Acido ricinoleico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acido ricinoleico
struttura dell'acido ricinoleico
Nome IUPAC
acido 12R-idrossioctadec-9Z-enoico
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C18H34O3
Massa molecolare (u) 298,461
Numero CAS 141-22-0
Numero EINECS 205-470-2
PubChem 643684
DrugBank DB02955
SMILES CCCCCCC(CC=CCCCCCCCC(=O)O)O
Proprietà chimico-fisiche
Costante di dissociazione acida (pKa) a 298 K 4,7
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante
attenzione
Frasi H 315 - 319 - 335
Consigli P 261 - 305+351+338 [1]

L'acido ricinoleico è un acido grasso che in natura si trova esterificato (trigliceride) nei frutti del ricino.

È un ossiacido organico alifatico insaturo a 18 atomi di carbonio. Si tratta di un liquido oleoso, solubile in alcol ed etere, stabile all'aria. È destrogiro.

Impieghi[modifica | modifica wikitesto]

In passato il trigliceride dell'acido ricinoleico (ricinoleina) veniva utilizzato come lassativo; oggi il suo utilizzo è prevalentemente industriale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 28.02.2010

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia