Sconnessi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sconnessi
Sconnessi - Fabrizio Bentivoglio.png
Fabrizio Bentivoglio in una scena del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno2018
Durata85 min
Rapporto2,35:1
Generecommedia
RegiaChristian Marazziti
SceneggiaturaMichela Andreozzi, Massimiliano Vado, Christian Marazziti,
Casa di produzioneCamaleo, Falcon Production
Distribuzione in italianoVision Distribution
FotografiaMaurizio Calvesi
MontaggioLuciana Pandolfelli
MusicheStefano Switala
ScenografiaSimone Micheli
CostumiGrazia Materia
Interpreti e personaggi

Sconnessi è un film del 2018 diretto da Christian Marazziti.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ettore, noto scrittore, guru dell'analogico e nemico pubblico di internet, in occasione del suo compleanno porta tutta la famiglia nel suo chalet in montagna, e cerca di creare finalmente un legame tra i suoi due figli, Claudio, giocatore di poker on line, e Giulio, liceale nerd e introverso, con la sua seconda moglie, la bella, giovane e un po' naif Margherita, incinta al nono mese. Al gruppo si uniscono anche Achille, fratellastro di Margherita appena cacciato di casa dalla moglie, e Tea, giovane fidanzata vegana di Claudio e devota fan di Ettore. Arrivati allo chalet, trovano Olga, l'affidabilissima tata ucraina, con la figlia Stella, adolescente dipendente dai social network. A sorpresa arriva anche Palmiro, il fratello bipolare di Margherita e Achille, fuggito dalla casa di riposo. Quando il gruppo rimane improvvisamente senza connessione internet, tutti entrano nel panico e le conseguenze saranno rocambolesche. I segreti e le convinzioni dei protagonisti verranno presto ribaltate, la "sconnessione" li metterà di fronte a tutte le loro insicurezze e dovranno resettare e ripartire. Ma un imprevisto non da poco svelerà un clamoroso retroscena: durante una tormenta di neve, a Margherita si rompono le acque ed Ettore lascia la compagna nelle mani di Olga e Stella. Arrivato in camera sua per chiamare aiuto, si scopre che era stato lui a manomettere la linea telefonica con un apparecchio elettronico utilizzato per i video poker: scoperto da Claudio, l'uomo si giustifica dicendo che ha fatto questo perché voleva sperimentare una sua teoria alla quale stava lavorando ma così facendo non ha fatto altro che aumentare le ire del ragazzo, che lo ritiene colpevole di aver lasciato la madre. Mentre trasportano Achille in soggiorno infortunatosi ad una caviglia, Giulio e Claudio si parlano e qui il ragazzo scopre la verità dal fratello, cioè che alla fine non è stato il padre a lasciarla ma il contrario, lasciando un profondo sgomento. Sentendosi quasi in colpa, Claudio si offre per andare a cercare aiuto, nonostante la tormenta di neve e proprio mentre lui si trova in mezzo alle montagne infreddolito e stremato, perdendo di fatto l'orientamento, Margherita partorisce una bambina per terra, con l'aiuto di Olga e Stella. Dopo il parto, arriva Claudio che, alla vista della sorella in braccio a Margherita, si redime con il padre e si mette accanto al fuoco per scaldarsi, avendo rischiato l'ipotermia. Il mattino seguente, Margherita si accorge che la bambina respira affannosamente e il dubbio viene svelato: il gasolio che serve per alimentare il camino è quasi finito, di conseguenza le fiamme si stanno spegnendo. Ettore, allora, decide di bruciare i libri della sua biblioteca sotto lo sguardo attonito degli altri perché in questi casi è più importante la vita di un essere umano che uno stupido esperimento: quando tutto sembra ormai perduto, arrivano i soccorsi grazie a Olga, che inavvertitamente aveva lasciata accesa una vecchia radio, la quale aveva lanciato un segnale di emergenza.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese si sono svolte in Trentino, nel territorio del comune di Primiero San Martino di Castrozza, fra Palazzo delle Miniere e la valle del Vanoi.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è uscita nelle sale cinematografiche il 22 febbraio 2018, distribuita dalla Vision Distribution.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha incassato a livello nazionale 1.2 milioni di euro.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sconnessi, su comingsoon.it. URL consultato il 18 febbraio 2018.
  2. ^ La famiglia ai tempi di internet: "Sconnessi", girato in Primiero, al cinema, trentotoday.it, 15 febbraio 2018. URL consultato il dicembre 2020.
  3. ^ Sconnessi (film), su mymovies.it. URL consultato l'8 maggio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema