Comunità territoriale della Val di Fiemme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Comunità territoriale della Val di Fiemme
C1
Comunità di valle
Comunità territoriale della Val di Fiemme C1 – Veduta
Panorama dal Monte Cornon
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaTrentino CoA.svg Trento
Amministrazione
CapoluogoCavalese
PresidenteGiovanni Zanon dal 10 luglio 2015
Data di istituzione16 giugno 2006[1]
Territorio
Coordinate
del capoluogo
46°17′30.89″N 11°27′36.93″E / 46.291915°N 11.460257°E46.291915; 11.460257 (Comunità territoriale della Val di Fiemme
C1
)
Coordinate: 46°17′30.89″N 11°27′36.93″E / 46.291915°N 11.460257°E46.291915; 11.460257 (Comunità territoriale della Val di Fiemme
C1
)
Superficie414,7[2] km²
Abitanti20 089[3] (1-1-2018)
Densità48,44 ab./km²
Comuni11 comuni
Divisioni confinantiCdV 2, CdV 3, CdV 4, CdV 5, CdV 11, BZ
Altre informazioni
Prefisso0462
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantifiemmesi
fiemmazzi
Cartografia
Comunità territoriale della Val di Fiemme C1 – Localizzazione
Sito istituzionale

La Comunità territoriale della Val di Fiemme è una comunità di valle della Provincia autonoma di Trento di 20 089 abitanti con capoluogo Cavalese.
Si trova nella zona nord-orientale della provincia, e comprende 11 comuni prima facenti parte del Comprensorio della Val di Fiemme. Il suo numero identificativo è l'1.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Val di Fiemme.

La comunità si estende su una superficie di 415 km², e confina a nord con la Provincia autonoma di Bolzano, ad est con il Comun General de Fascia (11) e la Comunità di Primiero (2), a sud con la Comunità Valsugana e Tesino (3) e con la Comunità Alta Valsugana e Bersntol (4) e ad ovest con la Comunità della Valle di Cembra (5).

Il territorio della comunità ricade totalmente in Val di Fiemme, la cui geografia è dominata dall'Avisio, torrente che scorre da nord-est verso sud-ovest. La valle è fiancheggiata da imponenti gruppi montuosi, quali la Catena del Lagorai e il gruppo del Latemar, entrambi sottosezioni delle Dolomiti di Fiemme.

Idioma[modifica | modifica wikitesto]

La parlata di base della Val di Fiemme è il dialetto trentino, ma sono delineabili tre sotto-zone. Nella bassa valle e a Cavalese l'idioma rispecchia quello della Valle dell'Adige, mentre a Tesero, Varena, Panchià e Ziano di Fiemme il dialetto è più antico, simile al fiemmazzo originale. L'ultima zona corrisponde al comune di Predazzo, dove esistono forti influenze dalla lingua ladina parlata in Val di Fassa[4].

Luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Valle dall'antico insediamento umano, presenta numerose testimonianze storiche quali chiese e palazzi signorili. Le più importanti sorgono nel capoluogo, Cavalese, dove si segnalano la Chiesa di San Vigilio e il Palazzo della Magnifica Comunità di Fiemme; affrescato sulla facciata, risale al XIV secolo e il suo completamento avvenne durante gli anni di Bernardo Clesio[5].

Il territorio comunitario fu interessato dalle operazioni militari durante la Prima guerra mondiale; a testimonianza di ciò sono presenti diverse fortificazioni, quale Forte Dossaccio. La vocazione turistica della valle ha fatto fiorire diverse strutture sportive dedicate principalmente alle discipline dello sci nordico, quali il Trampolino Giuseppe Dal Ben a Predazzo.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunitario è ben collegato alle principali arterie della regione, ed è possibile raggiungerlo da entrambe le provincie del Trentino-Alto Adige, oltre che dal Veneto. La via di comunicazione più utilizzata per raggiungere la Val di Fiemme è la Strada statale 48 delle Dolomiti, che proviene da Ora in Provincia di Bolzano. Le altre strade percorribili sono: la Strada statale 612 della Val di Cembra, la Strada statale 50 del Grappa e del Passo Rolle, la Strada statale 620 del Passo di Lavazè e la SP 31 del Passo Manghen.

Dal 1918 al 1963 sul territorio correva la Ferrovia della Val di Fiemme, infrastruttura ferroviaria che metteva in collegamento Predazzo con la Ferrovia del Brennero. A scopi turistici è stata creata una pista ciclabile, che si sviluppa per 36 km tra Castello-Molina di Fiemme e Pozza di Fassa.

Assetto amministrativo[modifica | modifica wikitesto]

  • Presidente: Giovanni Zanon
  • Consiglio di Comunità: Presidente e 12 componenti
  • Comitato esecutivo: Presidente e 2 componenti
  • Inizio mandato: 11 luglio 2015

Comuni[modifica | modifica wikitesto]

I confini dei comuni
Stemma Comune Popolazione[dati 1] Superficie[dati 2] Altitudine[dati 3] Nome locale[dati 4][4]
Capriana-Stemma.png Capriana 589 13,06 1 007 Caoriána
Carano-Stemma.png Carano 1 090 13,62 1 086 Carán
Castello-Molina di Fiemme-Stemma.png Castello-Molina di Fiemme 2 307 54,48 1 005 Castèl-Molína
Cavalese-Stemma.png Cavalese 4 075 45,35 1 000 Cavalés
Daiano-Stemma.png Daiano 658 9,53 1 160 Daián
Panchià-Stemma.png Panchià 837 20,25 981 Panciá
Predazzo-Stemma.png Predazzo 4 540 109,84 1 018 Pardác
Tesero-Stemma.png Tesero 2 940 50,41 1 000 Tjéser
Valfloriana-Stemma.png Valfloriana 470 39,51 853 Valfloriána
Varena-Stemma.png Varena 841 23,22 1 180 Varéna
Ziano di Fiemme-Stemma.png Ziano di Fiemme 1 742 35,76 953 Süán
  1. ^ Dati Istat aggiornati al 1º gennaio 2018
  2. ^ Dati espressi in km²
  3. ^ Dati espressi in metri sul livello del mare
  4. ^ Nome della località nell'idioma locale (dialetto fiemmese)

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Legge provinciale 16 giugno 2006, n.3, "Norme in materia di governo dell'autonomia del Trentino", su consiglio.provincia.tn.it. URL consultato il 21 luglio 2018.
  2. ^ Superficie territoriale e popolazione residente al 1.1.2017 per comunità di valle, su statweb.provincia.tn.it. URL consultato il 19 luglio 2018.
  3. ^ Movimento della popolazione residente nell'anno 2017, per Comunità di Valle, su statweb.provincia.tn.it. URL consultato il 18 luglio 2018.
  4. ^ a b Giulia Mastrelli Anzilotti, Toponomastica trentina: i nomi delle località abitate, Trento, Provincia autonoma di Trento - Servizio Beni librari e archivistici, 2003.
  5. ^ Touring Club Italiano (a cura di), Guida d'Italia - Trentino Alto Adige, Milano, 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Trentino-Alto Adige Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Trentino-Alto Adige