Strembo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strembo
comune
Strembo – Stemma
Strembo – Veduta
Vista del paese
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaTrentino CoA.svg Trento
Amministrazione
SindacoManuel Dino Gritti (lista civica) dal 22-09-2020
Territorio
Coordinate46°07′N 10°45′E / 46.116667°N 10.75°E46.116667; 10.75 (Strembo)Coordinate: 46°07′N 10°45′E / 46.116667°N 10.75°E46.116667; 10.75 (Strembo)
Altitudine714 m s.l.m.
Superficie38,33 km²
Abitanti600[1] (30-4-2020)
Densità15,65 ab./km²
Comuni confinantiBocenago, Caderzone Terme, Giustino, Massimeno, Spiazzo, Valdaone, Vermiglio
Altre informazioni
Cod. postale38080
Prefisso0465
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT022184
Cod. catastaleI975
TargaTN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Nome abitantistrembotti o strembesi (i stremp)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Strembo
Strembo
Strembo – Mappa
Posizione del comune di Strembo nella provincia autonoma di Trento
Sito istituzionale

Strembo (Stremp in dialetto locale[3]) è un comune italiano di 600 abitanti della provincia di Trento bagnato dal fiume Sarca. All'interno del territorio comunale ricadono alcune delle cascate della Val di Genova.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa della Madonna della Neve, edificata in località Ragada in Val di Genova nel 1950-51.
  • Chiesa di San Tommaso, attestata nel 1381 fu ricostruita nell'Ottocento.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
20 novembre 2009 14 novembre 2015 Guido Botteri Lista civica Sindaco
15 novembre 2015 21 settembre 2020 Guido Botteri Lista civica Sindaco
22 settembre 2020 in carica Manuel Dino Gritti Lista civica Sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2020.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli Etnici e dei Toponimi Italiani, Bologna, ed. Pàtron, 1981.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN309627869 · WorldCat Identities (ENviaf-309627869
Trentino-Alto Adige Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Trentino-Alto Adige