Connie Mack

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Connie Mack
Connie Mack3.jpg
Mack nel 1911
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Ruolo Ricevitore, Manager, Proprietario
Ritirato 1896 (giocatore)
1950 (manager)
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (1937)
Carriera
Squadre di club
1886-1889 600px Bianco e Marrone.png Washington Nationals
1890 600px vertical Black HEX-D4AC37.svg Buffalo Bisons
1891-1896Pittsburgh Pirates
Carriera da allenatore
1894-1896 Pittsburgh Pirates
1901-1950Philadelphia Athletics
Statistiche
Batte destro
Lancia destro
Media battuta ,245
Valide 659
Punti battuti a casa 265
Palmarès
World Series 5
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 29 novembre 2017

Cornelius Alexander McGillicuddy, meglio noto come Connie Mack (East Brookfield, 22 dicembre 1862Filadelfia, 8 febbraio 1956), è stato un giocatore di baseball e allenatore di baseball statunitense nella Major League Baseball (MLB). Detiene i record in carriera di vittorie (3.731), sconfitte (3.948) e gare come manager (7,755) della storia, con le sue vittorie che sono oltre mille in più di qualsiasi altro allenatore. È stato introdotto nella National Baseball Hall of Fame nel 1937

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Mack giocò come ricevitore a partire dal 1886 per dieci stagioni nella National League e una nella Players' League. Nelle ultime tre stagioni nella NL svolse il doppio ruolo di giocatore-manager dei Pittsburgh Pirates dal 1894 al 1896, con un record di 149–134 (.527). Fu licenziato il 21 settembre 1896,[1] dopo di che si ritirò da giocatore a tempo pieno per accettare un accordo con Henry Killilea per essere il manager ed occasionalmente il ricevitore di riserva dei Milwaukee Brewers delle minor league. L'accordo previde un salario di 3.000 dollari e il 25% della proprietà del club.[2] Allenò i Brewers quattro stagioni dal 1897 al 1900, nell'ultima delle quali ottenne il miglior risultato, un secondo posto. Durante la permanenza a Milwaukee firmò il lanciatore Rube Waddell, che lo avrebbe seguito nelle leghe maggiori.

Nel 1901 Mack divenne manager, tesoriere e comproprietario dei Philadelphia Athletics della nuova American League.[3] Allenò gli Athletics fino alla stagione 1950, con un bilancio di 3.582–3.814 (.484) quando si ritirò all'età di 87 anni. Con essi vinse 9 pennant, disputò 8 World Series e ne vinse 5.

I 50 anni di Mack come manager degli Athletics sono il massimo per qualsiasi allenatore nella storia degli sport professionistici americani. Solo due allenatori a livello universitario hanno avuto esperienza più lunghe: Eddie Robinson nel college football allenò i Grambling State Tigers per 57 stagioni, dal 1941 al 1997; Joe Paterno allenò i Penn State Nittany Lions per 62 anni, ma solo in 46 di essi fu il capo-allenatore.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Philadelphia Athletics: 1910, 1911, 1913, 1929, 1930

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Macht, p. 128
  2. ^ Macht, p. 131.
  3. ^ Warrington, Bob. John Shibe – A Biographic Sketch, su philadelphiaathletics.org. URL consultato il 26 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2006).. Philadelphia Athletics Historical Society. URL consultato il 29 novembre 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Connie Mack and the Early Years of Baseball, by Norman L. Macht (University of Nebraska Press).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Connie Mack, su baseball-reference.com, Sports Reference LLC.
  • (EN) Connie Mack, su baseball-reference.com (Minors), Sports Reference LLC.
Controllo di autoritàVIAF (EN1300621 · ISNI (EN0000 0000 8191 260X · LCCN (ENn80001152 · GND (DE138699887 · NDL (ENJA00448399 · WorldCat Identities (ENn80-001152