Ernie Banks

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ernie Banks
Ernie Banks 1955 Bowman card.jpg
Banks nel 1955.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Record
Batte destro
Tira destro
Debutto in MLB 17 settembre 1941 con i Chicago Cubs
Media battuta (AVG) .274
Fuoricampo (HR) 512
Punti battuti a casa (RBI) 1.636
Ruolo Interbase, Prima base
Ritirato 1971
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (1977)
Carriera
Squadre di club
1953-1971Chicago Cubs
Palmarès
MVP della National League 2
All-Star 14
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 13 ottobre 2015

Ernest "Ernie" Banks, soprannominato Mr. Cub e Mr. Sunshine (Dallas, 31 gennaio 1931Chicago, 23 gennaio 2015), è stato un giocatore di baseball statunitense di ruolo interbase e prima base che ha giocato per tutta la carriera con i Chicago Cubs della Major League Baseball (MLB). È stato inserito nella National Baseball Hall of Fame nel 1977.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Considerato uno dei migliori giocatori di tutti i tempi,[1][2][3] Banks iniziò a giocare a baseball come professionista nel 1950 con i Kansas City Monarchs nelle Negro League. Dopo avere servito nell'Esercito per due anni, fece ritorno ai Monarchs, prima di iniziare la carriera nella major league nel settembre 1953. L'anno seguente giunse secondo nel premio di rookie dell'anno. A partire dal 1955, Banks fu convocato per l'All-Star Game in undici stagioni, disputando 13 dei 15 All-Star Game tenutisi in quelle annate.[4] Banks fu la principale attrazione dei Cubs sul finire degli anni cinquanta, venendo premiato come MVP della National League nel 1958 e 1959 e diventando il primo giocatore della franchigia a vincere il Guanto d'oro nel 1960.

Nel 1962, Banks divenne stabilmente il prima base dei Cubs. A metà degli anni sessanta, il manager Leo Durocher iniziò a diventare frustrato da Banks, affermando che le sue prestazioni alla battuta fossero in calo. Durocher disse di non potere rimuovere Banks dalla formazione a causa della sua estrema popolarità tra i tifosi dei Cubs. Tra il 1967 e il 1971, fu contemporaneamente allenatore e giocatore. Nel 1969, un sondaggio del Chicago Sun-Times lo incoronò miglior giocatore di tutti i tempi della squadra. Nel 1970, Banks colpì il suo 500º fuoricampo al Wrigley Field. Si ritirò l'anno successivo e fu il primo giocatore della squadra a vedere il suo numero ritirato. Nel 1999 fu inserito nella formazione del secolo della MLB[5] e nello stesso anno fu votato da The Sporting News‍ al 38º posto nella classifica dei migliori cento giocatori di tutti i tempi.[6]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

1958, 1959
1955–1960², 1961²–1962², 1965, 1967, 1969
1960

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ernie Banks, the Eternally Hopeful Mr. Cub, Dies at 83. The New York Times. 23 gennaio 2015. Consultato il 13 ottobre 2015.
  2. ^ Chicago Cubs Hall of Famer Ernie Banks dies at 83. USA Today. 24 gennaio 2015. Consultato il 13 ottobre 2015.
  3. ^ ESPN's Hall of 100. ESPN. 2014–2015.
  4. ^ La MLB tenne due All-Star Game all'anno dal 1959 al 1962
  5. ^ All-Century Team Information All Century Team, Baseball Almanac. URL consultato l'11 ottobre 2015.
  6. ^ (EN) Baseball's 100 Greatest Players (baseball-almanac.com). URL consultato il 15 novembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN50913780 · ISNI (EN0000 0000 3143 0960 · LCCN (ENn94031026 · WorldCat Identities (ENn94-031026