Phil Rizzuto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Phil Rizzuto
Phil Rizzuto 1953.jpg
Rizzuto nel 1953.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Record
Batte destro
Tira destro
Debutto in MLB 14 aprile 1941 con i New York Yankees
Media battuta (AVG) .273
Punti battuti a casa (RBI) 563
Ruolo Interbase
Ritirato 1956
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (1994)
Carriera
Squadre di club
1941-1942
1946-1956
New York Yankees
Palmarès
World Series 7
MVP dell'American League 1
All-Star 5
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 12 ottobre 2015

Philip Francis "Phil" Rizzuto, soprannominato The Scooter (Brooklyn, 25 settembre 1917West Orange, 13 agosto 2007), è stato un giocatore di baseball statunitense di ruolo interbase che ha giocato per tutta la carriera con i New York Yankees nella Major League Baseball (MLB). È stato indotto nella National Baseball Hall of Fame nel 1994.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Una popolare figura nella dinastia sportiva che conquistò 10 titoli della American League e 7 World Series nell'arco di tredici stagioni, Rizzuto detiene numerosi record delle World Series per un interbase. La sua miglior stagione a livello statistico fu quella del 1950, quando fu nominato MVP dell'American League. Malgrado questo exploit offensivo, Rizzuto era meglio noto per le sue abilità difensive. Al momento del ritiro, i suoi 1.217 doppi giochi erano il secondo risultato della storia della major league, dietro solo ai 1.424 di Luke Appling. Dopo la carriera di giocatore, Rizzuto fu per quarant'anni un annunciatore radiofonico e televisivo per gli Yankees. Il suo stile idiosincratico e le sue imprevedibili digressioni appassionarono gli ascoltatori, mentre il suo commento delle azioni si distingueva per energia.[1] La sua celebre espressione fu "Holy Cow!".

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

New York Yankees: 1941, 1947, 19491953

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1950
1942, 1950–1953

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN23484829 · ISNI (EN0000 0000 2642 9885 · LCCN (ENn82075660