Joey Votto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Joey Votto
Joey Votto on June 25, 2011 (1).jpg
Votto nel 2011
Nazionalità Canada Canada
Baseball Baseball pictogram.svg
Ruolo Prima base
Squadra Cincinnati Reds
Carriera
Squadre di club
2007-Cincinnati Reds
Statistiche
Batte sinistro
Lancia destro
Media battuta ,313
Valide 1 586
Punti battuti a casa 830
Fuoricampo 257
Punti 863
Basi totali 2 735
Basi rubate 72
Palmarès
MVP della National League 1
All-Star 6
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 22 dicembre 2017

Joseph Daniel Votto (Toronto, 10 settembre 1983) è un giocatore di baseball canadese di ruolo prima base per i Cincinnati Reds della Major League Baseball (MLB).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Votto debuttò nella MLB con i Cincinnati Reds il 4 settembre 2007 contro i New York Mets. Nel suo secondo turno in battuta batté un fuoricampo. Il 7 maggio 2008 batté per la prima volta tre fuoricampo in una partita contro i Chicago Cubs.[1] Alla fine di quell'anno si classificò al secondo posto nel premio di rookie dell'anno della National League.

Nel 2010, Votto ebbe una media battuta di .324, con 113 RBI, 106 punti segnati e 37 fuoricampo, guidando la MLB per percentuale di arrivo in base (.424), venendo premiato con l'Hank Aaron Award.[2] Inoltre vinse quasi unanimemente il premio di MVP della National League.[3] Fu solamente il terzo giocatore canadese ad aggiudicarsi tale riconoscimento dopo Larry Walker e Justin Morneau.[4] Inoltre fu il primo giocatore dei Reds da Barry Larkin nel 1995. Nel 2010 ottenne la prima di quattro convocazioni consecutive all'All-Star Game. Tale striscia si chiuse nella stagione 2014, segnata da diversi infortuni.

Nel 2015, Votto batté con .314, con 29 home run e 80 RBI, finendo terzo nel premio di MVP dietro a Bryce Harper e Paul Goldschmidt. L'anno successivo ebbe una partenza lenta ma si rifece nella seconda parte della stagione, diventando il primo giocatore dopo Ichiro Suzuki nel 2004 a battere con una media di .400 dopo la pausa per l'All-Star Game. La sua annata si chiuse battendo con .326, con 29 fuoricampo e 97 RBI.

Il 2 luglio 2017, Votto fu convocato per il quinto All-Star Game della carriera, la prima selezione dal 2013.[5] A fine anno si classificò secondo nel premio di MVP della National League, vinto da Giancarlo Stanton con uno dei margini più ristretti della storia, 302 punti contro i 300 di Votto.[6]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2010
2010–2013, 2017, 2018
2011
2010
2010, 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Reds ride four-homer second inning past Lieber, Cubs, in ESPN, Associated Press, 9 giugno 2013. URL consultato il 30 maggio 2017.
  2. ^ Jorge L. Ortiz, Jose Bautista and Joey Votto named recipients of Hank Aaron Award, in USA Today, 31 ottobre 2010.
  3. ^ Votto wins NL MVP by overwhelming margin MLB.com
  4. ^ Jorge L. Ortiz, Reds slugger Joey Votto wins National League MVP, in USA Today, 22 novembre 2012. URL consultato il 30 maggio 2017.
  5. ^ (EN) Rising All-Stars! Elite players Miami-bound, MLB.com, 2 luglio 2017. URL consultato il 3 luglio 2017.
  6. ^ (EN) MVP: Stanton by a nose, Altuve towers over AL, in MLB.com, 16 novembre 2017. URL consultato il 17 novembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Joey Votto, su MLB.com, MLB Advanced Media.
  • (EN) Joey Votto, su ESPN.com, ESPN Internet Ventures.
  • (EN) Joey Votto, su baseball-reference.com, Sports Reference LLC.
  • (EN) Joey Votto, su fangraphs.com, Fangraphs Inc.
  • (EN) Joey Votto, su The Baseball Cube, Gary Cohen.
  • (EN) Joey Votto, su baseball-reference.com (Minors), Sports Reference LLC.