Proglumetacina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Proglumetacina
Proglumetacin.svg
Nome IUPAC
3-{4-[2-({[1-(4-clorobenzoil)-5-methossi-2-metil-1H-indol-3-il]acetil}ossi)etil]piperazin-1-il}propil N2-benzoil-N,N-dipropil-α-glutaminate
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC46H58ClN5O 8
Massa molecolare (u)844,43442
Numero CAS57132-53-3
Codice ATCM01AB14
PubChem4921
SMILES
CCCN(CCC)C(=O)C(CCC(=O)OCCCN1CCN(CC1)CCOC(=O)CC2=C(N(C3=C2C=C(C=C3)OC)C(=O)C4=CC=C(C=C4)Cl)C)NC(=O)C5=CC=CC=C5
Dati farmacocinetici
MetabolismoEpatico. Subisce effetto di primo passaggio
Indicazioni di sicurezza

Proglumetacina (chiamata anche protacina e nel corso della fase sperimentale CR 604) è una molecola appartenente alla classe dei farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). È un profarmaco che nell'organismo viene metabolizzato ad indometacina e proglumide, quest'ultima una sostanza che inibisce la motilità gastrointestinale e riduce le secrezioni gastriche, riducendo in tal modo la possibilità di danni alla mucosa gastrica.[1] In Italia il farmaco era venduto dalla società farmaceutica Rottapharm Madaus con il nome commerciale di Afloxan, nella forma farmaceutica di capsule da 150 mg e compresse rivestite di 300 mg. Oggi è disponibile solo in compresse da 300 mg col nome di Proxil.

Farmacodinamica[modifica | modifica wikitesto]

Il meccanismo d'azione di proglumetacina è da mettere in relazione con le sue proprietà inibitorie della biosintesi delle prostaglandine. La ridotta sintesi di prostaglandine è secondaria alla inibizione da parte del farmaco dell'enzima prostaglandina-endoperossido sintasi nota anche come ciclossigenasi.[2]
Il farmaco ha mostrato nel ratto attività antinfiammatoria, dose dipendente, su diversi modelli acuti di infiammazione, per esempio sull'edema della zampa posteriore indotto dalla carragenina ed altri irritanti. L'attività nel ratto è stata confermata anche in modelli cronici di infiammazione, come l'artrite da adiuvante di Lewis.[3] La presenza nella molecola della proglumetacina di proglumide, una sostanza nota per l'effetto citoprotettivo gastrico, comporta una ridotta gastro ed intestino-lesività del farmaco, il quale da questo punto di vista presenta un profilo molto più favorevole a quello di altri agenti antinfiammatori di comune utilizzo.

Farmacocinetica[modifica | modifica wikitesto]

Proglumetacina a seguito di somministrazione orale è ampiamente assorbita dal tratto gastroenterico. Nell'organismo viene metabolizzata ad acido 1-(p-clorobenzoil)-2-metil-5-metossi-indol-3-acetico, N-benzoil-N',N'-di-n-propil-DL-isoglutamina ed etanol-propanol-piperazina e rispettivi derivati. I metaboliti, farmacologicamente attivi, raggiungono la concentrazione plasmatica massima (Cmax) a distanza di 3-5 ore dalla assunzione e scompaiono dal plasma entro 24 ore. Il farmaco viene eliminato dall'organismo per via urinaria (20-30%) e per via fecale (70-80%) entro 24-72 ore dalla somministrazione.[4][5]

Usi clinici[modifica | modifica wikitesto]

Proglumetacina viene utilizzata nella terapia della artrosi,[6][7][8] dell'artrite reumatoide[9][10][11] e della spondilite anchilosante.[12][13][14] Viene inoltre utilizzata nella artropatia gottosa ed in generale in tutte le patologie infiammatorie acute e croniche[15] comprese quelle extra articolari come ad esempio tendiniti, borsiti, sinoviti,[16] periartrite scapolo-omerale, nevriti e fibromiositi.[17]

Effetti collaterali ed indesiderati[modifica | modifica wikitesto]

In corso di trattamento con proglumetacina gli effetti avversi più spesso segnalati sono: cefalea, nausea, vomito, vertigini, secchezza delle fauci, gastrite, diarrea, flatulenza, costipazione, dispepsia, dolore addominale.

Controindicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il farmaco è controindicato nei soggetti con ipersensibilità nota al principio attivo oppure ad uno degli eccipienti. È inoltre controindicato nei soggetti affetti da insufficienza cardiaca severa, in quelli con ulcera gastroduodenale in fase attiva, nelle donne in stato di gravidanza e nelle donne che allattano al seno, in età pediatrica. È inoltre controindicato nei pazienti con una storia clinica che indichi la possibilità che l'assunzione di acido acetilsalicilico o altri FANS abbia fatto precipitare crisi di asma, orticaria o rinite acuta.

Dosi terapeutiche[modifica | modifica wikitesto]

Nei soggetti adulti il dosaggio iniziale usuale di proglumetacina è pari a 150 mg, tre volte al giorno. La posologia è ovviamente correlata alla risposta terapeutica individuale è può giungere fino ad un massimo di 300 mg due o tre volte al giorno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I. Setnikar, R. Arigoni; R. Chisté; F. Makovec; L. Revel, Plasma levels of proglumetacin and its metabolites after intravenous or oral administration in the dog., in Arzneimittelforschung, vol. 37, nº 6, Jun 1987, pp. 698-702, PMID 3663267.
  2. ^ RR. Vidal y Plana, F. Makovec; A. Cifarelli; D. Bizzarri; I. Setnikar; AL. Rovati, Studies on the mechanism of action of protacine (CR 604), a new non-steroidal anti-inflammatory agent., in Arzneimittelforschung, vol. 29, nº 8, 1979, pp. 1122-5, PMID 227425.
  3. ^ AL. Rovati, RR. Vidal y Plana; PL. Casula; D. Bizzarri; F. Makovec; I. Setnikar, Pharmacological study of a new non-steroidal anti-inflammatory drug: protacine (CR 604)., in Arzneimittelforschung, vol. 29, nº 8, 1979, pp. 1116-22, PMID 315235.
  4. ^ AA. Bignamini, PL. Casula, Preliminary bioavailability study on protacine: a new, non-steroidal anti-inflammatory agent., in Curr Med Res Opin, vol. 6, nº 4, 1979, pp. 299-302, DOI:10.1185/03007997909109441, PMID 43212.
  5. ^ F. Makovec, R. Chisté; W. Peris; I. Setnikar, Pharmacokinetics and metabolism of [14C]-proglumetacin after oral administration in the rat., in Arzneimittelforschung, vol. 37, nº 7, Jul 1987, pp. 806-13, PMID 3675676.
  6. ^ F. Montrone, M. Fumagalli; S. Santandrea; L. Boccassini; M. Greco; I. Caruso, [Comparative open study between proglumetacin and diclofenac in the treatment of arthrosis of the hip and the knee]., in Clin Ter, vol. 114, nº 6, Sep 1985, pp. 475-9, PMID 3905222.
  7. ^ W. Puhl, HW. Springorum, [Conservative therapy of activated gonarthrosis. Double-blind study of proglumetacine and piroxicam]., in Fortschr Med, vol. 102, nº 23, Jun 1984, pp. 653-6, PMID 6381269.
  8. ^ R. Marcolongo, N. Giordano; A. Fioravanti, [Short-term effects of proglumetacin in arthrosis]., in Minerva Med, vol. 74, nº 26, Jun 1983, pp. 1521-4, PMID 6856163.
  9. ^ S. Bozsoky, Z. Zahumenszky, A 3-month, double-blind study of proglumetacin and naproxen in the treatment of rheumatoid arthritis., in Curr Med Res Opin, vol. 8, nº 2, 1982, pp. 89-96, DOI:10.1185/03007998209109763, PMID 7049588.
  10. ^ F. Marcos Sánchez, P. Parrilla Herranz; R. Veitia Fernández; MJ. Arranz Nieto; A. Durán Pérez-Navarro, [Proglumetacin in the treatment of rheumatoid arthritis]., in An Med Interna, vol. 6, nº 4, Apr 1989, p. 217, PMID 2491526.
  11. ^ M. Cianfanelli, MA. Fiermonte; D. Fiore; B. Dardano; FR. Michela Zucco, [Proglumetacin in the treatment of rheumatoid arthritis and arthrosis]., in Clin Ter, vol. 126, nº 3, Aug 1988, pp. 181-5, PMID 2974384.
  12. ^ IC. Rivera, Proglumetacin (protacine): a promising new treatment of the rheumatic joint., in Pharmatherapeutica, vol. 3, nº 3, 1982, pp. 169-73, PMID 6982477.
  13. ^ P. Loizzi, V. Pipitone; AA. Bignamini, Double-blind clinical trial of protacine versus oxyphenbutazone in rheumatic disorders., in Pharmatherapeutica, vol. 2, nº 5, 1980, pp. 285-92, PMID 7001487.
  14. ^ G. Fontanesi, F. Giancecchi; R. Rotini; I. Tartaglia, [Proglumetacin: a flexible and broad-spectrum antirheumatic agent]., in Minerva Med, vol. 74, nº 26, Jun 1983, pp. 1547-51, PMID 6602308.
  15. ^ J. Münzenberg, S. Tachibana, Preliminary double-blind evaluation of a new, non-steroidal anti-inflammatory drug: protacine., in Pharmatherapeutica, vol. 2, nº 5, 1980, pp. 279-84, PMID 7001486.
  16. ^ M. Stargardt, E. Kasper, [Treatment of secondary synovitis. Double blind study of proglumetacin versus indomethacin]., in Fortschr Med, vol. 103, 27-28, Jul 1985, pp. 717-20, PMID 4029867.
  17. ^ MI. Gusso, GC. Guzzo; M. Pennisi, [Proglumetacin: possible first choice in the treatment of orthopedic- traumatologic disorders]., in Minerva Med, vol. 76, nº 12, Mar 1985, pp. 567-73, PMID 3887221.