George Davis (giocatore di baseball)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
George Davis
George Davis White Sox.jpeg
Davis con i White Sox
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Record
Batte destro e sinistro
Tira destro
Debutto in MLB 19 aprile 1890 con i Cleveland Spiders
Media battuta (AVG) .295
Punti battuti a casa (RBI) 1437
Ruolo Interbase
Ritirato 1909
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (1998)
Carriera
Squadre di club
1890-1891Cleveland Spiders
1893-1901New York Giants
1902Chicago White Sox
1903New York Giants
1904-1909Chicago White Sox
Carriera da allenatore
1895,
1900-1901
New York Giants
Palmarès
World Series 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 31 ottobre 2015

George Stacey Davis (Cohoes, 23 agosto 1870Filadelfia, 17 ottobre 1940) è stato un giocatore di baseball e allenatore di baseball statunitense di ruolo interbase nella Major League Baseball (MLB). È stato introdotto nella National Baseball Hall of Fame nel 1998.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Davis giocò come interbase e in misura minore come terza base ed esterno. Debuttò nelle major league nel 1890 con i Cleveland Spiders e in seguito giocò anche con i New York Giants (di cui fu anche il manager nel 1895 e nel 1900-1901) e con i Chicago White Sox, con cui vinse le World Series nel 1906. Davis batteva sia di destro che di sinistro ed è classificato tra i primi cento in diverse categorie statistiche.

Dopo la sua carriera da giocatore, Davis fu il manager della squadra dell'Amherst College per diversi anni. Morì in un istituto psichiatrico, soffrendo gli effetti della sifilide. Poco era conosciuto della vita e della carriera di Davis fino agli anni novanta, quando ottenne una certa fama grazie agli storici del baseball Walt Lipka, proveniente dalla sua città natale di Cohoes, New York, e da Bill James, che lo definì nel 1995 "il miglior giocatore non eletto nella Hall of Fame",[1] cosa che avvenne tre anni dopo.[2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Chicago White Sox: 1906

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Leader della National League in punti battuti a casa: 1
1897

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vince Murray, James makes his case, in Ocala Star-Banner, 27 marzo 1996. URL consultato il 31 ottobre 2015.
  2. ^ Jerry Brewer, N.Y. town embraces player after decades of obscurity, shortstop is hometown hero, in The Philadelphia Inquirer, 5 agosto 1998. URL consultato il 31 ottobre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]