Tim Raines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tim Raines
Tim Raines 2011.jpg
Raines nel 2011
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Baseball Baseball pictogram.svg
Record
Batte entrambi
Tira destro
Debutto in MLB 11 settembre 1979 con i Montreal Expos
Media battuta (AVG) .294
Valide (H) 2605
Punti battuti a casa (RBI) 980
Fuoricampo (HR) 170
Ruolo Esterno
Ritirato 2002
Hall of fame National Baseball Hall of Fame (2017)
Carriera
Squadre di club
1979-1990Montreal Expos
1991-1995Chicago White Sox
1996-1998New York Yankees
1999Oakland Athletics
2001Montreal Expos
2001Baltimore Orioles
2002Florida Marlins
Palmarès
World Series 2
All-Star 7
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 4 febbraio 2017

Timothy Raines, soprannominato "Rock"[1] (Sanford, 16 settembre 1959), è un ex giocatore di baseball statunitense di ruolo esterno nella Major League Baseball (MLB). È stato introdotto nella National Baseball Hall of Fame nel 2017.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Raines giocò nella MLB dal 1979 al 2002 per i Montreal Expos, i Chicago White Sox, i New York Yankees, gli Oakland Athletics, i Baltimore Orioles e chiuse la carriera con i Florida Marlins. Le sue migliori annate le disputò tra il 1979 e il 1990 con gli Expos, venendo convocato per sette All-Star Game consecutivi dal 1981 al 1987. È considerato uno dei migliori battitori iniziali e uno dei migliori giocatori a rubare le basi della storia del baseball.[3][4][5] In carriera vinse per due volte le World Series come giocatore, nel 1996 e nel 1998 con gli Yankees, e una volta come assistente allenatore dei White Sox nel 2005.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

New York Yankees: 1996, 1998

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1981-1987
1986
  • Leader della National League in media battuta: 1
1986
  • Leader della National League in basi rubate: 4
1981–1984

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Raines ricevette il suo soprannome quando era un rookie degli Expos per il suo fisico. Allen Abel, Raines defies Doubleday, in The Globe and Mail, 28 maggio 1981, p. 55.
  2. ^ (EN) Jeff Bagwell used to give Tim Raines the silent treatment when he reached first base (MLB.com), 20 gennaio 2017. URL consultato il 21 gennaio 2017.
  3. ^ Nel 2001, Bill James classificò Raines come il secondo miglior battitore iniziale della storia del baseball. Bill James, New Bill James Historical Baseball Abstract, The, New York, Simon & Schuster, 2001, pp. 684–685, ISBN 0-684-80697-5.
  4. ^ Dan McLaughlin, The Path to Cooperstown: Tim Raines and the Tablesetters, HardballTimes.com, 27 dicembre 2007. URL consultato il 4 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2014).
  5. ^ Jayson Stark e Peter Gammons, Debate: Is Tim Raines a Hall of Famer?, ESPN.com, 29 dicembre 2007. URL consultato il 4 febbraio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]