Tiziano Scarpa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tiziano Scarpa (Venezia, 16 maggio 1963) è un romanziere, drammaturgo e poeta italiano.Con il suo romanzo Stabat Mater ha vinto il Premio Strega 2009[1] e il Premio SuperMondello 2009. I suoi libri sono tradotti in numerose lingue[2]. Collabora alla rivista on line Il primo amore (pubblicata anche su carta dalle edizioni Effigie) di cui è uno dei fondatori, dopo esserlo stato del blog collettivo Nazione Indiana. Svolge un'intensa attività di lettore scenico delle opere sue e altrui, a teatro e non solo.

Romanzi[modifica | modifica sorgente]

Racconti[modifica | modifica sorgente]

Altre opere[modifica | modifica sorgente]

  • Inchiostri colorati. Narrazioni contemporanee proposte a giovani adulti, Carpi, Biblioteca comunale, 1997.
  • In gita a Venezia con Tiziano Scarpa, Torino, Paravia, 1998. ISBN 88-395-7003-9; Venezia è un pesce. Una guida, Milano, Feltrinelli, 2000. ISBN 88-07-81596-6; come audiolibro, Zovencedo, Il narratore audiolibri, 2002. ISBN 88-88211-39-X.
  • Cos'è questo fracasso? Alfabeto e intemperanze, Torino, Einaudi, 2000. ISBN 88-06-15449-4.
  • Corpo, Torino, Einaudi, 2004. ISBN 88-06-16997-1. [raccolta di aforismi, greguerías e brevi apologhi sull'esperienza della corporeità]
  • Batticuore fuorilegge, Roma, Fanucci, 2006. ISBN 88-347-1163-7. [raccolta di interventi, saggi, racconti e poesie uscite su giornali e siti web]
  • La vita, non il mondo, Roma-Bari, Laterza, 2010. ISBN 978-88-420-9191-2. [brevi resoconti di esperienze personali]
  • Un amico spaventoso, Roma, Gallucci, 2011. ISBN 978-88-6145-294-7. [favola in versi per bambini, con le illustrazioni di Maria Gianola]
  • Lo show dei tuoi sogni, con Luca Bergia e Davide Arneodo dei Marlene Kuntz, Torino, Einaudi, 2013. [un racconto pubblicato in formato digitale. Nella versione per tablet, il testo è corredato da sei brani. Le musiche sono di Bergia e Arneodo dei Marlene Kuntz; due canzoni sono cantate da Tiziano Scarpa, che ha scritto anche i due testi]
  • Laguna l'invidiosa, Roma, Gallucci, 2013, 978-88-6145-606-8. [favola, con le illustrazioni di Maria Gianola].
  • Il mondo così com'è, con Massimo Giacon, Milano, Rizzoli Lizard, 2014. ISBN 978-88-1707-517-6. [graphic novel].

Negli anni ottanta ha sceneggiato alcuni fumetti per Frigidaire. Nel corso degli anni ha collaborato con vari quotidiani e riviste.

Ha scritto numerosi saggi e testi creativi su vari artisti, fra cui: Socìetas Raffaello Sanzio, Giorgio De Chirico, Mimmo Rotella, Alberto Savinio, Anish Kapoor, Magnus, Ryan Mendoza, Tino Sehgal, Stefano Arienti, Bertozzi e Casoni, Benedetta Bonichi, Mauro Ceolin, Andrea Contin, Fausto Gilberti, Marco Lodola, Cristiano Pintaldi, Silvano Rubino.

Ha tradotto La caduta, dello scrittore brasiliano Diogo Mainardi, Torino, Einaudi, 2013. ISBN 9788806219833.

Poesia[modifica | modifica sorgente]

  • Nelle galassie oggi come oggi. Covers, con Aldo Nove e Raul Montanari, Torino, Einaudi, 2001. ISBN 88-06-15875-9. [portata in scena dai tre autori in teatri, biblioteche, piazze, festival italiani e pubblicata in mp3 per il portale di audiolibri il Narratore]
  • Groppi d'amore nella scuraglia, Torino, Einaudi, 2005. ISBN 88-06-17641-2.
  • Discorso di una guida turistica di fronte al tramonto, Venezia Mestre, Amos, 2008. ISBN 978-88-87670-16-5.

A Serrano, nel comune di Carpignano Salentino, gli è stato assegnato il premio "L'olio della poesia" nel 2008 e per l'occasione è stato pubblicato in 999 copie il quaderno "Lu poeto s'addeventa fantasmo", curato da Massimo Melillo ed edito da Manni. Dal 1996 in poi questo riconoscimento annuale è andato, fra gli altri, a Edoardo Sanguineti, Mario Luzi, Giovanni Raboni, Alda Merini, Nico Orengo, Francesco Guccini, Valerio Magrelli, Giuseppe Conte, Milo De Angelis, Jolanda Insana.

Teatro[modifica | modifica sorgente]

  • Madrigale, regia di Betta Brusa, 1993;
  • Corriamo a casa, regia di Antonio Latella, 2000;
  • Nel laboratorio di Lady Frankenstein, regia di Aldo Vinci, Teatro anatomico del Museo di Storia Naturale di Genova, 2002;
  • Comuni mortali, regia di Flavio Ambrosini, 2005;
  • Gli straccioni, scritto nel 2005, presentato in forma di "studio" al Festival Quartieri dell'Arte, Viterbo, regia di Sandro Mabellini, 2009;
  • Il professor Manganelli e l'ingegner Gadda, scritto nel 2005, presentato in forma di "studio" al Festival Quartieri dell'Arte, Viterbo, regia di Sandro Mabellini, 2009;
  • Groppi d'amore nella scuraglia, con Emanuele Arrigazzi, regia di Riccardo Pippa, 2006; con Silvio Barbiero, regia di Marco Caldiron, compagnia "Carichi sospesi", 2011;
  • La custode, con Stefania Pepe, regia di Bruno Fornasari, 2006;
  • L'ultima casa, compagnia Pantakin, regia di Michele M. Casarin, 2007;
  • L'inseguitore, regia di Arturo Cirillo, 2008.
  • L'infinito, scritto dal 2008 al 2011, regia di Arturo Cirillo, Teatro Stabile del Veneto, 2011;
  • La cinghiala di Jesolo, con Marta Dalla Via, 2013.
  • Straccioni, regia di Carlo Roncaglia, Accademia dei Folli, 2014. Il testo è una riscrittura completamente rinnovata de Gli straccioni (2005).
  • Nel 2011 ha scritto il testo dello spettacolo Circoparola. Per voce, attrezzi e tendini, portato in scena dalla compagnia Pantakin Circo Teatro, per la regia di Emanuele Pasqualini;
  • Dal romanzo Stabat Mater l'attrice Stefania Pepe e il regista Andrea Chiodi hanno tratto un monologo che ha debuttato a Milano nel 2010. Dallo stesso romanzo, nel 2009 il regista Oliviero Corbetta ha allestito una lettura scenica, con Giuliana Lojodice come protagonista. Da alcuni frammenti teatrali e narrativi la compagnia Aidateatro/Qui e Ora ha tratto lo spettacolo Con tutto l’amore del mondo (2009).

Opere teatrali edite[modifica | modifica sorgente]

Radio[modifica | modifica sorgente]

  • Pop corn, con Neri Marcorè, prodotto da RadioRai e trasmesso da molte radio europee, fra cui la Bbc, Prix Italia 1997;
  • La visita, con Franco Branciaroli, regia di Anna Antonelli e Lorenzo Pavolini, RadioRai, 2006;
  • La musica nascosta, musiche di Michele Tadini, con Claudio Bisio, Prix Italia 2008.

Testi per musica[modifica | modifica sorgente]

Ha scritto i testi del libretto per l'opera lirica Fuori dai denti di Stefano Bassanese (1999). Ha collaborato ai testi dell'album di Massimo Giacon Nella città ideale (Fridge records, 2003), dove canta il brano Funky God. Ha scritto e cantato i testi delle canzoni Ti ho sognato e Svegliati svegliati, inclusi nella versione per tablet dell'edizione digitale di Lo show dei tuoi sogni, con musiche di Luca Bergia e Davide Arneodo dei Marlene Kuntz. Il gruppo musicale Banda Osiris ha musicato il testo della sua poesia La favola dell'amore inventato, inserita nell'album Banda 25 (2006). Il cantante e autore Ugo Ferrari ha musicato Lu bombo muscario e La gattarina, tratti da Groppi d'amore nella scuraglia, inserendoli nell'album Popular greggio del gruppo Humus. La poetessa Francesca Tuscano ha tratto dal romanzo Occhi sulla graticola il libretto dell'opera Incontro, musicato da Fausto Toscano.

Rete e impegno civile[modifica | modifica sorgente]

Nel 2002 è tra i fondatori del blog collettivo Nazione Indiana, da cui fuoriesce nel 2005 per fondare il sito-rivista Il primo amore. Si è speso firmando articoli, interviste, inchieste e appelli per sensibilizzare l'opinione pubblica su casi molto controversi, fra cui la riapertura del processo Pasolini, il diritto dei figli adottati a conoscere le proprie origini, l'estradizione di Cesare Battisti, la demonizzazione dei Rom, il "razzismo istituzionale" di alcuni sindaci e amministratori locali veneti, contro il quale, il 25 gennaio 2008, ha organizzato una manifestazione a Treviso con altri autori del Nordest.

Letture sceniche, partecipazioni teatrali e cinematografiche[modifica | modifica sorgente]

È salito sul palco centinaia di volte per varie letture sceniche da solo o con vari musicisti, fra cui: Banda Osiris; Enrico Rava; Massimo Giacon; Stefano Bollani; Mario Congiu; Giorgio Li Calzi; Giovanni Cospito; Alberto Mesirca; Massimo Donà; Francesco Bearzatti; Gianluigi Trovesi e Gianni Coscia, Marlene Kuntz, Debora Petrina.

Fra le sue principali letture sceniche:

  • Pop corn (1997-1999);
  • Covers (con Raul Montanari e Aldo Nove, 1999-2002);
  • Groppi d'amore nella scuraglia (2004- ), pubblicata anche in mp3 per il portale di audiolibri il Narratore;
  • I versi delle bestie (2007- );
  • Le forme del fiato, con Massimo Donà, Davide Ragazzoni e Francesco Bearzatti (2007- );
  • Stabat Mater (2009- )
  • Lo show dei tuoi sogni, con Luca Bergia e Davide Arneodo dei Marlene Kuntz, regia di Fabrizio Arcuri, produzione Accademia degli Artefatti (2010- );
  • Stanza del brulicame, con Federico Costanza (2011- );
  • Dialogo con Lesbia. Un'intervista impossibile, con Anna Zago (2013- ).

Ha partecipato al film Le rose del deserto (2006) di Mario Monicelli recitando il ruolo del capitano Dante Campiotti. Ha fiancheggiato Vitaliano Trevisan nella lettura scenica del testo dell'autore vicentino Una notte in Tunisia (2009).

Saggi e testi critici su Tiziano Scarpa[modifica | modifica sorgente]

  • Alfonso Berardinelli, "Lettera a Tiziano Scarpa", in: Ferroni-Onofri-La Porta-Berardinelli, Sul banco dei cattivi. A proposito di Baricco e di altri scrittori alla moda, Donzelli, Roma 2006.
  • Federico Francucci, "Esperienze dell'io d'autore", in: La carne degli spettri. Tredici interventi sulla letteratura contemporanea, Edizioni OMP, Pavia 2009.
  • Stefania Lucamante, Proposte per una poetica "liquida" dell'ideologia e dell'estetica contemporanee: Tiziano Scarpa e la parola altrui della letteratura, saggio apparso su Poetiche. Rivista di letteratura, Vol. 9, n. 3 del 2007.
  • Wu Ming 1, Wu Ming / Tiziano Scarpa: Face Off. Due modi di gettare il proprio corpo nella lotta (marzo 2009, pdf), che in realtà è una risposta a questo saggio dell'autore.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ A Tiziano Scarpa il premio Strega Battuto Scurati, terzo Lugli - Spettacoli & Cultura - Repubblica.it
  2. ^ Worldcat

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 116184023