Toponomastica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La toponomastica è l'insieme dei nomi attribuiti alle entità geografiche (toponimi), ed il loro studio storico-linguistico.

Importanza storica della toponomastica[modifica | modifica wikitesto]

La linguistica storica concentra una grande attenzione sui toponimi perché, ad esempio, le radici di questi ultimi possono risentire poco del passaggio da una lingua alla successiva; in mancanza di rinvenimenti archeologici un nome può essere dunque l'ultima testimonianza di lingue completamente estinte.

L'analisi toponomastica[modifica | modifica wikitesto]

L'analisi toponomastica di un territorio avviene in primo luogo attraverso l'individuazione ed il censimento di tutti i toponimi esistenti, ricavati dalla consultazione dei vari registri e planimetrie disponibili, e, quindi, attraverso lo studio dei toponimi storici (in gran parte non più in uso), ricavati da fonti antiche quali catasti storici, atti notarili, archivi parrocchiali e comunali, con eventuale individuazione o ricostruzione del loro significato e origine.

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

Il materiale indispensabile per il censimento toponomastico di un territorio in Italia è costituito dai seguenti documenti:

La Toponomastica dell'Alto Adige è interessante perché si occupa delle problematiche legate al plurilinguismo ed a quelle dei cambiamenti avvenuti durante il fascismo, mentre quella di Palermo è importante per la ricerca della genesi storica dei nomi locali.

Odonomastica[modifica | modifica wikitesto]

Entrando più nello specifico, e cioè trattando il tema che riguarda i nomi delle strade di una particolare zona o località, dal punto di vista della scelta e della genesi del nome stesso (del quale si interessa in particolare l'urbanistica) è più corretto parlare di Odonomastica.[1] Tra le odonomastiche più importanti d'Italia quelle di Roma, Bologna, Firenze e la meglio conservata di tutte, quella di Venezia. A quest'ultima si è dedicato, tra gli altri, lo studioso Giuseppe Tassini.

Toponomastica femminile[modifica | modifica wikitesto]

Da diversi anni è in atto un progetto a livello nazionale per valorizzare il contributo delle donne alla crescita della nostra società, che è stato denominato Toponomastica femminile[2] e che ha ricevuto il patrocinio delle nostre più alte Istituzioni.[3]

Tra le principali promotrici dell'iniziativa Maria Pia Ercolini.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ odonomàstica, su treccani.it, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 19 giugno 2016.
  2. ^ Toponomastica femminile, toponomasticafemminile.com. URL consultato il 19 giugno 2016.
  3. ^ Concorso Nazionale di Toponomastica Femminile, su istruzione.lombardia.gov.it, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca-USR Lombardia. URL consultato il 19 giugno 2016.
  4. ^ Toponomastica al femminile, su Rai.Radio3. Fahreneit. URL consultato il 19 giugno 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Donne in città : toponomastica femminile, a cura di Maria Pia Ercolini, Roma, Leggendaria, 2012, SBN IT\ICCU\RMS\2668627.
  • Aa. Vv., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 1990.
  • Aldo di Ricaldone, Appunti toponomastici sul territorio di Lu, pro loco di Lu Monferrato, 1982, 155 p.
  • L. Cassi – P. Marcaccini, Toponomastica, beni culturali e ambientali. Gli "indicatori geografici" per un loro censimento, Roma, Società Geografica Italiana, 1998
  • C. C. Desinan, Toponomastica rurale e lettura del territorio, in Enciclopedia Monografica del F.V.G., Aggiornamenti 3 1978-1986, Udine, 1986, pp. 93-108.
  • C. C. Desinan - Ermanno Dentesano,Vademecum per la ricerca in toponomastica, Udine, Società Filologica Friulana, 2004, 82 p.
  • M. Fanti, Le vie di Bologna. Saggio di toponomastica storica e di storia della toponomastica urbana, Bologna, Comune di Bologna, Istituto per la Storia di Bologna, 2000
  • F. Granucci, Prontuario bibliografico di toponomastica italiana, Firenze, Dipartimento di Linguistica - Università di Firenze, 1988, XXIII+440 p.
  • G. B. Pellegrini, Metodologia dell'indagine antroponimico-toponomastica, in La toponomastica come fonte di conoscenza storica e linguistica, Pisa, Giardini. 1981
  • G. B. Pellegrini, Toponomastica italiana. 10000 nomi di città, paesi, frazioni, regioni, contrade, fiumi, monti spiegati nella loro origine e storia, Milano, Hoepli, 1994 (1990), 560 p.
  • G. Raimondi,La toponomastica. Elementi di metodo, Torino, Libreria Stampatori, 2003, 87 p.
  • Gerhard Rohlfs, Toponomastica italiana (Origini, aspetti e problemi), in Studi e ricerche su lingua e dialetti d'Italia, Firenze, Sansoni, 1990
  • A. Sciarretta, Toponomastica d'Italia. Nomi di luoghi, storie di popoli antichi, Milano, Mursia, 2010, 195 p.
  • Mario Pei, La meravigliosa storia dei nomi di luogo e di persona, in La meravigliosa storia del linguaggio, Sansoni, 1952.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Geografia Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia
Controllo di autorità GND: (DE4172891-9