Antonio Skármeta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Skármeta

Antonio Skármeta, all'anagrafe Esteban Antonio Skármeta Vranicić (Antofagasta, 7 novembre 1940), è uno scrittore, traduttore e diplomatico cileno. È autore di opere narrative, saggi, sceneggiature e testi teatrali.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nasce ad Antofagasta, in Cile, il 7 novembre del 1940, figlio di immigrati croati originari di Brazza. Intraprese gli studi di filosofia presso l'Università del Cile,[1] laureandosi a pieni voti con una tesi su José Ortega y Gasset.[2] Dopo la laurea proseguì gli studi di letteratura negli Stati Uniti d'America grazie da una borsa di studio Fulbright, ottenendo il Master of Arts nel 1966.[2]

Rientrato in patria, nel 1967 pubblicò il suo primo libro, una raccolta di racconti intitolata El entusiasmo.[3] Negli anni seguenti lavorò anche come traduttore, realizzando la versione in lingua spagnola di alcuni romanzi in lingua inglese.[4] Nello stesso periodo divenne professore dell'Università del Cile, dove insegnò inizialmente assiologia, poi filosofia contemporanea, ed infine letteratura cilena.[3]

Dopo il golpe cileno del 1973 decise di trasferirsi all'estero, prima in Argentina, dove rimase un anno, poi in Europa.[5] Ritornò a vivere in Cile nel 1989.[6]

Nel 1985 uscì il suo romanzo Ardiente paciencia, ripubblicato in seguito con il titolo El cartero de Neruda, e tradotto in più di venti lingue;[6] l'edizione italiana è intitolata Il postino di Neruda. Dal romanzo venne tratto il film Il postino, interpretato da Massimo Troisi.[7]

Dal 2000 al 2003 fu ambasciatore del Cile in Germania.[8]

Premi[modifica | modifica sorgente]

Opere[modifica | modifica sorgente]

Romanzi[10][modifica | modifica sorgente]

Racconti[11][modifica | modifica sorgente]

Traduzioni[4][modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ El Autor/Cronología 1940-1960. URL consultato il 04-06-2012.
  2. ^ a b El Autor/Cronología 1960-1966.
  3. ^ a b El Autor/Cronología 1966-1970. URL consultato il 04-06-2012.
  4. ^ a b La Obra/Traducciones. URL consultato il 04-06-2012.
  5. ^ El Autor/Cronología 1975-1983. URL consultato il 04-06-2012.
  6. ^ a b El Autor/Cronología 1983-1990. URL consultato il 04-06-2012.
  7. ^ a b c d e f g h i j Catalogo SBN. URL consultato il 04-06-2012.
  8. ^ El Autor/Cronología 1990-. URL consultato il 04-06-2012.
  9. ^ a b c El Autor/Premios.
  10. ^ La Obra/Novelas.
  11. ^ La Obra/Cuentos y relatos.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 19684534 LCCN: n79069722