Primiero San Martino di Castrozza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Primiero San Martino di Castrozza
comune
Primiero San Martino di Castrozza – Stemma
Primiero San Martino di Castrozza – Veduta
Vista della conca del Primiero con la pieve di Santa Maria Assunta in primo piano.
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
Provincia Trentino CoA.svg Trento
Amministrazione
Sindaco Daniele Depaoli (liste civiche) dal 9-5-2016
Data di istituzione 1º gennaio 2016
Territorio
Coordinate 46°10′37.56″N 11°49′47.28″E / 46.1771°N 11.8298°E46.1771; 11.8298 (Primiero San Martino di Castrozza)Coordinate: 46°10′37.56″N 11°49′47.28″E / 46.1771°N 11.8298°E46.1771; 11.8298 (Primiero San Martino di Castrozza)
Altitudine 710 m s.l.m.
Superficie 200,74[2] km²
Abitanti 5 400[3] (31-12-2016)
Densità 26,9 ab./km²
Frazioni Fiera di Primiero (sede comunale), Nolesca, Passo Rolle, Pieve, San Martino di Castrozza, Siror, Tonadico, Transacqua[1]
Comuni confinanti Canale d'Agordo (BL), Canal San Bovo, Cesiomaggiore (BL), Falcade (BL), Gosaldo (BL), Imer, Mezzano, Moena, Predazzo, Sagron Mis, Taibon Agordino (BL)
Altre informazioni
Cod. postale 38054
Prefisso 0439
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 022245
Cod. catastale M359
Targa TN
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti primierotti
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Primiero San Martino di Castrozza
Primiero San Martino di Castrozza
Primiero San Martino di Castrozza – Mappa
Posizione del comune di Primiero San Martino di Castrozza
nella provincia autonoma di Trento
Sito istituzionale

Primiero San Martino di Castrozza è un comune italiano di 5 407 abitanti[3] della provincia autonoma di Trento in Trentino-Alto Adige.

Comune sparso con sede a Fiera di Primiero, è stato istituito il 1º gennaio 2016 dalla fusione di Fiera di Primiero, Siror, Tonadico e Transacqua[4]. Con oltre 200 km² di superficie, è il comune più esteso del Trentino.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

I dati sono la somma degli abitanti censiti negli anni nei singoli comuni costituenti il nuovo comune.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Suddivisioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è suddiviso in cinque "municipi" (che possono comprendere più frazioni e località), corrispondenti ai quattro vecchi comuni più San Martino di Castrozza. Ciascun municipio è presieduto da un "comitato" composto da un pro-sindaco e da due consultori, votati tra gli elettori residenti in occasione delle stesse amministrative per l'elezione del consiglio comunale.

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il comune riconosce quali frazioni le seguenti località (tra parentesi è indicato il municipio di appartenenza).

  • Fiera di Primiero - Alla destra del Cismon poco oltre Transacqua.
  • Nolesca (Siror) - Borgata di 100 abitanti posta sulla destra del Cismon, poco a monte di Siror.
  • Passo Rolle (San Martino di Castrozza) - Valico a nord di San Martino che mette in comunicazione il Primiero con la val di Fiemme.
  • Pieve (Transacqua) - 540 abitanti[6], si trova alla destra del Cismon, in perfetta continuità con l'abitato di Fiera di Primiero: il vecchio confine comunale si snodava tra gli edifici passando di fronte all'antica pieve di Santa Maria Assunta, da cui trae il nome (ma che si trova nel municipio di Fiera). Dal punto di vista ecclesiastico, l'abitato fa parte della parrocchia di Fiera di Primiero, che ha sede nella suddetta chiesa. Il villaggio mantiene ancora la tipica struttura urbana, con le abitazioni addossate le une alle altre e divise da stretti vicoli (in dialetto canisèle). Tra gli esempi meglio conservati di architettura locale si cita casa Lenzi, con il pavimento in laste di pietra, il larìn (focolare) e le finestre strombate. Si aggiungono, affacciata al piazzale di fronte alla chiesa, due edifici dalle evidenti linee signorili[7].
  • San Martino di Castrozza - Il principale centro turistico del Primiero, verso la fine della valle del Cismon. Prima dell'istituzione dell'odierno comune, era suddiviso tra Siror (riva destra del torrente) e Tonadico (riva sinistra), costituendo un'exclave di quest'ultimo.
  • Siror - Alla sinistra del Cismon e a nord di Tonadico.
  • Tonadico - Alla destra del Canali, poco più a monte della sua confluenza nel Cismon.
  • Transacqua - Alla sinistra del Canali, poco più a Valle della confluenza nel Cismon e quasi di fronte a Fiera.

Altre località del territorio[modifica | modifica wikitesto]

Nello statuto comunale sono citate anche le seguenti località minori (tra parentesi è indicato il municipio di appartenenza).

  • Fol (Transacqua) - Sulla riva sinistra del Canali, di fronte a Tonadico. Il toponimo si riferisce a un impianto per la follatura della lana[7].
  • Forno (Transacqua) - Sempre sulla riva del Canali, ma poco più a sudovest di Fol.
  • Isolabella (Transacqua) - In corrispondenza della confluenza del Canali nel Cismon, presso il ponte che conduce a Fiera.
  • Navoi (Transacqua) - La zona ancora poco urbanizzata a sud di Transacqua.
  • Ormanico (Transacqua) - Borgo posto poco più a nord di Transacqua.
  • Passo Cereda (Tonadico) - Il valico (1369 m s.l.m.) che collega la val Canali alla valle del Mis.
  • Passo Valles (San Martino di Castrozza)
  • Sangrillà (Transacqua) - Una manciata di edifici localizzata alla destra del Cismon, accessibile solo attraversando Fiera di Primiero, in quanto situata appena a ponente di piazza Battisti.
  • Toè (Transacqua) - Poco a valle del passo Cereda, venendo da ovest.
  • Tressane (Tonadico) - Posta alla confluenza del torrente Canali nel torrente Cismon.
  • Val Canali (Tonadico) - La valle solcata dall'omonimo torrente che inizia da Tonadico e termina ai piedi del settore sudorientale delle Pale di San Martino.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1º gennaio 2016 8 maggio 2016 Paola Matonti Comm. pref. [8]
9 maggio 2016 in carica Daniele Depaoli Sindaco Liste civiche Uniti si può, Futuro comune e Nuove Prospettive[9]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Statuto (PDF), Comune di Primiero San Martino di Castrozza, p. 6. URL consultato il 28 gennaio 2016.
  2. ^ Fiera di Primiero 0.15 km², Siror 75.01 km², Tonadico 89.88 km², Transacqua 35.70 km²
  3. ^ a b http://demo.istat.it/bil2016/index.html
  4. ^ Istituzione del nuovo comune di Primiero San Martino di Castrozza mediante la fusione dei comuni di Fiera di Primiero, Siror, Tonadico e Transacqua (PDF), regione.taa.it, 24 luglio 2015. URL consultato il 20 dicembre 2015.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 01-01-2016.
  6. ^ Carta d'identità del Comune, Comune di Transacqua. URL consultato il 1º settembre 2012.
  7. ^ a b Luca Brunet, Manuela Crepaz, Antonella Faoro, "...pictor pinsit". Itinerari alla scoperta dei dipinti murali del Primiero - Transacqua e Fiera (PDF), Amministrazioni comunali di Transacqua e Fiera di Primiero, 1997, p. 5.
  8. ^ Nominati i commissari straordinari per i comuni nati dalle fusioni, ufficiostampa.provincia.tn.it, 30 dicembre 2015. URL consultato il 3 gennaio 2016.
  9. ^ Risultati delle elezioni comunali del 2016 a Primiero San Martino di Castrozza (PDF), regione.taa.it, 9 maggio 2016. URL consultato il 9 maggio2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Trentino-Alto Adige Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trentino-Alto Adige