Tadeusz Konwicki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tadeusz Konwicki

Tadeusz Konwicki (Naujoji Vilnia, 22 giugno 1926) è uno scrittore e regista polacco, nato vicino Vilnius, capitale della Lituania.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Lituania da genitori polacchi, trascorre la propria infanzia nel villaggio natale, poi si trasferisce a Vilnius, dove frequenta un Liceo Ginnasio locale. La sua carriera scolastica va pari con il corso della Seconda guerra mondiale e l'occupazione prima sovietica, poi nazista della Lituania gli permettono a malapena di studiare: infatti all'epoca i Nazisti non vedevano i Polacchi di buon occhio.

Nel 1944 aderisce all'Armia Krajowa per liberare il proprio Paese dall'invasione tedesca, prendendo parte alle operazioni Tempesta e Porta dell'Aurora.

Dopo la Guerra la Lituania è annessa all'URSS e Konwicki è espatriato. Nel 1945 si trasferisce dunque a Cracovia, dove frequenta l'Università Jagellonica e inizia a lavorare come giornalista. Nel 1947 è assunto da un quotidiano di Varsavia, città dove diviene un accanito sostenitore del cosiddetto Realismo socialista, movimento i cui scopi principali erano unificare lo stile artistico e letterario delle Nazioni comuniste e fare dell'Arte e della Letteratura uno strumento di propaganda del Partito comunista.

Nel 1948 scrive un libro di memorie intitolato Rojsty, ma non è pubblicato sino al 1956: inizia dunque a scrivere romanzi e racconti. Nel 1950 scrive e pubblica un romanzo intitolato Przy Budowie, che ottiene un discreto successo. Nel 1956, oltre a Rojsty, pubblica anche Z oblężonego miasta, un romanzo particolarmente apprezzato da critica e lettori.

Nel 1956 s'iscrive al Partito Operaio Unificato Polacco, al quale rimane affiliato sino al 1966, quando abbandona l'ideologia comunista. In realtà l'autore si era distanziato dal Comunismo già nel 1959, quando aveva scritto il romanzo Dziura w niebie, il primo nel quale parla solo di sentimenti e ricorda la propria infanzia.

Appassionatosi di Cinema, raggiunge presto i vertici del Kadr Film Studio, di cui poi diviene il Capo e il principale esponente. Attualmente vive a Varsavia e continua a scrivere saggi e articoli di riviste.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Czytadło (1997)
  • Pamflet na siebie (1995)
  • Zorze wieczorne (1991)
  • Bohiń (1987)
  • Nowy Świat i okolice (1986)
  • Rzeka podziemna, podziemne ptaki (1984)
  • Wschody i zachody księżyca (1982)
  • Mała apokalipsa (1979)
  • Kompleks polski (1977)
  • Kalendarz i klepsydra (1976 - seconda edizione senza censura nel 2005)
  • Kronika wypadków miłosnych (1974)
  • Nic albo nic (1971)
  • Zwierzoczłekoupiór (1969)
  • Wniebowstąpienie (1967)
  • Sennik współczesny (1963)
  • Dziura w niebie (1959)
  • Z oblężonego miasta (1956)
  • Władza (1953)
  • Przy budowie (1950)

Film[modifica | modifica wikitesto]

  • Lawa. Opowieść o 'Dziadach' Adama Mickiewicza (1989)
  • Dolina Issy (1982)
  • Jak daleko stąd, jak blisko (1972)
  • Les Rideaux Blancs (1965)
  • Salto (1965)
  • Zaduszki (1962)
  • Ostatni dzień lata (1958)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 108624844 LCCN: n80122581