Dexketoprofene

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Dexketoprofene
Dexketoprofen.png
Nome IUPAC
(2S)-2-[3-(benzoyl)phenyl]propanoic acid
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C16H14O3
Massa molecolare (u) 254.28 g/mol
Numero CAS 156604-79-4
Codice ATC M01AE17
PubChem 667550
DrugBank DB09214
SMILES CC(C1=CC=CC(=C1)C(=O)C2=CC=CC=C2)C(=O)O
Indicazioni di sicurezza

Il dexketoprofene è una molecola, derivato dell'acido propionico, appartenente alla classe dei farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS).[1] Il farmaco è commercializzato nella forma di sale di trometamolo, un sale solubile in acqua dell'enantiomero destrogiro della miscela racema del FANS ketoprofene.[2] Il farmaco è dotato di proprietà di tipo analgesico, antinfiammatorio e antipiretico. In Italia il farmaco è venduto dalla società farmaceutica Menarini con i nomi commerciali di Enantyum e Fastumdol[3], nella forma farmaceutica di compresse rivestite e granulato per soluzione orale.

Farmacodinamica[modifica | modifica wikitesto]

Il meccanismo d'azione di dexketoprofene è sostanzialmente da imputare alle proprietà inibitorie della biosintesi delle prostaglandine: viene così impedita la produzione di mediatori dell'infiammazione (e del dolore) come le prostacicline e le prostaglandine. La ridotta sintesi di prostaglandine è secondaria alla inibizione da parte del farmaco dell'enzima prostaglandina-endoperossido sintasi conosciuta anche come ciclossigenasi. L'inibizione determinata dal farmaco non è specifica e pertanto coinvolge sia la ciclossigenasi 1 (COX-1) che la ciclossigenasi 2 (COX-2).

Farmacocinetica[modifica | modifica wikitesto]

Dopo somministrazione orale dexketoprofene viene ampiamente assorbito dal tratto gastrointestinale. La concentrazione plasmatica massima (Cmax) viene raggiunta dopo circa 30 minuti (Tmax) dalla assunzione (con un range di 15-60 minuti). L'assunzione del farmaco con cibo determina una lieve riduzione della Cmax ed un ritardo di Tmax.[4][5] Il legame con le proteine plasmatiche è decisamente elevato e pari al 99%. Nell'organismo il farmaco viene metabolizzato tramite processi di glucuronazione. L'eliminazione avviene prevalentemente per via urinaria: dal 70 all'80% di una dose somministrata viene rinvenuta nelle urine entro 12 ore dalla assunzione.[6][7] Nei soggetti anziani l'eliminazione del farmaco è ridotta ed il declino della funzionalità renale in questa popolazione richiede una maggiore cautela nel dosaggio.[8]

Usi clinici[modifica | modifica wikitesto]

Il farmaco viene impiegato nel trattamento sintomatico del dolore, da lieve a moderato,[9][10] ed in particolare per ridurre la flogosi in numerosi processi infiammatori muscolo-articolari.[11][12] Viene inoltre utilizzato nella terapia della artrite reumatoide, osteoartrite,[13][14] artropatie ed osteoartrosi,[14] spondilite anchilosante, nella dismenorrea[15][16] nell'attacco acuto di emicrania[17] nel dolore dentale[18][19][20] e nel dolore post-chirurgico.[21]

Effetti collaterali ed indesiderati[modifica | modifica wikitesto]

In corso di trattamento con dexketoprofene gli effetti avversi più spesso evidenziati sono di natura gastrointestinale e comprendono: dispepsia, secchezza delle fauci, nausea, vomito, flatulenza, diarrea oppure costipazione, dolore addominale, gastriti. Raramente si registrano ulcera peptica, ed emorragia o perforazione da ulcera peptica, o pancreatiti. Più frequente invece la comparsa di disturbi della cute e del tessuto sottocutaneo tra cui eruzioni cutanee, rash, sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica (Sindrome di Lyell), prurito e reazione di fotosensibilità.[22][23][24][25] Altri effetti avversi segnalati sono cefalea, capogiro, sonnolenza,[26] vertigine e tinnito, palpitazioni e vampate di calore.

Controindicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il farmaco è controindicato in soggetti con ipersensibilità nota al principio attivo oppure ad uno qualsiasi degli eccipienti. È inoltre controindicato in soggetti con anamnesi di ulcera peptica attiva oppure di emorragia e perforazione intestinale dopo assunzione di FANS. Dexketoprofene è inoltre controindicato nei pazienti in cui in precedenza si siano scatenate crisi di asma, rinite acuta, angioedema od orticaria in risposta alla assunzione di acido acetilsalicilico, ibuprofene o altri FANS. Infine dexketoprofene non deve essere assunto da soggetti con diatesi emorragica e disturbi della coagulazione, affetti da insufficienza cardiaca grave, insufficienza epatica grave, ed insufficienza renale moderata o severa. Deve esserne evitato l'utilizzo anche da parte delle donne che si trovano nell'ultimo trimestre di gravidanza e nelle donne che allattano al seno.

Dosi terapeutiche[modifica | modifica wikitesto]

Nei soggetti adulti il dosaggio iniziale consigliato è di 12,5 ogni 4-6 ore oppure di 25 mg ogni 8 ore. La dose complessiva giornaliera non deve oltrepassare i 75 mg. Come per altri FANS gli effetti avversi sono minimizzati con il ricorso alla più bassa dose efficace e per la durata di trattamento, che occorre per controllare i sintomi, più breve possibile. Poiché il farmaco è eliminato per via renale è necessario ricorrere, conservativamente, ad un aggiustamento della dose di dexketoprofene in soggetti con compromissione della funzionalità renale[27][28]

Sovradosaggio[modifica | modifica wikitesto]

In soggetti con assunzione eccessiva di dexketoprofene, accidentale o volontaria, è necessario intraprendere quanto prima una adeguata terapia di supporto. Se l'assunzione è recente è possibile ricorrere alla lavanda gastrica ed alla somministrazione di carbone attivato. È opportuno il monotoraggio clinico del paziente e delle sue funzioni vitali. Dexketoprofene può essere eliminato dall'organismo ricorrendo all'emodialisi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ WJ. Wechter, Dexketoprofen trometamol., in J Clin Pharmacol, vol. 38, 12 Suppl, Dec 1998, pp. 1S-2S, PMID 9882075.
  2. ^ F. Cabré, MF. Fernández; L. Calvo; X. Ferrer; ML. García; D. Mauleón, Analgesic, antiinflammatory, and antipyretic effects of S(+)-ketoprofen in vivo., in J Clin Pharmacol, vol. 38, 12 Suppl, Dec 1998, pp. 3S-10S, PMID 9882076.
  3. ^ farmaci.agenziafarmaco.gov.it, https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/aifa/servlet/PdfDownloadServlet?pdfFileName=footer_000550_034041_FI.pdf&retry=0&sys=m0b1l3 .
  4. ^ J. McEwen, M. De Luca; A. Casini; I. Gich; MJ. Barbanoj; D. Tost; R. Artigas; D. Mauleón, The effect of food and an antacid on the bioavailability of dexketoprofen trometamol., in J Clin Pharmacol, vol. 38, 12 Suppl, Dec 1998, pp. 41S-45S, PMID 9882081.
  5. ^ MJ. Barbanoj, RM. Antonijoan; I. Gich, Clinical pharmacokinetics of dexketoprofen., in Clin Pharmacokinet, vol. 40, nº 4, 2001, pp. 245-62, PMID 11368291.
  6. ^ D. Mauleón, R. Artigas; ML. García; G. Carganico, Preclinical and clinical development of dexketoprofen., in Drugs, 52 Suppl 5, 1996, pp. 24-45; discussion 45-6, PMID 8922555.
  7. ^ MJ. Barbanoj, I. Gich; R. Artigas; D. Tost; C. Moros; RM. Antonijoan; ML. García; D. Mauleón, Pharmacokinetics of dexketoprofen trometamol in healthy volunteers after single and repeated oral doses., in J Clin Pharmacol, vol. 38, 12 Suppl, Dec 1998, pp. 33S-40S, PMID 9882080.
  8. ^ J. Valles, R. Artigas; M. Bertolotti; A. Crea; F. Muller; I. Paredes; A. Capriati, Single and repeated dose pharmacokinetics of dexketoprofen trometamol in young and elderly subjects., in Methods Find Exp Clin Pharmacol, 28 Suppl A, Jun 2006, pp. 13-9, PMID 16801988.
  9. ^ RA. Moore, J. Barden, Systematic review of dexketoprofen in acute and chronic pain., in BMC Clin Pharmacol, vol. 8, 2008, p. 11, DOI:10.1186/1472-6904-8-11, PMID 18976451.
  10. ^ MJ. Rodríguez, RM. Arbós; SR. Amaro, Dexketoprofen trometamol: clinical evidence supporting its role as a painkiller., in Expert Rev Neurother, vol. 8, nº 11, Nov 2008, pp. 1625-40, DOI:10.1586/14737175.8.11.1625, PMID 18986233.
  11. ^ B. Metscher, U. Kübler; H. Jahnel-Kracht, [Dexketoprofen-trometamol and tramadol in acute lumbago]., in Fortschr Med Orig, vol. 118, nº 4, Jan 2001, pp. 147-51, PMID 11217678.
  12. ^ P. Leman, Y. Kapadia; J. Herington, Randomised controlled trial of the onset of analgesic efficacy of dexketoprofen and diclofenac in lower limb injury., in Emerg Med J, vol. 20, nº 6, Nov 2003, pp. 511-3, PMID 14623834.
  13. ^ J. Beltrán, E. Martín-Mola; M. Figueroa; J. Granados; R. Sanmartí; R. Artigas; F. Torres; M. Forns; D. Mauleón, Comparison of dexketoprofen trometamol and ketoprofen in the treatment of osteoarthritis of the knee., in J Clin Pharmacol, vol. 38, 12 Suppl, Dec 1998, pp. 74S-80S, PMID 9882085.
  14. ^ a b G. Rovetta, P. Monteforte; A. Brignone; L. Molfetta; L. Buffrini, Early-morning administration of dexketoprofen-trometamol in morning stiffness induced by nodal osteoarthritis of the hands., in Int J Tissue React, vol. 23, nº 2, 2001, pp. 63-6, PMID 11447775.
  15. ^ M. Ezcurdia, FJ. Cortejoso; R. Lanzón; FJ. Ugalde; A. Herruzo; R. Artigas; F. Fernández; F. Torres; D. Mauleón, Comparison of the efficacy and tolerability of dexketoprofen and ketoprofen in the treatment of primary dysmenorrhea., in J Clin Pharmacol, vol. 38, 12 Suppl, Dec 1998, pp. 65S-73S, PMID 9882084.
  16. ^ X. Carne, J. Rios; F. Torres, Postmarketing cohort study to assess the safety profile of oral dexketoprofen trometamol for mild to moderate acute pain treatment in primary care., in Methods Find Exp Clin Pharmacol, vol. 31, nº 8, Oct 2009, pp. 533-40, DOI:10.1358/mf.2009.31.8.1419070, PMID 19967102.
  17. ^ G. Allais, C. De Lorenzo; G. Airola; S. Peano; C. Benedetto, [Dexketoprofen trometamol in the treatment of acute migraine attack]., in Minerva Med, vol. 91, 7-8, Lug-Ago 2000, pp. 153-9, PMID 11155464.
  18. ^ M. McGurk, P. Robinson; V. Rajayogeswaran; M. De Luca; A. Casini; R. Artigas; G. Muñoz; D. Mauleón, Clinical comparison of dexketoprofen trometamol, ketoprofen, and placebo in postoperative dental pain., in J Clin Pharmacol, vol. 38, 12 Suppl, Dec 1998, pp. 46S-54S, PMID 9882082.
  19. ^ E. Jiménez-Martínez, C. Gasco-García; JJ. Arrieta-Blanco; J. Gomez del Torno; B. Bartolome Villar, Study of the analgesic efficacy of Dexketoprofen Trometamol 25mg. vs. Ibuprofen 600mg. after their administration in patients subjected to oral surgery., in Med Oral, vol. 9, nº 2, pp. 143-8, 138-43, PMID 14990880.
  20. ^ J. Barden, S. Derry; HJ. McQuay; RA. Moore, Single dose oral ketoprofen and dexketoprofen for acute postoperative pain in adults., in Cochrane Database Syst Rev, nº 4, 2009, pp. CD007355, DOI:10.1002/14651858.CD007355.pub2, PMID 19821407.
  21. ^ MA. Yazar, N. Inan; A. Ceyhan; E. Sut; B. Dikmen, Postoperative analgesic efficacy of intravenous dexketoprofen in lumbar disc surgery., in J Neurosurg Anesthesiol, vol. 23, nº 3, Jul 2011, pp. 193-7, DOI:10.1097/ANA.0b013e31820d1ebb, PMID 21448073.
  22. ^ N. Valenzuela, L. Puig; MA. Barnadas; A. Alomar, Photocontact dermatitis due to dexketoprofen., in Contact Dermatitis, vol. 47, nº 4, Oct 2002, p. 237, PMID 12492527.
  23. ^ E. Cuerda Galindo, JJ. Goday Buján; J. del Pozo Losada; J. García Silva; C. Peña Penabad; E. Fonseca, Photocontact dermatitis due to dexketoprofen., in Contact Dermatitis, vol. 48, nº 5, maggio 2003, pp. 283-4, PMID 12868979.
  24. ^ R. López-Abad, MJ. Paniagua; E. Botey; P. Gaig; P. Rodriguez; C. Richart, Topical dexketoprofen as a cause of photocontact dermatitis., in J Investig Allergol Clin Immunol, vol. 14, nº 3, 2004, pp. 247-9, PMID 15552721.
  25. ^ R. González-Pérez, I. Trébol; I. García-Ríos; MA. Arregui; R. Soloeta-Arechavala, [Photocontacs dermatitis due to dexketoprofen. Report of 2 cases]., in Actas Dermosifiliogr, vol. 97, nº 7, Sep 2006, pp. 456-9, PMID 16978545.
  26. ^ J. Krappweis, W. Kirch, [Characteristic somnolence after dexketoprofen, a new analgesic]., in Dtsch Med Wochenschr, vol. 124, nº 41, Oct 1999, p. 1206, PMID 10572520.
  27. ^ J. Valles, R. Artigas; M. Mas; A. Crea; F. Muller; I. Paredes; A. Capriati, Pharmacokinetics of dexketoprofen trometamol in subjects with mild and moderate chronic renal insufficiency., in Methods Find Exp Clin Pharmacol, 28 Suppl A, Jun 2006, pp. 21-8, PMID 16801989.
  28. ^ J. Valles, R. Artigas; M. Bertolotti; A. Crea; F. Muller; I. Paredes; A. Capriati, Single and repeated dose pharmacokinetics of dexketoprofen trometamol in patients with impaired liver function., in Methods Find Exp Clin Pharmacol, 28 Suppl A, Jun 2006, pp. 29-36, PMID 16801990.