Hack Wilson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hack Wilson
Hack Wilson Goudey card.jpg
Wilson in una figurina del 1933
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Ruolo esterno
Ritirato 1934
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (1979)
Carriera
Squadre di club
1923-1925New York Giants
1926-1931Chicago Cubs
1932-1934Brooklyn Dodgers
1934Philadelphia Phillies
Statistiche
Batte entrambi
Lancia destro
Media battuta ,307
Punti battuti a casa 1 063
Fuoricampo 244
Statistiche aggiornate all'11 luglio 2017

Lewis Robert Wilson, soprannominato "Hack" (Ellwood City, 26 aprile 1900Baltimora, 23 novembre 1948), è stato un giocatore di baseball statunitense che ha giocato nel ruolo di esterno nella Major League Baseball (MLB). È stato introdotto nella National Baseball Hall of Fame nel 1979.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Wilson giocò per 12 stagioni nella MLB per i New York Giants, i Chicago Cubs, i Brooklyn Dodgers e i Philadelphia Phillies.[1] Malgrado la sua bassa statura, fu uno dei migliori battitori di potenza sul finire degli anni venti e l'inizio degli anni trenta.[2]

La stagione 1930 di Wilson mentre militava nei Cubs è ampiamente considerata una delle migliori in battuta della storia del baseball.[2][3] Alla metà di luglio aveva accumulato 82 punti battuti a casa (RBI). Ad agosto batté 13 fuoricampo e 53 RBI e il 15 settembre raggiunse i 176 RBI, superando il record stagionale della MLB stabilito da Lou Gehrig tre anni prima.[2] Concluse la stagione con 190 (numero poi corretto a 191), assieme all'allora primato della National League di 56 fuoricampo, con una media battuta di.356, .454 di arrivo in base e guidando la lega con una media bombardieri di .723.[1] Fu votato, in maniera non ufficiale, giocatore "più utile" della NL dalla Baseball Writers' Association of America (che non inaugurò il suo premio di MVP fino all'anno successivo).[4] I 56 fuoricampo di Wilson rimasero un record della NL fino al 1998, quando furono superati da Sammy Sosa (66) e Mark McGwire (70).[5] Quei 191 RBI rimangono uno dei record più durevoli della storia del baseball: solo Gehrig (184) e Hank Greenberg (183) vi si sono avvicinati mentre non ci sono stati dei veri sfidanti negli ultimi 75 anni (la miglior prestazione recente sono stati i 165 di Manny Ramírez nel 1999).[6]

Mentre la combattività e l'eccessivo uso di alcool di Wilson lo resero una delle personalità sportive più colorite della sua epoca,[7] la sua passione per il bere e le risse contribuirono a terminare prematuramente la sua carriera da atleta e alla fine, anche alla morte.[8][9] Di lui, un giornalista sportivo scrisse: "Per un breve arco di anni, questo piccolo uomo forzuto rivaleggiò davvero con il grande [Babe] Ruth."[10]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • Leader della National League in fuoricampo: 4
1926–1928, 1930
  • Leader della National League in punti battuti a casa: 2
1929, 1930

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Hack Wilson statistics, Baseball Reference. URL consultato l'11 luglio 2017.
  2. ^ a b c Holway, John, Hack Wilson Belted Homers, Hecklers with Equal Gusto, in Baseball Digest, Books.Google.com, giugno 1996. URL consultato l'11 luglio 2017.
  3. ^ League by League Totals for Batting Average, Baseball Almanac. URL consultato l'11 luglio 2017.
  4. ^ Hack Wilson Is Picked as Most Useful Player, in The Milwaukee Journal, Associated Press, 8 ottobre 1930, p. 2. URL consultato l'11 luglio 2017.
  5. ^ Single-Season Leaders & Records for Home Runs, Baseball Reference. URL consultato l'11 luglio 2011.
  6. ^ Single-Season Leaders & Records for Runs Batted In, Baseball Reference. URL consultato l'11 luglio 2017.
  7. ^ Death Overtakes Hack Wilson Of Home Run Fame, in The Evening Independent, Associated Press, 24 novembre 1948, p. 19. URL consultato l'11 luglio 2017.
  8. ^ Dolgan, Bob, Former Teammates Recall Hack Wilson, in Baseball Digest, Books.Google.com, March 1978. URL consultato l'11 luglio 2017.
  9. ^ Drooz, Al, ...But Memories of Hack Wilson Fade Away, in Baseball Digest, Books.Google.com, ottobre 1974. URL consultato l'11 luglio.
  10. ^ Parker 2000, p. 195.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Parker, Clifton B. (2000). Fouled Away: The Baseball Tragedy of Hack Wilson (Softcover ed.). Jefferson, North Carolina: McFarland & Company, Inc. ISBN 0-7864-0864-2.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN60314537 · LCCN (ENn00084304 · WorldCat Identities (ENn00-084304