Yogi Berra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yogi Berra
Yogi2.JPG
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Record
Batteva mancino
Tirava destro
Debutto in MLB 22 settembre 1946 con i New York Yankees
Ultima partita 9 maggio 1965 con i New York Mets
Media battuta (AVG) .285
Fuoricampo (HR) 359
Valide (H) 2150
Punti battuti a casa (RBI) 1430
Ruolo Ricevitore
Ritirato 1965
Carriera
Squadre di club
1946-1963New York Yankees
1965New York Mets
Carriera da allenatore
1963 New York Yankees
1964 New York Yankees (manager)
1965-1972 New York Mets
1972-1975 New York Mets (manager)
1976-1983 New York Yankees
1984-1985 New York Yankees (manager)
1986-1989 Houston Astros
Statistiche aggiornate al 29 febbraio 2008
(EN)

« It ain't over 'til it's over »

(IT)

« Non è finita finché non è finita. »

Lawrence Peter "Yogi" Berra (Saint Louis, 12 maggio 1925Montclair, 22 settembre 2015[1]) è stato un giocatore di baseball, allenatore di baseball e aforista statunitense.

Vissuto a Montclair, in New Jersey, fin dal periodo in cui era giocatore professionista, è stato ricevitore e manager della Major League Baseball, dove ha giocato l'intera carriera nella squadra dei New York Yankees.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La targa commemorativa presso il National Baseball Hall of Fame.

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nato in un piccolo quartiere italiano di Saint Louis, chiamato "The Hill", Berra era figlio di Pietro e di Paolina Berra, immigrati dall'Italia che agli inizi lo soprannominarono Lawdie, per le difficoltà della madre Paolina a pronunciare correttamente Lawrence o Larry. Pietro, originario di Malvaglio, frazione di Robecchetto con Induno, in provincia di Milano, era arrivato ad Ellis Island nel 1909 a 23 anni, mentre Paulina era giunta negli Stati Uniti alcuni anni dopo.

Soprannome[modifica | modifica wikitesto]

Lawrence Berra prese il suo famoso soprannome da un amico che, vedendolo seduto a braccia conserte e gambe incrociate aspettando di battere, o dopo aver perso una partita, disse che assomigliava a una divinità indù (Yogi) che aveva visto in un film[senza fonte]. Pare che il nome di uno dei personaggi più famosi dei cartoni animati di Hanna-Barbera, l'Orso Yoghi (Yogi Bear), derivi da lui[1].

Carriera sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Cominciò a giocare a baseball nelle serie regionali American Legion, dove imparò le basi del gioco e si specializzò come ricevitore. Berra divenne un giocatore leggendario e in particolare un simbolo per la squadra dei New York Yankees, con cui giocò per quasi tutta la sua carriera e vinse - nel suo ruolo di ricevitore, ma anche di coach e manager – 13 World Series, giocandone in tutto 21.[2] Nessun altro giocatore ha vinto tanto.[2]

È entrato a far parte, unitamente a Sandy Koufax, della Hall of Fame di baseball nel 1972. È stato uno dei soli 4 giocatori a essere stati nominati Most Valuable Player della American League 3 volte, e uno dei 6 manager a guidare sia una squadra della American League che una della National League alle World Series. Nel 1999 è stato inserito da The Sporting News‍ al 40º posto nella classifica dei migliori cento giocatori di tutti i tempi.[3]

Aforismi[modifica | modifica wikitesto]

Yogi divenne famoso anche per i suoi aforismi. La sua frase più famosa, pietra miliare e punto di riferimento per ogni giocatore di baseball è "It ain't over 'til it's over", ossia "Non è finita finché non è finita".

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Berra è morto il 22 settembre 2015 a West Caldwell, in New Jersey, in una casa per anziani in cui risiedeva da tempo.[4][5]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

New York Yankees: 1947, 19491953, 1956, 1958, 1961, 1962, 1977, 1978
New York Mets: 1969

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1951, 1954, 1955
1948–1961², 1962²

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia Presidenziale della Libertà - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia Presidenziale della Libertà
— 24 novembre 2015[6]
Ellis Island Medal of Honor - nastrino per uniforme ordinaria Ellis Island Medal of Honor

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Baseball legend Yogi Berra dies at 90, bbc.com, 23 settembre 2015. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  2. ^ a b (EN) È morto Yogi Berra, ilpost.it, 23 settembre 2015. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  3. ^ (EN) Baseball's 100 Greatest Players, baseball-almanac.com. URL consultato il 15 novembre 2015.
  4. ^ (EN) Yogi Berra, Yankees Hall of Fame Catcher With a One-of-a-Kind Wit, Dies at 90, nytimes.com, 23 settembre 2015. URL consultato il 23 settembre 2015.
  5. ^ Addio Yogi Berra, icona americana del baseball (e non solo), corriere.it, 23 settembre 2015. URL consultato il 23 settembre 2015.
  6. ^ President Obama Names Recipients of the Presidential Medal of Freedom, su The White House, 16 novembre 2015. URL consultato il 5 dicembre 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Carmelo J. Sigona. "Lawrence Yogi Peter Berra". In Italian Americans of the Twentieth Century, ed. George Carpetto and Diane M. Evanac (Tampa, FL: Loggia Press, 1999), pp. 44-45.
  • (EN) Frank J. Cavaioli, "Lawrence Peter Yogi Berra." In The Italian American Experience: An Encyclopedia, ed. S.J. LaGumina, et al. (New York: Garland, 2000), 61-62.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN116640677 · LCCN (ENn50007716