Duke Snider

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Duke Snider
Duke Snider 1953.jpg
Snider nel 1953
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Record
Batte destro
Tira destro
Debutto in MLB 17 aprile 1947 con i Brooklyn Dodgers
Media battuta (AVG) .295
Fuoricampo (HR) 407
Punti battuti a casa (RBI) 1333
Ruolo Esterno
Ritirato 1964
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (1980)
Carriera
Squadre di club
1947-1962600px Dodger blue and white.png Brooklyn/L.A. Dodgers
1963New York Mets
1964San Francisco Giants
Palmarès
World Series 2
All-Star 8
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 25 ottobre 2015

Edwin Donald "Duke" Snider (Los Angeles, 19 settembre 1926Escondido, 27 febbraio 2011) è stato un giocatore di baseball statunitense di ruolo esterno nella Major League Baseball (MLB). È stato introdotto nella National Baseball Hall of Fame nel 1980[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Snider debuttò con i Brooklyn Dodgers nel 1947, giocando 39 gare quell'anno e diventando presto amico di Jackie Robinson. Divenne stabilmente titolare nel 1949 battendo 23 home run e qualificandosi per le World Series coi Dodgers, in una squadra che vedeva la presenza di stelle come Roy Campanella, Billy Cox, Carl Erskine, Pee Wee Reese e Robinson. Snider fu spesso paragonato ad altri due esterni di centro di New York, gli Hall of Famer Mickey Mantle e Willie Mays.

Snider fu convocato per il primo All-Star Game nel 1950. Tra il 1953 e il 1957 batté sempre almeno 40 fuoricampo. Nel 1955 si classificò secondo dopo una votazione controversa nel premio di MVP della National League dietro al compagno Campanella.[2] Coi Dodgers conquistò le World Series nel 1955, il loro unico titolo a Brooklyn, e nel 1959, dopo il trasferimento a Los Angeles, quando ormai i suoi numeri avevano iniziato a declinare. Nel 1963 fu ceduto ai New York Mets, dove fu convocato per l'ottavo e ultimo All-Star Game. Fu nuovamente ai San Francisco Giants dopo che chiese di passare in una squadra che lottava per il titolo, ritirandosi dopo la stagione 1964. Nel 1999, The Sporting News inserì Snider all'84º posto nella classifica dei migliori cento giocatori di tutti i tempi[3].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Brooklyn Dodgers: 1955
Los Angeles Dodgers: 1959

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1950–1956, 1963
  • Leader della National League in fuoricampo: 1
1956
  • Leader della National League in punti battuti a casa: 1
1955

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1482977 · LCCN (ENn86011528