Waite Hoyt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Waite Hoyt
Waite-hoyt.jpg
Hoyt nel 1922
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Ruolo Lanciatore
Ritirato 1938
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (1969)
Carriera
Squadre di club
1918New York Giants
1919–1920Boston Red Sox
1921–1930New York Yankees
1930–1931Detroit Tigers
1931Philadelphia Athletics
1932Brooklyn Dodgers
1932New York Giants
1933–1937Pittsburgh Pirates
1937–1938Brooklyn Dodgers
Statistiche
Batte destro
Lancia destro
Strikeout 1 206
Media PGL 3,59
Salvezze 52
Vittorie 237
Sconfitte 182
Rapporto vittorie 0,566
Palmarès
World Series 3
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate all'8 maggio 2017

Waite Charles Hoyt (Brooklyn, 9 settembre 1899Cincinnati, 25 agosto 1984) è stato un giocatore di baseball statunitense di ruolo lanciatore nella Major League Baseball (MLB). È stato introdotto nella National Baseball Hall of Fame nel 1969.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Malgrado l'essere stato un tifoso dei Dodgers, Hoyt firmò il primo contratto professionistico con i New York Giants del manager John McGraw all'età di 15 anni. A causa della sua giovanissima età, fu subito soprannominato "The Schoolboy Wonder".[1]

Dopo una breve esperienza con i Giants, McGraw spedì Hoyt nelle minor league per fare esperienza. Queste fece però rapidamente ritorno nelle majors, questa volta con i Boston Red Sox. Le sue prestazioni attrassero le attenzioni dei New York Yankees, che lo acquisirono nel 1920. Nella prima stagione come Yankee ottenne 19 vittorie e lanciò tre gare complete nelle World Series 1921 dove non subì alcun punto.[2] Nel corso della carriera vinse sei pennant dell'American League con gli Yankees e uno con i Philadelphia Athletics. Nelle sue migliori annate con gli Yankees, nel 1927 e nel 1928, Hoyt ebbe record rispettivamente di 22-7 con 2.64 di media PGL e 23-7 con 3.36 di media PGL. Nel corso dei suoi 21 anni di carriera, vinse 10 o più partite per 12 volte, 11 delle quali consecutivamente. Hoyt lanciò per altri otto anni dopo avere lasciato gli Yankees nel 1930, ma le sue prestazioni non furono più ugualmente dominanti.

Hoyt concluse la carriera con un record di 237–182 e una media PGL di 3.59. All'epoca del ritiro nel 1938 era il lanciatore ad avere ottenuto più vittorie nelle World Series, dove il suo record tra Yankees e A's fu di 6-4.

Il 16 agosto 1948, Hoyt onorò Babe Ruth, parlando per due ore in diretta senza alcuna nota scritta precedenza, dopo essere venuto a conoscenza della sua scomparsa dopo una partita. I due erano stati compagni di squadra per dieci anni e Hoyt era uno dei pochi membri del ristretto gruppo di amici di Ruth.[3] Robert Creamer, autore della biografia intitolata Babe, indicò nell'introduzione di quel libro che il lungo discorso da Hoyt poco dopo la morte di Ruth fu "il più sincero e gratificante lavoro su Ruth."

Membro per lungo tempo degli Alcolisti Anonimi, durante una gara del 1978, Hoyt disse malinconicamente che avrebbe potuto vincere 300 partite se avesse chiuso con l'alcool già durante i suoi giorni da giocatore. Dopo essersi unito agli A.A., rimase sobrio per più di quarant'anni.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

New York Yankees: 1923, 1927, 1928

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Leader dell'American League in vittorie: 1
1927

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ William A. Cook, Waite Hoyt: A Biography of the Yankees' Schoolboy Wonder, McFarland, 2004, p. 209. URL consultato l'8 maggio 2017.
  2. ^ (EN) 1921 World Series (Baseball Reference). URL consultato l'8 maggio 2017.
  3. ^ (EN) Waite Hoyt - Babe Ruth Central (baberuthcentral.com). URL consultato l'8 maggio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN78120467 · LCCN (ENn2001021210 · WorldCat Identities (ENn2001-021210