Palù del Fersina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Palù del Fersina/Palai en Bersntol
comune
Palù del Fersina/Palai en Bersntol – Stemma
Palù del Fersina/Palai en Bersntol – Veduta
Il paese di Palù, con la Valle dei Mòcheni sullo sfondo
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
Provincia Trentino CoA.svg Trento
Amministrazione
Sindaco Stefano Moltrer (lista civica) dal 10-5-2015
Territorio
Coordinate 46°08′N 11°21′E / 46.133333°N 11.35°E46.133333; 11.35 (Palù del Fersina/Palai en Bersntol)Coordinate: 46°08′N 11°21′E / 46.133333°N 11.35°E46.133333; 11.35 (Palù del Fersina/Palai en Bersntol)
Altitudine 1 360 m s.l.m.
Superficie 16,65 km²
Abitanti 178[1] (31-12-2013)
Densità 10,69 ab./km²
Frazioni Battisti, Tassaineri, Tolleri
Comuni confinanti Baselga di Piné, Bedollo, Fierozzo, Sant'Orsola Terme, Telve, Telve di Sopra, Torcegno
Altre informazioni
Cod. postale 38050
Prefisso 0461
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 022133
Cod. catastale G296
Targa TN
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti paludani detti palàeri o pallàori
Patrono santa Maria Maddalena
Giorno festivo 22 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Palù del Fersina/Palai en Bersntol
Palù del Fersina/Palai en Bersntol
Palù del Fersina/Palai en Bersntol – Mappa
Posizione del comune di Palù del Fersina
nella provincia autonoma di Trento

Palù del Fersina (Palai en Bersntol in mocheno[2] e Palai im Fersental in tedesco[3]) è un comune di 178 abitanti della provincia di Trento.

Il capoluogo riunisce in un unico abitato lungo le provinciali 8 e 135 le località di Sigismondi, Stefani, Lenzi (dove si trova il municipio) e Canopi. Altre località minori sono Battisti, Tassaineri e Tolleri.

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

L'etimo deriva dal latino "palus", palude. Il nome del fiume che a sua volta dà nome alla valle viene considerato di origine etrusca, anche in quanto confrontato con "Felsina", nome etrusco di Bologna, e con lo stesso nome del paese di fondovalle Pergine, derivato da un personale Pergina, forse l'etrusco "Percenas" (vi è un Pergine anche in Valdarno, provincia di Arezzo).

La toponomastica locale è bilingue: presenta il nome della località prima in italiano, poi in mocheno.

Tutto questo è regolamentato da una legge e da un regolamento provinciale che concretizzano lo Statuto di Autonomia delle Province Autonome di Trento e Bolzano che esprime la parte sulle minoranze linguistiche.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le prime testimonianze scritte sulla storia del paese datano a poco prima del 1600, ma si pensa che la zona sia stata colonizzata a partire dal XIII secolo.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Mocheni[modifica | modifica wikitesto]

Particolarità di questo centro è di essere uno dei tre comuni della parte orientale della Valle del Fersina in cui la popolazione è costituita prevalentemente da Mocheni, cioè di una etnia parlante la omonima lingua germanica, derivata da antiche migrazioni di coloni tedeschi in questa valle, a quell'epoca secondo alcuni per esercitare la professione di minatori, secondo altri invece come agricoltori e allevatori. Comunque, con la successiva chiusura delle miniere (di rame, argento e piombo), questa popolazione si dedicò all'agricoltura ed allevamento. La particolarità culturale di questa valle è difesa dalla legislazione regionale del Trentino-Alto Adige, e sviluppata dall'Istituto Mocheno-Cimbro, che ha una delle sue sedi appunto a Palù; il nome ufficiale di questo centro, in mocheno, suona Palai en Bersntol (quest'ultimo è il termine mocheno per indicare la valle del Fersina). La zona è di rilevante interesse turistico ed offre diverse occasioni di soggiorno e di ristorazione.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2013.
  2. ^ Comune di Palù del Fersina - Statuto.
  3. ^ Bollettino ufficiale della Regione autonoma Trentino-Alto Adige - 5 maggio 1998 - p. 16
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]