Rabbit Maranville

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rabbit Maranville
Rabbit Maranville 1914.jpg
Maranville nel 1914
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Ruolo Interbase, seconda base, manager
Ritirato 1935
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (1954)
Carriera
Squadre di club
1912-1920 Boston Braves
1921-1924Pittsburgh Pirates
1925Chicago Cubs
1926 Brooklyn Robins
1927-1928Pittsburgh Pirates
1929-1933, 1935Boston Braves
Carriera da allenatore
1925Chicago Cubs
Statistiche
Batte destro
Lancia destro
Media battuta ,258
Valide 2 605
Punti battuti a casa 884
Fuoricampo 28
Palmarès
World Series 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 4 giugno 2019

Walter James Vincent "Rabbit" Maranville (Springfield, 11 novembre 1891Woodside, 6 gennaio 1954) è stato un giocatore di baseball e allenatore di baseball statunitense che ha giocato nel ruolo di interbase e seconda base nella Major League Baseball (MLB). È stato introdotto nella National Baseball Hall of Fame nel 1954.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Maranville finì terzo nel premio di MVP nella sua prima stagione completa mentre giocava per i Boston Braves a 1913 a 21 anni anche se batté solamente con una media di .247 con 2 fuoricampo in 143 partite. L'anno successivo fu secondo nel premio di MVP dietro al compagno Johnny Evers con i Braves che vinsero il pennant della National League e poi batterono i Philadelphia A's nelle World Series 1914.

Nella sua lunga carriera, a cavallo tra la dead-ball era e la live-ball era, Maranville giocò per i Boston Braves (1912–1920, 1929–1933, 1935), i Pittsburgh Pirates (1921–1924), i Chicago Cubs (1925), i Brooklyn Robins (1926) e i St. Louis Cardinals (1927–1928). Si ritirò con una media battuta di .258, 2.605 valide, 1.255 punti, 28 home run, 884 punti battuti a casa e 291 basi rubate. Come interbase chiuse con un record per il ruolo di 5.139 putout.[1] Tornò a vincere il pennant della National League nel 1928 come membro dei Cardinals. Le sue 23 stagioni nella National League rimasero un record fino al 1986, quando fu battuto da Pete Rose.

Maranville era noto come uno dei "clown più famosi del baseball" per i frequenti scherzi che inventava e la sua mancanza di inibizioni. Quando fu nominato manager dei Chicago Cubs nel 1925, in una delle loro peggiori stagioni di sempre, non cambiò il suo comportamento. Una notte si introdusse nel pullman dove dormivano i giocatori e verso loro in faccia dell'acqua dicendo: "Non si dorme sotto la gestione di Maranville, specialmente di notte." Poco tempo dopo uscì nelle strade vicino a Ebbets Field a Brooklyn imitando un ragazzo dei giornali e gridando: "Leggete qui! Maranville licenziato!" E così accade il giorno successivo.[2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Boston Braves: 1914

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pietrusza, David, Matthew Silverman e Gershman, Michael, Baseball: The Biographical Encyclopedia, New York, Total Sports, 2000, pp. 707–708, ISBN 1-892129-34-5.
  2. ^ Nash, B. & Zullo, A. The Baseball Hall of Shame 3, 1987; p. 134

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0000 6242 0183 · LCCN (ENno2009087701 · WorldCat Identities (ENno2009-087701