Porte di Rendena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Porte di Rendena
comune
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
Provincia Trentino CoA.svg Trento
Amministrazione
Sindaco Enrico Pellegrini (lista civica) dal 09-05-2016
Data di istituzione 1º gennaio 2016
Territorio
Coordinate 46°05′N 10°43′E / 46.083333°N 10.716667°E46.083333; 10.716667 (Porte di Rendena)Coordinate: 46°05′N 10°43′E / 46.083333°N 10.716667°E46.083333; 10.716667 (Porte di Rendena)
Altitudine 608 m s.l.m.
Superficie 40,71[1] km²
Abitanti 1 815[2] (30-11-2016)
Densità 44,58 ab./km²
Frazioni Darè, Javrè, Verdesina, Vigo Rendena, Villa Rendena (sede comunale)
Comuni confinanti Pelugo, Sella Giudicarie, Tione di Trento, Tre Ville, Valdaone
Altre informazioni
Cod. postale 38094
Prefisso 0465
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 022244
Cod. catastale M358
Targa TN
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Porte di Rendena
Porte di Rendena
Porte di Rendena – Mappa
Posizione del comune di Porte di Rendena nella provincia autonoma di Trento
Sito istituzionale

Porte di Rendena è un comune italiano di 1 815 abitanti nella provincia autonoma di Trento in Trentino-Alto Adige.

Il comune è nato il 1º gennaio 2016 dalla fusione dei comuni di Darè, Vigo Rendena e Villa Rendena.

Si tratta di un comune sparso con sede municipale a Villa Rendena; oltre al capoluogo e agli altri due ex comuni sono presenti le frazioni di Javrè e Verdesina, già appartenenti a Villa Rendena.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1º gennaio 2016 8 maggio 2016 Marco Riccadonna Comm. pref. [4]
9 maggio 2016 in carica Enrico Pellegrini Lista civica Sindaco [5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.tuttitalia.it/trentino-alto-adige/86-porte-di-rendena/
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2016.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Nominati i commissari straordinari per i comuni nati dalle fusioni, ufficiostampa.provincia.tn.it, 30 dicembre 2015. URL consultato il 3 gennaio 2016.
  5. ^ Elezioni Comunali 8 maggio 2016, speciali.gelocal.it. URL consultato l'11 maggio 2016.
Trentino-Alto Adige Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trentino-Alto Adige