuare il suo mandato alla guida del club nelle competizioni europee. Nel giugno 2008 il Blackburn Rovers nominò responsabile Paul Ince, con la UEFA che lo graziò permettendogli di assumere il ruolo di allenatore nonostante Ince non avesse né la licenza UEFA Pro, ne la minore licenza UEFA 'B', dandogli in seguito un periodo di 2 anni per ottenere le varie qualifiche necessarie.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]