Goose Gossage

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Goose Gossage
GooseGossage 8 2007.JPG
Gossage nel 2007
Nome Richard Michael Gossage
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Record
Batte destro
Tira destro
Debutto in MLB 16 aprile 1972 con i Chicago White Sox
Partite vinte-perse 124-107
Media PGL (ERA) 3.01
Strikeout (SO) 1502
Ruolo Lanciatore di rilievo
Ritirato 1994
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (2008)
Carriera
Squadre di club
1972-1976 Chicago White Sox
1977 Pittsburgh Pirates
1978-1983 New York Yankees
1984-1987 San Diego Padres
1988 Chicago Cubs
1989 San Francisco Giants
1989 New York Yankees
1990 600px Nero e Giallo.png Fukuoka Daiei Hawks
1991 Texas Rangers
1992-1993 Oakland Athletics
1994 Seattle Mariners
Palmarès
World Series 1
All-Star 9
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 18 aprile 2017

Richard Michael Gossage, soprannominato "Goose" (Colorado Springs, 5 luglio 1951), è un ex giocatore di baseball statunitense di ruolo lanciatore di rilievo nella Major League Baseball (MLB). È stato introdotto nella National Baseball Hall of Fame nel 2008.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso dei suoi 22 anni di carriera (dal 1972 al 1994), Gossage lanciò per nove diverse squadra, disputando le sue migliori annate con i New York Yankees, con cui vinse le World Series nel 1978, e i San Diego Padres.[1] Il soprannome "Goose" fu inventato da un amico a cui non piaceva il precedente, "Goss", e notò che si muoveva come un'oca (goose in inglese) quando allungava il proprio collo per leggere i segnali del catcher mentre stava per lanciare.

Tra la fine degli anni settanta e l'inizio degli anni ottanta, Gossage incarnò una delle prime versioni del moderno closer, con i baffoni e un atteggiamento burbero che si accoppiavano a una rapida fastball per chiuedere le partite. Guidò l'American League in salvezze per tre volte e si classificò al secondo posto per due volte; nel 1987 era al secondo posto nella storia della MLB per salvezze in carriera, dietro solo a Rollie Fingers, anche se al termine della carriera il suo totale di 310 fu il quarto risultato di sempre.A l momento del ritiro era anche terzo della storia per gare lanciate (1.002) e rimane al terzo posto per vittorie come lanciatore di rilievo (115) e inning lanciati in rilievo (1.556⅔); i suoi 1.502 strikeout lo pongono dietro solo a Hoyt Wilhelm tra i lanciatori che hanno giocato principalmente come rilievo. Per contro, è anche il leader negativo in salvezze sprecate (112). Tra il 1977 e il 1983 non ebbe mai una media PGL sopra 2.62, con un minimo di 0.77 nel 1981. Nel 1980 si classificò al terzo posto nel premio di MVP dell'American League e del Cy Young Award, con gli Yankees che vinsero il titolo di division.[2]

Noto per il suo impatto nelle partite cruciali, Gossage fece registrare l'ultima eliminazione che diede alle sue squadre un titolo di division, di lega o le World Series sette volte. Le sue otto convocazioni all'All-Star Game come lanciatore di rilievo erano un record finché non furono superate da Mariano Rivera nel 2008. In un'occasione fu selezionato anche come lanciatore partente. Dopo la carriera sportiva ha intrapreso la carriera di commentatore televisivo.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

New York Yankees: 1978

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1975–1978, 1980–1982, 1984, 1985
  • Leader dell'American League in salvezze: 3
1975, 1978, 1980
  • Lanciatore di rilievo dell'anno: 1
1978

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 1978 World Series, Baseball Reference. URL consultato il 17 aprile 2017.
  2. ^ Chat: Chat with former pitcher Goose Gossage – SportsNation – ESPN, Espn.go.com. URL consultato il 18 aprile 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN4614626 · LCCN: (ENno2003026142