Ziano di Fiemme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ziano di Fiemme
comune
Ziano di Fiemme – Stemma
Ziano di Fiemme – Veduta
Veduta del centro di Ziano da via Coronella
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaTrentino CoA.svg Trento
Amministrazione
SindacoFabio Vanzetta (lista civica) dal 9-5-2005
Territorio
Coordinate46°17′N 11°34′E / 46.283333°N 11.566667°E46.283333; 11.566667 (Ziano di Fiemme)Coordinate: 46°17′N 11°34′E / 46.283333°N 11.566667°E46.283333; 11.566667 (Ziano di Fiemme)
Altitudine953 m s.l.m.
Superficie35,75 km²
Abitanti1 718[1] (31-12-2015)
Densità48,06 ab./km²
Comuni confinantiCanal San Bovo, Panchià, Pieve Tesino, Predazzo
Altre informazioni
Cod. postale38030
Prefisso0462
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT022226
Cod. catastaleM173
TargaTN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantizianesi - suaneri
PatronoMadonna di Loreto
Giorno festivo10 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Ziano di Fiemme
Ziano di Fiemme
Ziano di Fiemme – Mappa
Posizione del comune di Ziano di Fiemme
nella provincia autonoma di Trento
Sito istituzionale

Ziano di Fiemme (Suan o Thuan in dialetto trentino[2]) è un comune italiano di 1 718 abitanti della provincia di Trento.

Il comune si trova nella Val di Fiemme e fa parte del territorio della Magnifica Comunità di Fiemme. Il nome del paese, d'origine latina, deriva da Zullanum, Julìanum, cioè fondo di Julius.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2 e il 4 maggio 1945 vi furono le stragi di Ziano, Stramentizzo e Molina di Fiemme, dove le truppe tedesche in ritirata alla fine della seconda guerra mondiale uccisero 45 persone.[3][4]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il rifugio Cauriol è un rifugio facente parte del comune di Ziano situato nella Valle di Sadole a 1600 metri di altezza. Il rifugio situato al centro della valle prende il nome dal Monte Cauriol, una cima della catena del Lagorai che durante la prima guerra mondiale fu teatro di furiosi scontri tra le truppe italiane e quelle asburgiche. La cima Cauriol fu momentaneamente conquistata dagli italiani nel 1916.[5]

Gli appassionati di alpinismo ed escursionismo possono trovare una interessante e facile via ferrata che permette di raggiungere la cima di Punta Polse (1450 m), dalla quale si può godere di un piacevole panorama.[6]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

La denominazione del comune fino al 1955 era Ziano. La circoscrizione territoriale ha subito le seguenti modifiche: nel 1928 aggregazione di territori del soppresso comune di Panchià; nel 1947 distacco di territori per la ricostituzione del comune di Panchià (Censimento 1936: pop. res. 586).[8]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia locale è basata principalmente sul turismo, grazie ai vicini impianti sciistici. Grande importanza ha anche la lavorazione del legno, il paese infatti è sede della segheria della Magnifica Comunità di Fiemme.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Ferrovia della Val di Fiemme, Stazione di Roda e Stazione di Ziano.

Dal 1917 al 1963 era in funzione la ferrovia della Val di Fiemme che collegava Ora con Predazzo passando appunto per la Val di Fiemme e a Ziano e Roda avevano le loro stazioni ferroviarie. La stazione di Ziano oggi non rimane traccia è stata completamente demolita mentre la fermata di Roda è ancora esistente.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

L'associazione sportiva di Ziano di Fiemme è l'A.S. Cauriol. Il paese ha dato i natali a molti campioni dello sport tra cui Giorgio Vanzetta, Lidia Trettel, Giulio De Florian, Antonella Confortola e Renzo Zorzi ex pilota di F1.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  2. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli Etnici e dei Toponimi Italiani, Bologna, ed. Pàtron, 1981.
  3. ^ Filmato audio Fondazione Museo Storico del Trentino, Le stragi tedesche in val di Fiemme, maggio 1945, su YouTube. URL consultato il 23 ottobre 2017.
  4. ^ curatore Lorenzo Gardumi, Maggio 1945: «a nemico che fugge ponti d'oro»: la memoria popolare e le stragi di Ziano, Stramentizzo e Molina di Fiemme, Fondazione museo storico del Trentino, 2008, ISBN 978-887197-105-6.
  5. ^ Pagina ufficiale del rifugio Cauriol
  6. ^ Descrizione della via ferrata di Punta Polse
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ Fonte: ISTAT - Unità amministrative, variazioni territoriali e di nome dal 1861 al 2000 - ISBN 88-458-0574-3

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Trentino-Alto Adige Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trentino-Alto Adige