Sports Illustrated

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sports Illustrated
Logo
AbbreviazioneSI
StatoStati Uniti Stati Uniti
LinguaInglese
PeriodicitàSettimanale
GenereSportivo
Fondazione16 agosto 1954
SedeNew York
EditoreAuthentic Brands Group
Tiratura3.023.197 (Dicembre 2015)
DirettoreChris Stone
ISSN0038-822X (WC · ACNP)
Sito websi.com
 

Sports Illustrated è un periodico sportivo statunitense di proprietà del gruppo Authentic Brands Group.

Panoramica[modifica | modifica wikitesto]

Considerato uno dei punti di riferimento dell'editoria sportiva mondiale, Sports Illustrated viene pubblicata a partire dall'agosto del 1954. Ha un bacino di utenza di circa 23 milioni di lettori ed è stata la prima rivista con più di un milione di copie a vincere due volte il National Magazine Award for General Excellence.

Nel novembre 2017 Time Inc. ha venduto Sports Illustrated all'editore Meredith. L'operazione si è inserita nell'ambito di una più grande operazione economica del valore di 2,8 miliardi di dollari che ha portato alla cessione da parte di Time Inc. a Meredith Corporation di diverse riviste.[1]

Nel maggio 2019 la casa editrice Meredith ha venduto i diritti di immagine e la proprietà intellettuale di Sports Illustrated alla società di investimenti Authentic Brands Group, che fa riferimento all'imprenditore Jamie Salter,[2] al prezzo di 110 milioni di dollari, pari a circa 100 milioni di Euro. La rivista continuerà ad essere pubblicata da Meredith che pagherà ad Authentic Brands Group i diritti per lo sfruttamento economico del marchio.[1]

Dal 1964 viene inoltre pubblicato un supplemento a cadenza annuale, Sports Illustrated Swimsuit Issue, sostanzialmente una raccolta di modelle d'alta classe che indossano costumi da bagno di grandi firme della moda e fotografate in luoghi esotici e che ha generato opere e prodotti multimediali complementari.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b I diritti di immagine e la proprietà intellettuale di "Sports Illustrated" sono stati venduti per 110 milioni di dollari, su Il Post, 28 maggio 2019. URL consultato il 1º giugno 2019.
  2. ^ Sport Illustradet passa di mano: chi è il nuovo proprietario del magazine [collegamento interrotto], su Forbes Italia, 30 maggio 2019. URL consultato il 1º giugno 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]