Yogi Berra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yogi Berra
Yogi2.JPG
Nome Lawrence Peter Berra
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Record
Batteva mancino
Tirava destro
Debutto in MLB 22 settembre 1946 con i New York Yankees
Ultima partita 9 maggio 1965 con i New York Mets
Media battuta (AVG) .285
Fuoricampo (HR) 359
Valide (H) 2150
Punti battuti a casa (RBI) 1430
Ruolo Ricevitore
Ritirato 1965
Carriera
Squadre di club
1946-1963 New York Yankees New York Yankees
1965 Stemma New York Mets New York Mets
Carriera da allenatore
1963 New York Yankees New York Yankees
1964 New York Yankees New York Yankees (manager)
1965-1972 Stemma New York Mets New York Mets
1972-1975 Stemma New York Mets New York Mets (manager)
1976-1983 New York Yankees New York Yankees
1984-1985 New York Yankees New York Yankees (manager)
1986-1989 Stemma Houston Astros Houston Astros
Statistiche aggiornate al 29 febbraio 2008
(EN)

« It ain't over 'til it's over »

(IT)

« Non è finita finché non è finita. »

Lawrence Peter "Yogi" Berra (Saint Louis, 12 maggio 1925Montclair, 22 settembre 2015[1]) è stato un giocatore di baseball, allenatore di baseball e aforista statunitense.

Vissuto a Montclair, in New Jersey, fin dal periodo in cui era giocatore professionista, è stato ricevitore e manager della Major League Baseball, dove ha giocato l'intera carriera nella squadra dei New York Yankees.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La targa commemorativa presso il National Baseball Hall of Fame.

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nato in un piccolo quartiere italiano di Saint Louis, chiamato "The Hill", Berra era figlio di Pietro e di Paolina Berra, immigrati dall'Italia che agli inizi lo soprannominarono Lawdie, per le difficoltà della madre Paolina a pronunciare correttamente Lawrence o Larry. Pietro, originario di Malvaglio, frazione di Robecchetto con Induno, in provincia di Milano, era arrivato ad Ellis Island nel 1909 a 23 anni, mentre Paulina era giunta negli Stati Uniti alcuni anni dopo.

Soprannome[modifica | modifica wikitesto]

Lawrence Berra prese il suo famoso soprannome da un amico che, vedendolo seduto a braccia conserte e gambe incrociate aspettando di battere, o dopo aver perso una partita, disse che assomigliava a una divinità indù (Yogi) che aveva visto in un film[senza fonte]. Pare che il nome di uno dei personaggi più famosi dei cartoni animati di Hanna-Barbera, l'Orso Yoghi (Yogi Bear), derivi da lui[1].

Carriera sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Cominciò a giocare a baseball nelle serie regionali American Legion, dove imparò le basi del gioco e si specializzò come ricevitore. Berra divenne un giocatore leggendario e in particolare un simbolo per la squadra dei New York Yankees, con cui giocò per quasi tutta la sua carriera e vinse - nel suo ruolo di ricevitore, ma anche di coach e manager – 13 World Series, giocandone in tutto 21.[2] Nessun altro giocatore ha vinto tanto.[2]

È entrato a far parte, unitamente a Sandy Koufax, della Hall of Fame di baseball nel 1972. È stato uno dei soli 4 giocatori a essere stati nominati Most Valuable Player della American League 3 volte, e uno dei 6 manager a guidare sia una squadra della American League che una della National League alle World Series. Nel 1999 è stato inserito da The Sporting News‍ al 40º posto nella classifica dei migliori cento giocatori di tutti i tempi.[3]

Aforismi[modifica | modifica wikitesto]

Yogi divenne famoso anche per i suoi aforismi. La sua frase più famosa, pietra miliare e punto di riferimento per ogni giocatore di baseball è "It ain't over 'til it's over", ossia "Non è finita finché non è finita".

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Berra è morto il 22 settembre 2015 a West Caldwell, in New Jersey, in una casa per anziani in cui risiedeva da tempo.[4][5]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

New York Yankees: 1947, 1949–1953, 1956, 1958, 1961, 1962, 1977, 1978
New York Mets: 1969

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1951, 1954, 1955
1948–1961², 1962²

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia Presidenziale della Libertà - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia Presidenziale della Libertà
— 24 novembre 2015[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Baseball legend Yogi Berra dies at 90, bbc.com, 23 settembre 2015. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  2. ^ a b (EN) È morto Yogi Berra, ilpost.it, 23 settembre 2015. URL consultato il 17 ottobre 2015.
  3. ^ (EN) Baseball's 100 Greatest Players, baseball-almanac.com. URL consultato il 15 novembre 2015.
  4. ^ (EN) Yogi Berra, Yankees Hall of Fame Catcher With a One-of-a-Kind Wit, Dies at 90, nytimes.com, 23 settembre 2015. URL consultato il 23 settembre 2015.
  5. ^ Addio Yogi Berra, icona americana del baseball (e non solo), corriere.it, 23 settembre 2015. URL consultato il 23 settembre 2015.
  6. ^ President Obama Names Recipients of the Presidential Medal of Freedom, su The White House, 16 novembre 2015. URL consultato il 5 dicembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Yogi Berra, su MLB.com, MLB Advanced Media.
  • (EN) Yogi Berra, su baseball-reference.com, Sports Reference LLC.
  • (EN) Yogi Berra, su fangraphs.com, Fangraphs Inc.
  • (EN) Yogi Berra, su The Baseball Cube, Gary Cohen.
Controllo di autorità VIAF: (EN116640677 · LCCN: (ENn50007716