Nogaredo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Nogaredo (disambigua).
Nogaredo
comune
Nogaredo – Stemma
Nogaredo – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaTrentino CoA.svg Trento
Amministrazione
SindacoFulvio Bonfanti (lista civica Insieme per la Comunità) dal 10-5-2015 al 22-05-2021[1]
Territorio
Coordinate45°55′N 11°02′E / 45.916667°N 11.033333°E45.916667; 11.033333 (Nogaredo)
Altitudine216 m s.l.m.
Superficie3,61 km²
Abitanti2 087[3] (30-4-2019)
Densità578,12 ab./km²
FrazioniBrancolino, Molini, Noarna, Santa Lucia, Sasso
Comuni confinantiIsera, Rovereto, Villa Lagarina
Altre informazioni
Lingueitaliano
Cod. postale38060
Prefisso0464
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT022127
Cod. catastaleF920
TargaTN
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[4]
Cl. climaticazona E, 2 731 GG[5]
Nome abitantinogaretani (nogaràiteri[2]) "nogaredani"
PatronoSan Leonardo
Giorno festivo13 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Nogaredo
Nogaredo
Nogaredo – Mappa
Posizione del comune di Nogaredo nella provincia autonoma di Trento
Sito istituzionale

Nogaredo (pron. Nogarédo, IPA: [/noga'redo/]) è un comune italiano di 2 087 abitanti della provincia di Trento, nel Trentino-Alto Adige. È famoso per i processi alle streghe, le "strie" in dialetto trentino, delle cittadine del posto, che nel XVII e XVIII secolo furono torturate nelle celle di Castelnuovo, tuttora esistente col nome di Castel Noarna, e poi bruciate o decapitate.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva da nux, che significa "noce" come il termine nogara nella lingua veneta che arriva fin qui grazie alla Serenissima.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le prime notizie di Nogaredo risalgono all'XI secolo, la sua storia è principalmente legata alla dinastia Lodron. Nel 1456 Giorgio Lodron e Pietro Lodron conquistano ai Castelbarco i castelli di Castellano e di Castelnuovo di Noarna, incorporando anche Nogaredo nel Feudo di Castellano-Castelnuovo. Nogaredo sarà una delle sedi centrali, dopo Castellano del feudo lodronico, che cesserà di esistere nel 1703. Il palazzo Lodron è una delle principali fonti storiche che riconducono al passato di Nogaredo, esso era la sede del tribunale dell'inquisizione che nel 1647 tenne uno degli ultimi processi alle streghe in Trentino: vi furono condanne per stregoneria e per essere causa di malattie. Queste vicende vengono ricordate annualmente con la manifestazione “Calendimaggio delle strie”. Anche se l'influenza lodroniana fu grande, il popolo di Nogaredo riuscì ad adottare, nel 1760, uno statuto dei capi famiglia che fu reso esecutivo grazie all'approvazione da parte del conte Ernesto Maria Lodron. La carta di regola fu poi proibita sotto il dominio austriaco in quanto considerata “illecita combriccola di popolo”.

Nel 1929 il comune viene soppresso e i suoi territori aggregati al comune di Villa Lagarina; nel 1955 il comune viene ricostituito comprendendo anche i territori degli ex comuni di Noarna e Sasso (Censimento 1951: pop. res. 1249)[6].

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del Comune di Nogaredo si blasona:

«d'azzurro, all'albero di noce al naturale, nascente da prato verde, accostato dalle lettere maiuscole C N.[7][8]»

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

La piazza centrale si trova tra case storiche, ristrutturate ed ha subito dei modifiche in tempi recenti. La fontana che stava nel centro è stata ristrutturata e spostata nel retro dell'edificio sede del comune

  • Palazzo Candelpergher, sede del comune.
  • Palazzo Lodron, appartenente alla famiglia Lodron.

Manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Calendimaggio, festa tradizionale che si differenzia dalle altre simili in Italia per il suo richiamo esplicito alle strie (le streghe).[9][10] Durante la manifestazione viene aperta la residenza dei Lodron, a lungo signori di Castel Noarna. Proprio durante il loro dominio si consumò in quel maniero, nel XVII secolo, la tragica vicenda del processo alle streghe, ricordato e fortemente criticato anche da Girolamo Tartarotti. In tale occasione trovarono la morte otto donne.
  • Comun Comunale, che richiama il periodo medievale e la regola feudale, istituita nel XII secolo. In questa manifestazione i sette comuni della destra Adige della Vallagarina (Isera, Villa Lagarina, Pomarolo, Nomi, Aldeno, Cimone e Nogaredo) si sfidano in giochi che richiamano competizioni storiche e la manifestazione si svolge a rotazione in uno dei comuni partecipanti.[11][12]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[13]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2005 16 maggio 2010[14] Marco Giordani lista civica sindaco
16 maggio 2010 10 maggio 2015[15] Maria Romana Marzadro lista civica sindaco
10 maggio 2015 22 maggio 2021[1] Fulvio Bonfanti lista civica Insieme per la Comunità sindaco [15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Nogaredo in lutto, nella serata di ieri è morto il sindaco Fulvio Bonfanti, su ladige.it, 23 maggio 2021. URL consultato il 23 maggio 2021.
  2. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli Etnici e dei Toponimi Italiani, Bologna, ed. Pàtron, 1981.
  3. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2019.
  4. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  5. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  6. ^ Fonte: ISTAT - Unità amministrative, variazioni territoriali e di nome dal 1861 al 2000, ISBN 88-458-0574-3.
  7. ^ Statuto comunale (PDF), su comune.nogaredo.tn.it.
  8. ^ Comune di Nogaredo – (TN), su araldicacivica.it. URL consultato il 23 maggio 2021.
  9. ^ L'evento che fa rivivere il processo alle streghe di Nogaredo, su visitrovereto.it. URL consultato il 7 giugno 2020.
  10. ^ Nogaredo, paese delle strie, lungo la Destra Adige Lagarina, su visittrentino.info. URL consultato il 7 giugno 2020.
  11. ^ Il Comun Comunale Lagarino, su cultura.trentino.it. URL consultato il 7 giugno 2020.
  12. ^ Pieve e Comun Comunale, su comune.villalagarina.tn.it. URL consultato il 7 giugno 2020.
  13. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  14. ^ Elezioni Regionali ed Amministrative 2010, su tuttitalia.it.
  15. ^ a b Storico Elezioni Comunali di Nogaredo, su tuttitalia.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN242294834 · WorldCat Identities (ENviaf-242294834
Trentino-Alto Adige Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Trentino-Alto Adige