Johnny Evers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Johnny Evers
Johnny Evers 1910.jpg
Evers nel 1910
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Record
Batte sinistro
Tira destro
Debutto in MLB 1º settembre 1902 con i Chicago Orphans
Media battuta (AVG) .270
Fuoricampo (HR) 12
Punti battuti a casa (RBI) 538
Ruolo Seconda base
Ritirato 1929
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (1946)
Carriera
Squadre di club
1902-1913 Chicago Cubs
1914-1917 Boston Braves
1917 Philadelphia Phillies
1922 Chicago White Sox
1929 Boston Braves
Carriera da allenatore
1913, 1921 Chicago Cubs
1924 Chicago White Sox
Palmarès
World Series 3
MVP della National League 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 13 novembre 2015

John Joseph Evers (Troy, 21 luglio 1881Albany, 28 marzo 1947) è stato un giocatore di baseball e allenatore di baseball statunitense di ruolo seconda base nella Major League Baseball (MLB). È stato introdotto nella National Baseball Hall of Fame nel 1946.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Evers giocò nella Major League Baseball dal 1902 al 1917 per Chicago Cubs, Boston Braves e Philadelphia Phillies. Giocò anche una gara a testa con Chicago White Sox e Braves mentre era il loro allenatore, nel 1922 e 1929, rispettivamente.

Dopo avere giocato per una stagione nelle minor league baseball, Frank Selee, manager dei Cubs, acquistò il contratto di Evers, facendone il suo seconda base titolare. Con la squadra raggiunse quattro pennant della National League e due titoli delle World Series.[1][2] I Cubs scambiarono Evers con i Braves nel 1914: quell'anno guidò la sua nuova squadra alla vittoria delle World Series,[3] venendo premiato come MVP della National League. Evers continuò a giocare per i Braves e i Phillies fino al 1917. In seguito divenne allenatore, osservatore, manager e general manager. Noto per essere stato uno dei migliori difensori della MLB, Evers possedeva anche un temperamento scontroso che spesso esibiva contro gli arbitri. Fu anche parte di una famosa combinazione per i doppi giochi in difesa con Joe Tinker e Frank Chance, immortalata nel verso "Tinker-to-Evers-to-Chance" della poesia "Baseball's Sad Lexicon". Furono tutti e tre introdotti nella Hall of Fame nello stesso anno.[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Chicago Cubs: 1907, 1908
Boston Braves: 1914

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1914

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 1907 World Series (Baseball Reference). URL consultato il 13 novembre 2015.
  2. ^ (EN) 1908 World Series (Baseball Reference). URL consultato il 13 novembre 2015.
  3. ^ (EN) 1914 World Series (Baseball Reference). URL consultato il 13 novembre 2015.
  4. ^ New Plaques Placed in Baseball Hall of Fame, in Reading Eagle (International News Service), 21 luglio 1947, p. 11. URL consultato il 13 novembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN43445904 · LCCN (ENn89621879 · WorldCat Identities (ENn89-621879