Gary Carter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gary Carter
Gary Carter OC.JPG
Carter nel 2008.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Record
Batte destro
Tira destro
Debutto in MLB 16 settembre 1974 con i Montreal Expos
Media battuta (AVG) .262
Fuoricampo (HR) 324
Punti battuti a casa (RBI) 1.225
Ruolo Ricevitore
Ritirato 1992
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (2003)
Carriera
Squadre di club
1974-1984Montreal Expos
1985-1989New York Mets
1990San Francisco Giants
1991L.A. Dodgers
1992Montreal Expos
Palmarès
World Series 1
All-Star 11
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 18 ottobre 2015

Gary Edmund Carter, soprannominato Kid (Culver City, 8 aprile 1954Palm Beach Gardens, 16 febbraio 2012), è stato un giocatore di baseball statunitense di ruolo ricevitore nella Major League Baseball (MLB). È stato introdotto nella National Baseball Hall of Fame nel 2003.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Carter in carriera fu convocato per undici All-Star Game e vinse le World Series del 1986 con i New York Mets. Divenne noto per le sue abilità di battitore e per la sua eccellente difesa del piatto. Fu uno dei maggior contributori del titolo del 1986 dei Mets, in particolare per un singolo al 12º inning contro gli Houston Astros che vinse gara 5 delle National League Championship Series e un singolo al decimo inning contro i Boston Red Sox che diede il via alla rimonta in gara 6 delle World Series. È uno dei soli quattro giocatori ed essere stato nominato capitano dei Mets e il suo numero è stato ritirato dai Montreal Expos ed è stato il primo membro della Hall of Fame ed essere raffigurato con la divisa della squadra canadese.[1]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

New York Mets: 1986

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1975, 1979–1988
  • MVP dell'All-Star Game: 2
1981, 1984
1980–1982
1981, 1982, 1984–1986
  • Leader della National League in punti battuti a casa: 1
1984
  • Numero 8 ritirato dai Montreal Expos
  • New York Mets Hall of Fame

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Baseball Almanac, su baseball-almanac.com. URL consultato il 18 ottobre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN104170612 · ISNI (EN0000 0000 7897 0032 · LCCN (ENn83168143