Carlo Cecchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Carlo Cecchi (Firenze, 25 gennaio 1939) è un attore e regista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Considerato una delle figure di spicco del teatro di innovazione in Italia, Cecchi alterna il lavoro di attore teatrale e cinematografico a quello di regista teatrale. Memorabile è la sua interpretazione del dramma "Finale di partita" di Samuel Beckett e, per il cinema, quella di Renato Caccioppoli in Morte di un matematico napoletano. Nel 2007 si aggiudica il Premio Gassman come miglior attore teatrale italiano.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Prosa radiofonica RAI[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Regista e prim'attore di "Ivanov" di Anton Checov prodotto dal Teatro Niccolini di Firenze nel 1982 e presentato in quell'anno in prima nazionale al Teatro Caio Melisso durante il Festival dei Due Mondi di Spoleto. Nel complesso lavoro cechoviano adattato dallo stesso regista Carlo Cecchi recitano numerosi attori che negli anni a seguire si affermeranno molto, tra questi: Remo Girone, Gianfranco Barra, Giacomo Piperno, Vincenzo Salemme, Marco Silvio Erler, Francesco Origo e Anna Bonaiuto.

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

David di Donatello
Anno Titolo Categoria Risultato
1993 Morte di un matematico napoletano Migliore attore protagonista Candidatura
David speciale Vinto
2014 Miele Migliore attore protagonista Candidatura
Nastro d'argento
Anno Titolo Categoria Risultato
1993 Morte di un matematico napoletano Migliore attore protagonista Candidatura
1994 La scorta Migliore attore protagonista Candidatura
2013 Miele Migliore attore non protagonista Candidatura
European Film Awards
Anno Titolo Categoria Risultato
1993 Morte di un matematico napoletano Migliore attore Candidatura

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 24148687