Effa Manley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Effa Louise Manley

Effa Louise Manley (Filadelfia, 27 marzo 189716 aprile 1981) è stata una dirigente sportiva statunitense, introdotta nella National Baseball Hall of Fame nel 2006.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Effa Manley fu la co-proprietaria della franchigia di baseball dei Newark Eagles nelle Negro League assieme al marito Abe Manley, incontrato a una partita dei New York Yankees nel 1935, dal 1935 al 1946, e poi come proprietaria unica dalla sua morte nel 1948 al 9 dicembre 1952.[1][2] Tra i migliori giocatori passati tra le file degli Eagles vi furono Larry Doby, Monte Irvin e Don Newcombe. Nel corso del tempo fu manager della squadra e svolse molti dei compiti del marito, tesoriere della Negro National League. È stata la prima donna introdotta nella Baseball Hall of Fame. L'influenza di Manley si estese oltre il baseball dal momento che fu un'attivista del Movimento per i diritti civili e un'attivista sociale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Aimee Crawford, The First Lady of Black Baseball, Major League Baseball. URL consultato l'11 giugno 2019.
  2. ^ Bob Luke, The Most Famous Woman in Baseball: Effa Manley and the Negro Leagues, Potomac Books, 2011, ISBN 1-61234-118-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN63219725 · ISNI (EN0000 0000 3177 1538 · LCCN (ENn93055897 · GND (DE1022647490 · WorldCat Identities (ENn93-055897