William Baumol

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

William Jack Baumol (New York, 26 febbraio 1922) è un economista statunitense, professore della New York University e della Princeton University, si occupa del mercato del lavoro e di altri fattori economici. Ha inoltre apportato considerevoli contributi alla storia del pensiero economico. È tra i 500 migliori economisti del mondo secondo la RePEc[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Tra i suoi contributi più noti: la teoria dei mercati contendibili, il modello Baumol-Tobin sulla domanda di moneta con movente transattivo, la descrizione di quella che Baumol ha chiamato la malattia dei costi nel settore dei beni sociali, e i lavori sulle imposte pigouviane.[2]

Nel 2006 la riunione annuale della American Economic Association, onorando i suoi innumerevoli contributi, ha tenuto una sessione speciale in suo nome, nella quale sono stati presentati 12 documenti sull' imprenditorialità.[3]

La rivista inglese The Economist ha pubblicato un articolo su William Baumol e il suo lavoro di una vita teso a sviluppare un posto nella teoria economica dell'imprenditore (11 marzo 2006, pag. 68)[4], molto del quale deve la sua genesi a Joseph Schumpeter. Entrambi hanno infatti notato che la tradizionale teoria microecomica tiene in considerazione sia 'prezzi' che le 'imprese' ma non per ciò che (apparentemente) è il più importante motore dell'innovazione: l'imprenditore. Baumol ha il merito di aver posto rimedio a questa lacuna: "Grazie all'accurata opera di Baumol, ora per gli economisti gli imprenditori hanno un po' più di considerazione nelle loro teorie."

Baumol è tra i curatori dell'associazione Economists for Peace and Security. È membro straniero dell'Accademia dei Lincei[5].

Principali pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Community Indifference, 1946, RES [It:L'Indifferenza della Comunità, 1946]
  • A Community Indifference Map: A construction, 1949, RES. [It: Una Mappa di una Comunità indifferente, 1949, RES]
  • A Formalization of Mr. Harrod's Model, 1949, EJ. [It:Una Formalizzazione del Modello di Mr. Harrod, 1949, EJ.]
  • The Analogy between Producer and Consumer Equilibrium Analysis, con Helen Makower, 1950, Economica. [It:Le Analogie tra Produttore Consumatori, Un Analisi di Equilibrio]
  • Economic Dynamics, con R. Turvey, 1951. [It:Dinamiche Economiche]
  • The Transaction Demand for Cash: An inventory-theoretic approach, 1952, QJE. [It:La domanda di transazione per contanti: un approccio teorico-inventariale]
  • The Classical Monetary Theory: The outcome of the discussion, con G.S. Becker, 1952, Economica. [It:La teoria classica monetaria: L'esito della discussione]
  • Welfare Economics and the Theory of the State, 1952. [It: L'economia del benessere e la Teoria dello Stato]
  • Firms with Limited Money Capital, 1953, Kyklos. [It: Le imprese con capitale limitato]
  • Economic Processes and Policies, con L.V. Chandler, 1954. [It: Processi di politiche economiche]
  • More on the Multiplier Effect of a Balanced Budget, con M.H. Preston, 1955, AER. [It: L'effetto moltiplicatore del bilancio in pareggio]
  • Acceleration without Magnification, 1956, AER. [It:Accelerazione senza Ingradimento]
  • Variety in Retailing, con E.A. Ide, 1956 Management Science. [It:Varietà nel Commercio al Dettaglio]
  • Speculation, Profitability and Stability, 1957, REStat. [It: La speculazione, la redditività e stabilità].
  • Activity Analysis in One Lesson, 1958, AER. [It:Analisi di un'attività in una lezione]
  • On the Theory of Oligopoly, 1958, Economica. [It:Sulla Teoria dell'Oligopolio]
  • Topology of Second Order Linear Difference Equations with Constant Coefficients, 1958, Econometrica. [It: Topologia di Secondo ordine lineare equazioni alle differenze a coefficienti costanti]
  • The Cardinal Utility which is Ordinal, 1958, EJ. [It: L'utilità Cardinale, che è Ordinale]
  • Business Behavior, Value and Growth, 1959. [It: Comportamento commerciale, valore e crescita]
  • Integer Programming and Pricing, con R.E. Gomory, 1960, Econometrica. [It: Integer Programming e Listino Prezzi]
  • Economic Theory and Operations Analysis, 1961. [It: Teoria Economica e analisi delle operazioni]
  • What Can Economic Theory Contribute to Managerial Economics?, 1961, AER.[It: Che cosa può contribuire alla Teoria Economica Manageriale]
  • Pitfalls in Contracyclical Policies: Some tools and results, 1961, REStat. [It: Le insidie delle politiche controcicliche; Alcuni strumenti e risultati]
  • The Theory of Expansion of the Firm, 1962, AER. [It:La Teoria dell'Espansione delle Società]
  • Stocks, Flows and Monetary Theory, 1962, QJE. [It: Azioni, Flussi e Teoria Monetaria]
  • An Expected Gain-Confidence Limit Criterion for Portfolio Selection, 1963, Management Science. [It: Una previsione sul limiti e criteri nel guadagno-confidenza per la Selezione del Portfolio].
  • Rules of Thumb and Optimally Imperfect Decisions, con R. E. Quandt, 1964, American Economic Review, 54, pagg. 23-46. [It: Regole del Pollice e Ottimizzazione delle Decisioni Imperfette].
  • Decomposition, Pricing for Decentralization and External Economics, con T.Fabian, 1964, Management Science. [It: Decomposizione, Prezzi per una Decentralizzazione di una Economia esterna].
  • On the Performing Arts: the anatomy of their economic problems, con W.G. Bowen, 1965, AER. [Arti sceniche : anatomia dei loro problemi economici].
  • Investment and Discount Rates Under Capital Rationing, con R.E.Quandt, 1965, EJ. [It: Tariffe scontate per gli investimenti nel Capitale a Rrazionamento].
  • Informed Judgement, Rigorous Theory and Public Policy, 1965, Southern EJ. [It: Giudizio Informato, teoria rigorosa e Politiche Pubbliche].
  • The Stock Market and Economic Efficiency, 1965. [It: Il mercato delle Azioni e l'Efficienza Economica].
  • Performing Arts: the economic dilemma, 1966. [It: Le Arti sceniche : il dilemma economico].
  • The Ricardo Effect in Point-Input, Point-Output Case, 1966, Essays in Mathematical Economics in Honor of Oskar Morgenstern. [L'Effetto Ricardo nei Casi Point-Input e Point-Output].
  • Macroeconomics of Unbalanced Growth: The anatomy of urban crisis, 1967, AER. [It: Anatomia di una crisi urbana].
  • Calculation of Optimal Product and Retailer Characteristics, 1967, JPE. [It: Calcolo del Prodotto Ottimale e Caratteristiche al Dettaglio].
  • The Firm's Optimal Debt-Equity Combination and the Cost of Capital, con B.G. Malkiel, 1967, QJE. [It: La Combinazione Ottimale Debito-Credito e il Costo del Capitale delle Aziende].
  • Error Produced by Linearization in Mathematical Programming, con R. Bushnell, 1967, Econometrica. [It: Gli Errori Prodotti dai Programmi di Linearizzazione Matematica].
  • The Dual of Nonlinear Programming and its Economic Interpretation, con M.L.Balinski, 1968, RES. [It: I Programmi Duali Nonlineari e le loro Interpretazioni Economiche].
  • Entrepreneurship in Economic Theory, 1968, May, American Economic Review. [It: L'imprenditorialità nella Teoria Economica].
  • On the Social Rate of Discount, 1968, AER. [It: Su tasso sociale di Sconto].
  • On the Discount Rate for Public Projects, 1969, Analysis and Evaluation of Public Expenditures. [It: Sul tasso di sconto nei Progetti Pubblici].
  • Input Choices and Rate-of-Return Regulation: An overview of the discussion, con A.K.Klevorick, 1970, Bell JE.
  • Optimal Departures from Marginal Cost Pricing, con D.F. Bradford, 1970, AER.
  • The Economics of Athenian Drama, 1971, QJE.
  • Environmental protection, International Spillovers and Trade, 1971.
  • On the Economics of the Theatre in Renaissance London, con Mary Oates, 1972, Swedish JE.
  • The Dynamics of Urban Problems and its Policy Implications, 1972, in Preston and Corry, editors, Essays in Honor of Lord Robbins.
  • Taxation and the Control of Externalities, 1972, AER.
  • Detrimental Externalities and Non-Convexity of the Production Set, con D.F. Bradford, 1972, Economica.
  • The Transformation of Values: What Marx 'Really' Meant, 1974, JEL.
  • The Theory of Environmental Policy, con W.E.Oates, 1975.
  • Economics, Environmental Policy and Quality of Life, con W.E.Oates e S.A. Batey Blackman 1979.
  • Contestable Markets and the Theory of Industry Structure, con J.C. Panzar e R.D. Wilig, 1982.
  • Microtheory: Applications and origins, 1986.
  • Superfairness: Application and theory, con D. Fischer, 1986.
  • The Optimal Cash Balance Proposition: Maurice Allais' Priority, con J. Tobin, 1989, JEL.
  • Productivity and American Leadership: The long view, con S.A. Batey Blackman ed E.N. Wolff, 1989.
  • Perfect Markets and Easy Virtue: Business ethics and the invisible hand, con S.A. Batey Blackman, 1992
  • Entrepreneurship, Management and the Structure of Profit, 1993.
  • The Free Market Innovation Machine: Analyzing the Growth Miracle of Capitalism, 2002.
  • Good Capitalism, Bad Capitalism, and the Economics of Growth and Prosperity, con Robert Litan e Carl J. Schramm, 2007.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Top 5% Authors, RePEc, 2008-08. URL consultato l'11 settembre 2008.
  2. ^ Baumol, W.J. (1972), ‘On Taxation and the Control of Externalities’, American Economic Review, 62 (3), 307-322.
  3. ^ (EN) Annual Meeting Allied Social Science Associations, American Economic Association, 6 gennaio 2006. URL consultato l'11 settembre 2008.
  4. ^ (EN) Searching for the invisible man, The Economist, 9 marzo 2006. URL consultato l'11 settembre 2008.
  5. ^ Scheda, dal sito dell'Accademia dei Lincei

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Controllo di autorità VIAF: 108139227 LCCN: n79064968