Per Olov Enquist

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Per Olov Enquist

Per Olov Enquist (Skellefteå, 23 settembre 1934) è uno scrittore, sceneggiatore, giornalista e cronista sportivo svedese. Le sue opere sono tradotte all’estero in oltre 23 lingue.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo essersi laureato in storia della letteratura all'Università di Uppsala, fra il 1965 ed il 1976 ha lavorato come giornalista e moderatore di dibattiti televisivi. Ben presto divenne una figura importante nella scena letteraria svedese. Fra il 1970 ed il 1971 Enquist visse a Berlino come ospite della Deutscher Akademischer Austauschdienst e nel 1973 fu visiting professor presso l'Università della California, Los Angeles.

Dal 1977 ha iniziato a scrivere libri. I suoi lavori sono caratterizzati da una visione pessimistica del mondo, con la descrizione delle restrizioni imposte da una vita di tipo pietista. Nel 1999 pubblica il libro che lo ha reso famoso nel mondo, Il medico di corte, avente per protagonista il medico personale di re Cristiano VII di Danimarca.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Nel 1968 ha vinto il Nordic Council's Literature Prize con una storia sulla deportazione svedese di soldati delle nazioni baltiche alla fine della seconda guerra mondiale. Negli anni successivi vinse numerosi altri premi, fra cui il Selma Lagerlöf Prize nel 1977, il Dobloug Prize nel 1988, il premio Flaiano nel 2002, il Premio di Stato austriaco per la letteratura europea nel 2009 e lo Svenska Akademiens nordiska pris (conosciuto come il piccolo Nobel) nel 2010.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 46760618 LCCN: n79055010