Novaledo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Novaledo
comune
Novaledo – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaTrentino CoA.svg Trento
Amministrazione
SindacoDiego Margon (lista civica Patto per Novaledo) dal 10-5-2015
Territorio
Coordinate46°01′N 11°22′E / 46.016667°N 11.366667°E46.016667; 11.366667 (Novaledo)Coordinate: 46°01′N 11°22′E / 46.016667°N 11.366667°E46.016667; 11.366667 (Novaledo)
Altitudine475 m s.l.m.
Superficie7,97 km²
Abitanti1 076[2] (31-12-2015)
Densità135,01 ab./km²
Comuni confinantiBorgo Valsugana, Frassilongo, Levico Terme, Pergine Valsugana, Roncegno Terme
Altre informazioni
Cod. postale38050
Prefisso0461
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT022129
Cod. catastaleF947
TargaTN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona F, 3 026 GG[3]
Nome abitantimasaroi o novalédi[1]
Patronosant'Agostino
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Novaledo
Novaledo
Novaledo – Mappa
Posizione del comune di Novaledo
nella provincia autonoma di Trento
Sito istituzionale

Novaledo[4] (Novaledo in dialetto trentino[1]) è un comune italiano di 1 076 abitanti della provincia di Trento.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

La Tor Quadra

Fino al 1818 aveva un lago, che in quell'anno si prosciugò.[5] Altre fonti documentano il prosciugamento del lago alla rimozione di un'antica chiusa in legname posta a valle dell'abitato[6].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Furono rinvenute numerose monete romane di età imperiale.[7]

È stato teatro di uno scontro fra le truppe napoleoniche e gli Schützen tirolesi nel 1796.[8].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Sant'Agostino

Novaledo si distingue per la presenza sul suo territorio dei ruderi di quella che viene definita Tor Quadra, che coincide con un antico ponte levatoio, sbarrante un punto della strada attraverso il quale il passaggio era obbligatorio. Le ultime tendenze storiografiche la identificano con la cosiddetta Clusa Xichi.[9]

Dal testo di Roberti, si ricorda come nella zona boschiva sopra la Tor Quadra si trovarono delle monete romane.[10] Subì fra il 1879 e i primi decenni del Novecento una massiccia emigrazione, con destinazione principale il Sud America. Circa il 30% della popolazione emigrò in quel lasso di tempo.[11]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[12]

Persone legate a Novaledo[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2010 2015 Attilio Iseppi Lista civica Sindaco
2015 in carica Diego Margon Lista civica Sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli Etnici e dei Toponimi Italiani, Bologna, ed. Pàtron, 1981.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ Anticamente chiamato Masi, o Masi di Novaledo e ancor prima Campolongo
  5. ^ Weidmann, Handbuch für Reisende durch Tyrol und Vorarlberg: Mit 30 Stahlstichen, Haendel's Verlag, 1854.
  6. ^ https://books.google.it/books?id=ekxIAAAAcAAJ&hl=it&hl=it&pg=PT78&img=1&zoom=3&sig=ACfU3U15XAlRjsALbZUqHiDhO7LtpRlA7g&ci=19%2C63%2C930%2C1200&edge=0
  7. ^ G. Roberti, Edizione archeologica della carta d'Italia al 100.000 Foglio 21 (TRENTO), p. 13, n.4, 1952.
  8. ^ Il mondo degli Schützen - uomini e genti trentine - 8_prima invasione francese 1796
  9. ^ I nomi locali dei comuni di Novaledo, Roncegno, Ronchi Valsugana
  10. ^ G. Roberti, Rassegna dei rinvenimenti archeologici della Valsugana, VI annuario della R. Scuola Complementare Trento, pp 3-19. 1929
  11. ^ I colonizzatori della Valsugana
  12. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN238125793