Whitey Ford

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Whitey Ford
Whitey Ford 1953 Bowman.jpg
Ford nel 1953
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Record
Batte sinistro
Tira sinistro
Debutto in MLB 15 aprile 1968 con i New York Yankees
Partite vinte-perse 236-106
Media PGL (ERA) 2.75
Strikeout (SO) 1956
Ruolo Lanciatore
Ritirato 1967
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (1974)
Carriera
Squadre di club
1950,
1953-1967
New York Yankees
Palmarès
World Series 6
All-Star 10
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 25 novembre 2015

Edward Charles "Whitey" Ford, soprannominato "The Chairman of the Board" (New York, 21 ottobre 1928), è un ex giocatore di baseball statunitense di ruolo lanciatore che ha giocato per tutta la carriera con i New York Yankees della Major League Baseball (MLB). È stato introdotto nella National Baseball Hall of Fame nel 1974.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ford debuttò nella MLB nel 1950, vincendo subito le sue prime World Series con gli Yankees. Fu costretto a saltare le due stagioni successive per partecipare alla Guerra di Corea. Fece ritorno nel 1953 diventando titolare per gli Yankees e si guadagnò il soprannome di "Chairman of the Board" per la sua abilità di mantenere la calma sotto pressione. Nel 1956 pareggiò l'allora record dell'American League con sei strikeout consecutivi, ripetendosi nel 1958. Nel 1955 disputò due gare consecutive in cui concedette una sola battuta valida, pareggiando un record detenuto da diversi altri giocatori.

Nel 1955, Ford guidò l'American League in gare complete e vittorie, l'anno seguente in media PGL e percentuale di vittorie, nel 1958 in media PGL e sia nel 1961 che 1963 in vittorie e percentuale di vittorie. Ford vinse il Cy Young Award nel 1961 e l'avrebbe probabilmente vinto anche nel 1963 se fossero già esistiti i premi separati per le due leghe. Invece non riuscì a pareggiare i numeri di Sandy Koufax dei Los Angeles Dodgers della National League. Con gli Yankees fu convocato per dieci All-Star Game e vinse per sei volte le World Series.

Ford vinse 236 gare per New York, ancora un record di franchigia. Tra i lanciatori con almeno 300 decisioni in carriera, Ford è al primo posto per percentuale di vittorie (69,0%). La sua media media PGL di 2.75 è la seconda migliore della storia dall'avvento della cosiddetta live-ball era del 1920, dietro solo al 2.51 di Clayton Kershaw. Nel 1999, The Sporting News lo inserì al 52º posto nella classifica dei migliori cento giocatori di tutti i tempi[1]. Con la scomparsa di Yogi Berra nel 2015, il New York Times ha suggerito che Ford possa essere considerato "il più grande Yankee vivente".[2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

New York Yankees: 1950, 1953, 1956, 1958, 1961, 1962

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1961
1961
1954–1956, 1958, 1959, 1960–1961², 1964
  • Leader dell'American League in vittorie: 3
1955, 1961, 1963
  • Leader della MLB in media PGL: 2
1956, 1958

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Baseball's 100 Greatest Players, baseball-almanac.com. URL consultato il 17 novembre 2015.
  2. ^ Vecsey, George (25 settembre 2015) " Whitey Ford, a Six-Time Champion, Can Add a Title: Greatest Living Yankee" The New York Times, pages B8 and B9 [1]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN16247853 · ISNI (EN0000 0000 2829 6078 · LCCN (ENn86066425