Monte Irvin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monte Irvin
Monte Irvin 1953.jpg
Irvin nel 1953
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Ruolo Esterno
Ritirato 1956
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (1973)
Carriera
Squadre di club
1938-1948 600px Blu e Bianco2.svg Newark Eagles (NL)
1949-1955New York Giants
1956Chicago Cubs
Statistiche
Batte destro
Lancia destro
Media battuta ,293
Punti battuti a casa 443
Fuoricampo 99
Palmarès
World Series 1
All-Star 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 20 giugno 2017

Monford Merrill Irvin, soprannominato "Monte" (Haleburg, 25 febbraio 1919Houston, 11 gennaio 2016), è stato un giocatore di baseball statunitense che ha giocato nel ruolo di esterno nella Major League Baseball (MLB). È stato introdotto nella National Baseball Hall of Fame nel 1973.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Irvin dal 1938 al 1948 giocò nelle Negro League, venendo convocato per cinque All-Star Game e vincendo le Negro League World Series con i Newark Eeagles nel 1946. Nel 1949 divenne uno dei primi giocatori afroamericani a passare nella MLB dopo che Jackie Robinson ruppe la barriera razziale nel 1947. Debuttò con i New York Giants l'8 luglio 1949. Due anni dopo guidò la National League con 121 punti battuti a casa (RBI), contribuendo a raggiungere le World Series. Quell'anno assieme a Hank Thompson e Willie Mays formò il primo gruppo di esterni interamente composto da giocatori afroamericani della storia della lega. A fine anno si classificò al terzo posto nel premio di MVP della National League. Sempre nel 1951, gli fu chiesto dal manager Leo Durocher di fare da mentore alla futura superstar Mays, che in seguitò lo ricordò "come un fratello".[1]

Irvin fu convocato per il suo unico All-Star Game nella MLB nel 1952, malgrado l'avere subito una frattura a una gamba ad aprile. Disputò solo 46 gare quell'anno, con una media battuta di .310, 4 fuoricampo e 21 RBI.[2] Batté con .329 con 21 home run e 97 RBI nel 1953. L'anno successivo i Giants vinsero le World Series in quattro partite, dove fece registrare due valide in nove turni in battuta.[3]

Nel 1956, Irvin passò ai Chicago Cubs.[4] Con essi disputò 111 gare, battendo con .271 e 15 home run.[5] L'anno successivo fu costretto al ritiro da un infortunio alla schiena.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

New York Giants: 1954

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1952
  • Leader della National League in punti battuti a casa: 1
1951

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chris Haft, Irvin played big part in Mays' ascension, MLB.com, 13 aprile 2012. URL consultato il 20 giugno 2017.
  2. ^ Sam Lacy, Bums, to a man, regret injury to Monte Irvin, in Baltimore Afro-American, 8 aprile 1952. URL consultato il 20 giugno 2017.
  3. ^ 1954 World Series, Baseball-Reference.com. URL consultato il 20 giugno 2017.
  4. ^ Monte Irvin signs Cubs' contract, in Baltimore Afro-American, 3 gennaio 1956. URL consultato il 20 giugno 2017.
  5. ^ Monte Irvin Statistics and History, Baseball-Reference.com. URL consultato il 20 giugno 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN43890584 · ISNI (EN0000 0000 4112 5476 · LCCN (ENno96017824 · WorldCat Identities (ENno96-017824