Pro Evolution Soccer 2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pro Evolution Soccer 2011
Pes2011.png
Sviluppo Konami
Pubblicazione Konami
Serie Pro Evolution Soccer
Data di pubblicazione PS3, Xbox 360, Microsoft Windows
Flag of Europe.svg 30 settembre 2010
Regno Unito 8 ottobre 2010
PS2, PSP, Wii, iPhone, iPod touch
Flag of Europe.svg 28 ottobre 2010
Genere Calcio
Modalità di gioco Singleplayer, multiplayer e online
Piattaforma PlayStation 3, Xbox 360, Wii, Microsoft Windows, PlayStation Portable, PlayStation 2, iOS, Android
Supporto Blu-ray Disc, DVD, UMD
Fascia di età PEGI: 3, online
Periferiche di input Gamepad, Wiimote, tastiera
Preceduto da Pro Evolution Soccer 2010
Seguito da Pro Evolution Soccer 2012

Pro Evolution Soccer 2011 (abbreviato ufficialmente in PES 2011 e conosciuto in Asia come World Soccer: Winning Eleven 2011) è un videogioco calcistico prodotto da Konami, con l'assistenza per la produzione del Blue Sky Team[1], facente parte della celebre serie di Pro Evolution Soccer. Il gioco è stato annunciato il 9 febbraio 2010 ed è uscito sul mercato il 30 settembre 2010 per PC, PlayStation 3 e Xbox 360, mentre è stato pubblicato il 28 ottobre 2010 nelle versioni per Nintendo Wii, PSP, PlayStation 2, iPhone ed iPod touch.

Per la prima volta sono presenti nella serie la Coppa Libertadores e la Supercoppa UEFA. Sono state invece confermate l'UEFA Champions League e l'UEFA Europa League.

Lionel Messi è, come in PES 2009 e PES 2010, il testimonial del gioco[2].

Nuove caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Rispetto alla versione precedente sono stati migliorati l'aspetto grafico e l'IA[2], ma la principale innovazione riguarda il nuovo sistema di passaggi a 360°, che garantisce una maggiore libertà d'azione[2]. In aggiunta alla classica barra della potenza in questa versione sono presenti le barre del tiro e della resistenza[2]. Anche la velocità di gioco è stata rinnovata, essendo stata diversificata a seconda delle situazioni di gioco[2]. Sono infine state introdotte nuove animazioni e finte[2].

A livello di contenuti, a differenza dei precedenti capitoli in PES 2011 sono presenti la Coppa Libertadores e la Supercoppa Europea (quest'ultima disponibile solo nel Campionato Master e in Diventa un mito), la possibilità di disputare la Master League online ed un editor degli stadi.

Trailer e demo[modifica | modifica sorgente]

Il primo trailer del gioco è stato pubblicato il 4 maggio 2010[3], mentre un altro fu proposto all'E3 2010[4].

Una demo di PES 2011 fu pubblicata per PC e PlayStation 3 il 15 settembre 2010. Essa permetteva di disputare un incontro di 10 minuti senza commento potendo scegliere tra quattro squadre disponibili: Barcellona, Bayern Monaco, Chivas de Guadalajara e Internacional.

Telecronisti[modifica | modifica sorgente]

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

PES 2011 contiene 24 canzoni con licenza:

Nazionali presenti[modifica | modifica sorgente]

Europa[modifica | modifica sorgente]

Africa[modifica | modifica sorgente]

Americhe[modifica | modifica sorgente]

Asia-Oceania[modifica | modifica sorgente]

Squadre classiche[modifica | modifica sorgente]

Europa[modifica | modifica sorgente]

  • Inghilterra Classic England[6]
  • Francia Classic France[6]
  • Germania Classic Germany[6]
  • Italia Classic Italy[6]
  • Paesi Bassi Classic Netherlands[6]

America[modifica | modifica sorgente]

  • Argentina Classic Argentina[6]
  • Brasile Classic Brazil[6]

Campionati[modifica | modifica sorgente]

Inghilterra Premier League
2 squadre con licenza (Manchester United e Tottenham), 18 squadre senza licenza (Arsenal, Aston Villa, Blackburn, Blackpool, Birmingham, Bolton, Chelsea, Everton, Fulham, Liverpool, Manchester City, Newcastle, Stoke City, Sunderland, West Bromwich, West Ham, Wigan Athletic e Wolverhampton), lega senza licenza;
Francia Ligue 1
Tutte le 20 squadre con licenza, lega con licenza;
Italia Serie A
19 squadre con licenza (Bari, Bologna, Brescia, Cagliari, Catania, Cesena, Chievo, Fiorentina, Genoa, Inter, Juventus, Lazio, Lecce, Milan, Napoli, Parma, Roma, Sampdoria ed Udinese), 1 squadra senza licenza (Palermo)[8], lega senza licenza;
Paesi Bassi Eredivisie
Tutte le 18 squadre con licenza, lega con licenza;
Spagna Liga
14 squadre con licenza (Almería, Athletic Bilbao, Atlético Madrid, Barcellona, Deportivo de La Coruña, Espanyol, Getafe, Maiorca, Racing Santander, Real Madrid, Real Saragozza, Sporting de Gijón, Valencia e Villareal), 6 squadre senza licenza (Hércules, Levante, Málaga, Osasuna, Siviglia e Real Sociedad), lega senza licenza.

Club senza licenza[modifica | modifica sorgente]

Premier League[modifica | modifica sorgente]

Serie A[modifica | modifica sorgente]

Liga[modifica | modifica sorgente]

Coppa Libertadores[modifica | modifica sorgente]

L'Internacional è l'unica di queste squadre che può essere usata fuori dalla modalità Coppa Libertadores.

Altri club con licenza[modifica | modifica sorgente]

Club generici[modifica | modifica sorgente]

PES League[modifica | modifica sorgente]

  • Almchendolf
  • Ehrenhofstadt
  • Fineseeberg
  • Theeselvargen
  • Xacoulagos
  • Herismakhgia
  • Marguaparrena
  • Serignaluca
  • Celuvaris
  • Tedloghec
  • Waryamosuk
  • Nakhqachev
  • Saintragler
  • Blookrows
  • Mrabspor
  • Trunecan
  • Nelapoltsk
  • Gharenetova

Questo campionato è formato da 18 squadre con nome e logo completamente modificabili ed appare nel Campionato Master.

Campionato D2[modifica | modifica sorgente]

  • Wondengine Town
  • C.S. Squanoer
  • Ganzoraccio
  • FSV Sarmtonburg
  • Johachnaard V.V.
  • S.D. Quaztolla
  • C.D. Raltonvegua
  • FC Nortovka
  • Cantlesir Spor
  • K.S. Szelawce
  • Jorudberg FF
  • Hjorwesland BK
  • FK Odersteich
  • KVC Meirkugaurt
  • CS Iolceanicu
  • A.C. Nitsaloskis
  • PES United
  • WE United

Questo campionato è formato da 18 squadre e appare nel Campionato Master come seconda divisione. Le squadre sono modificabili interamente in modo che ogni giocatore possa creare al loro posto la seconda divisione preferita.

Stadi[modifica | modifica sorgente]

Con licenza[modifica | modifica sorgente]

# Stadio Nazione Squadra
1 Old Trafford Inghilterra Inghilterra Manchester Utd Manchester Utd
2 Wembley Stadium Inghilterra Inghilterra Inghilterra Inghilterra
3 Camp Nou Spagna Spagna Barcellona Barcellona
4 Santiago Bernabéu Spagna Spagna Real Madrid Real Madrid
5 Stade de France Francia Francia Francia
6 Stade Louis II Monaco Monaco Monaco Monaco
7 Giuseppe Meazza[9] Italia Italia Inter Inter
8 San Siro[9] Italia Italia Milan Milan
9 Stadio Olimpico Italia Italia Lazio Lazio e Roma Roma
10 Estádio do Dragão Portogallo Portogallo Porto Porto
11 Estádio José Alvalade Portogallo Portogallo Sporting CP Sporting CP
12 Estádio da Luz Portogallo Portogallo Benfica Benfica
13 Amsterdam ArenA Paesi Bassi Paesi Bassi Ajax Ajax
14 El Monumental Argentina Argentina River Plate River Plate
15 Stadio di Saitama Giappone Giappone Urawa Reds Urawa Reds

Senza licenza[modifica | modifica sorgente]

# Stadio
1 Rose Park Stadium
2 Bristol Mary Stadium
3 Ville Marie Stadium
4 Estadio del Nuevo Triunfo
5 Stade de Sagittaire
6 Stadio Orione
7 Estadio de Escorpiao
8 Konami Stadium
9 Estadio De Palenque
10 Estádio Amazonas
11 Mohamed Lewis Stadium

Palloni[modifica | modifica sorgente]

  • Classic
  • Plain
  • WE-PES 2002
  • WE-PES 2003
  • WE-PES 2008
  • WE-PES 2009 claw
  • WE-PES 2010
  • WE-PES 2011
  • Nike T90 Tracer
  • Nike T90 Tracer Hi-Vis
  • Nike T90 Ascente Libertadores
  • Adidas adiPure 2010
PES Shop
  • Sweet-Years 1
  • Sweet-Years 2
  • Cuscino
  • Caramella
  • Pallone di cuoio '54
  • Palla di carta
  • Barile di birra

Aggiornamenenti[modifica | modifica sorgente]

Patch[modifica | modifica sorgente]

Patch 1.01

È stata pubblicata il 30 settembre 2010 per abilitare la modalità per l'online e per correggere alcuni bug.

Patch 1.02

È stata pubblicata il 24 novembre 2010 per apportare alcune migliorie al cambiamento del cursore, ai cori e all'intelligenza artificiale dei difensori. Con questa patch i nomi dei giocatori della squadra controllata dalla CPU possono essere disabilitati.

Patch 1.03

È stata pubblicata il 21 dicembre 2010 solo per la versione PC ed apporta migliorie al gioco nella modalità online.

DLC[modifica | modifica sorgente]

DLC 1.00

È stato pubblicato il 12 ottobre 2010 per aggiornare le rose alla chiusura del mercato estivo e le divise di alcune squadre, per aggiungere la nuova maglia di casa della Nazionale inglese, quattro nuovi scarpini Nike, tre nuovi sfondi di Lionel Messi e nuove squadre nella modalità Champions League. Questo DLC presenta un bug: la divisa della Nazionale dell'Irlanda è stata sostituita con quella del De Graafschap.

DLC 1.01

È stato pubblicato il 15 ottobre 2010 per correggere il bug introdotto con il DLC 1.00, sistemando la maglia dell'Irlanda.

DLC 2.00

È stato pubblicato il 21 dicembre 2010. Esso aggiorna 12 divise ed aggiunge i seguenti scarpini:

DLC 7.00

È stato pubblicato il 15 marzo 2011. Esso aggiorna i trasferimenti alla chiusura del calciomercato invernale, aggiorna le divise della Spagna e della Svezia ed aggiunge 10 nuovi scarpini.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Pro Evolution Soccer 2011: trailer e commenti, begames.it, 7-7-2010. URL consultato il 5-10-2010.
  2. ^ a b c d e f PES 2011 Pro Evolution Soccer, konami.halifax.it. URL consultato il 5-10-2010.
  3. ^ Primo trailer per Pro Evolution Soccer 2011, onegames.it, 4-5-2010. URL consultato il 6-10-2010.
  4. ^ Pro Evolution Soccer 2011 (PES 2011) - Trailer gameplay E3 2010, multiplayer.it, 16-6-2010. URL consultato il 6-10-2010.
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t Nazionale con licenza ufficiale.
  6. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai Calciatori con nomi fittizi.
  7. ^ a b Non presente in PES 2010.
  8. ^ a b I rosanero in Pro Evolution Soccer 2011 Xavrenaguel e maglie bluastre, Mediagol.it, 6 ottobre 2010. URL consultato il 12 settembre 2011.
  9. ^ a b Gli stadi "San Siro" e "Stadio Giuseppe Meazza", pur essendo gli stessi, vogliono rappresentare separatamente Milan e Inter.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi