Fotbal Club CFR 1907 Cluj

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
F.C. CFR 1907 Cluj
Calcio Football pictogram.svg
Feroviarii (Ferrovieri)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Culori CFR.svgBordeaux e Bianco
Simboli Treno
Dati societari
Città Actual Cluj-Napoca CoA.png Cluj Napoca
Paese Romania Romania
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Romania.svg FRF
Fondazione 1907
Presidente Romania Iuliu Mureșan
Allenatore Ungheria Vasile Miriuţă
Stadio Stadio Dr. Constantin Rădulescu
(23.500 posti)
Sito web www.cfr1907.ro
Palmarès
Titoli nazionali 3 Campionati rumeni
Trofei nazionali 3 Coppe di Romania
2 Supercoppe di Romania
Dati aggiornati al 16 aprile 2013
Si invita a seguire il modello di voce

Il CFR 1907 Cluj, denominato ufficialmente in rumeno Fotbal Club CFR 1907 Cluj,[1][2] è una società calcistica di Cluj-Napoca, antica capitale della Transilvania, storica regione che forma la parte occidentale e centrale della odierna Romania. Quando fu fondata nel 1907 il suo nome era Kolozsvári Vasutas Sport Club (K.V.S.C.), ovvero Club Sportivo dei Ferrovieri di Kolozsvár. Nella stagione 2013-2014 milita in Liga I, la massima divisione del calcio rumeno.

Nella sua lunga storia ha partecipato prevalentemente a campionati di Divizia B e di Divizia C, giocando nella massima serie dal 1969 al 1976 e ottenendo come massimo risultato un 5º posto (risultato eguagliato nella stagione 2005-2006). Nel 2007-2008 ha vinto il campionato e la Coppa di Romania, nel 2008-2009 ha rivinto la coppa nazionale, e nel 2009-2010 di nuovo il campionato e la Coppa di Romania. La squadra occupa la 69a posizione nel ranking UEFA.

Storia[modifica | modifica sorgente]

1907-1946[modifica | modifica sorgente]

il CFR nel 1911

Il club venne fondato nel novembre 1907 col nome Kolozsvári Vasutas Sport Club, società dei ferrovieri di Cluj. Secondo i documenti dell’epoca fu la terza squadra della città e la decima dell’intera Romania (riferito al territorio attuale, in quel periodo la Transilvania era parte dell’Impero Austro Ungarico).[3] La prima partita fu disputata contro il KKAC (squadra dell'Accademia Commerciale) e venne sconfitta 23-0 in un torneo cittadino dove arrivò secondo su tre squadre partecipanti. Tra i match disputati in quel periodo si ricordano i 2 gol segnati a Károly Zsák, portiere della nazionale ungherese, nella partita persa 8-2 contro il 33 FC Budapest.

Nelle due stagioni successive arrivò ancora secondo nel torneo tra le squadre di Cluj per vincerlo poi nella quarta edizione, nella stagione 1910-1911. Nel 1912 cambiò nome in Kolozsvári Torna Club e bissò il successo dell'anno precedente. La formazione titolare (che giocò con il 2-3-5) era: Herner, Walter, Grimm, Mate, Herschowits, Mike, Tuzson, Deak, Orsolyak, Koncz, Czinner[3]

Nel 1913 incontrò i campioni d’Ungheria del Ferencvaros in un incontro amichevole perso 7-0. Con la fine della prima guerra mondiale e il conseguente Trattato del Trianon l’intera regione passò alla Romania. Tra il 1918 e il 1920 vinse due campionati disputati a livello regionale e il 21 aprile 1921 partecipò alla riunione della federazione (in rumeno: Federației Societăților Sportive din România) per stabilire la formula del nuovo campionato di calcio e cambiò di nuovo nome in CFR Cluj. Nella struttura a livello regionale (in vigore fino alla stagione 1931-32) il CFR non vinse mai il proprio girone, appannaggio delle più quotate Universitatea e Victoria. Nel 1924 venne inaugurato il nuovo stadio nei pressi della stazione ferroviaria con un match contro i pluricampioni del Chinezul Timişoara terminato 1-1. Tra i giocatori di quel decennio si ricordano Boga, Walasz, Bazga, Szilaghi, Vegh, Hegh, Kabuzowsky, Kiniszi II, Nagy, Ujvari, Takacs I e II, Curteanu, Barabas, Tocson, Heresz, Micu, Deak, Neagu, Oros, Olteanu, Moraru, Radu, Sandor, Merceanu, Krostadetr, Szanislo, Iuhasz.[3]

Con il passaggio al girone unico il CFR mancò la qualificazione alla neonata Divizia A per i primi due anni qualificandosi poi alla neo-istituita Divizia B nella stagione 1934-35. L'anno successivo terminò il campionato all'ultimo posto nel proprio girone e venne retrocesso in Divizia C, alla sua prima edizione.[4]

La terza serie venne disputata per due stagioni, dopodiché negli anni successivi sotto la Divizia B c'erano i campionati provinciali.

Nel 1940, a seguito del secondo arbitrato di Vienna, la Transilvania venne ceduta all'Ungheria e il CFRE cambiò nome in MAV Kolozsvár e disputò tornei in ambito locale senza ottenere risultati rilevanti.

1946 – 1976[modifica | modifica sorgente]

Con il ritorno alla Romania nell'autunno del 1945 partecipò al torneo regionale istituito per stabilire le due squadre cittadine qualificate alla prima stagione di Divizia A dopo la seconda guerra mondiale. Terminò al terzo posto nel proprio girone venendo così ammesso in Divizia C, mentre furono qualificate per il massimo campionato Universitatea e Ferar[5]. Rinforzato da alcuni giocatori provenienti dal Victoria fu promosso in seconda serie.

Durante la pausa invernale del 1947-48 il Ferar Cluj si trovò in difficoltà economica e i due club si fusero; alla ripresa del torneo il club partecipante cambiò nome da Ferar a CFR e nella partita d'esordio l'8 febbraio 1948 riuscì a pareggiare 2-2 contro i campioni in carica dell’UTA Arad[6] in una stagione nella quale terminò nelle posizioni centrali della classifica.

Nel 1948-49 la federazione decise a campionato in corso di aumentare il numero di squadre retrocesse da 2 a 4 e il CFR, nel quale giocavano anche quattro nazionali, retrocedette insieme ai concittadini dell’U-Cluj.[5] Nel 1950, contemporaneamente a tutte le altre squadre ferroviarie del paese, cambiò nome in Locomotiva Cluj e in campionato non riuscì a tornare immediatamente in prima divisione. Nel 1957, allenata dal celebre Ștefan Dobay, fu retrocessa in Divizia C.[7]. Venne promosso due anni dopo e vinse la Coppa dell'8º congresso del Partito Comunista Rumeno battendo il Rapid Cluj e lo Ştiinţa Cluj.[3]

Nel tentativo di creare una seconda squadra cittadina in grado di mantenersi stabilmente in prima divisione a fianco dell'Universitatea, fu imposta a CFR e Rapid la fusione e venne creato il Clubul Sportiv Muncitoresc Cluj formato dai migliori giocatori di entrambe le squadre allenati da Ştefan Covaci e vennero mantenute le squadre amatoriali dei ferrovieri (col nome Depoul de Locomotive Cluj) e dei lavoratori della fabbrica di pellame[5]. Il tentativo fallì e già nel 1964 i ferrovieri si ritirarono dalla nuova squadra e proseguirono con quella amatoriale che arrivò ad un passo dalla promozione in Divizia C perdendo ai playoff contro il Gloria Bistriţa. Tuttavia alla fine della stagione si ritrovò in Divizia B, fondendosi e prendendo il posto del Clujeana Cluj.[8].

Allenata da Constantin Rădulescu, negli anni quaranta giocatore sia nel CFR che nell’Universitatea, vinse la Divizia B con 40 punti distanziando di 5 lunghezze la seconda in classifica.[9]. La formazione tipo (che giocava con il modulo 4-2-4) era formata da Naghel (Hasmasan) - Tegean, Dragomir, Soos, Roman - Alexandru Vasile, Uifaleanu (Stincel) - Bretan, Petru Emil, Mazurakis e Petrescu.[8]

Nella nuova stagione in massima serie finì il campionato al quattordicesimo posto e si salvò ma la dirigenza decise ugualmente di cambiare l’allenatore ed ingaggiare Eugen Iordache ma visti i pessimi risultati venne esonerato e ritornò Radulescu che ottenne la salvezza grazie al 2-2 all’ultima giornata contro l’UTA Arad. Anche nella stagione successiva la salvezza fu ottenuta all’ultima giornata dopo che concluse il girone d'andata con una sola vittoria all'attivo:con 8 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte nel girone di ritorno riuscì a risalire fino al tredicesimo posto.[10].

Nell’estate del 1972 fu ingaggiato Mihai Adam dall’Universitatea, già in passato vincitore di due titoli di capocannoniere e la squadra ottenne il suo miglior risultato, un quinto posto. In quella stagione venne completato il nuovo stadio e il match inaugurale fu un’amichevole contro Cuba vinta per 2-1. Disputò altre tre stagioni in Divizia A, Adam vinse il suo terzo titolo di miglior marcatore nel 1973-74 (unico giocatore del CFR ad essere capocannoniere)[11] e la divizia A 1975-1976 fu l’ultima stagione in massima serie del XX secolo.

1976-2004[modifica | modifica sorgente]

Cercò l’immediato ritorno nel massimo campionato ma dopo una stagione all'undicesimo posto, quella successiva finì al secondo posto dietro al FC Baia Mare[12]. Disputò altri campionati senza ottenere risultati rilevanti e venne retrocesso in Divizia C dopo aver terminato al penultimo posto la Divizia B 1981-1982[13]. Per tutti gli anni ottanta e novanta disputò campionati tra la seconda e la terza serie e la situazione economica del club si fece più difficile soprattutto a partire dal 1990: le squadre degli altri sport della polisportiva ferroviaria vennero infatti sciolte e la sezione calcistica fu l'unica mantenuta, pur con difficoltà[5].

Nel 2001 la squadra allenata da Marius Bretan (che disputava quell'anno la Divizia C) fu ad un passo dalla bancarotta e venne salvata durante la pausa invernale dall'uomo di affari Arpad Paszkany che acquistò la società e annunciò investimenti per un pronto ritorno in prima divisione. Già in quella stagione fu ottenuta la promozione in Divizia B.[5]

Nel 2003-04 fu promosso in Divizia A. Dopo aver iniziato il campionato con 13 vittorie consecutive la squadra si bloccò e durante la pausa invernale cambiò allenatore. Per tutto il girone di ritorno contese al Jiul Petroșani il primo posto del girone che ottenne con un pareggio all'ultima giornata contro il Gaz Metan Mediaș[5][14]

Dal 2004[modifica | modifica sorgente]

CFR-Chelsea nella Champions League 2008-2009

La stagione che segnò il ritorno in Divizia A dopo 28 anni fu conclusa al sesto posto e anche negli anni successivi terminò nelle posizioni centrali della classifica. La dirigenza iscrisse il club alla coppa Intertoto 2005 nella quale giunse alla finale sconfitto dal Racing Club de Lens dopo aver superato Vetra Vilnius, Athletic Bilbao ai rigori, Saint Etienne e Zalgiris Vilnius[15]. Alla guida della squadra c’era il giocatore-allenatore Dorinel Munteanu.

Nella stagione 2007-2008 vinse il titolo diventando la prima squadra non avente sede a Bucarest a vincere il campionato rumeno negli ultimi 17 anni e garantendosi, così, la partecipazione alla fase a gironi della Champions League 2008-2009. Pochi giorni dopo conquistò anche la Coppa di Romania.

Nella stagione successiva in campionato il Cluj ha avuto un inizio non felice, culminato nell'esonero, ad agosto, di Ioan Andone, l'allenatore dello scudetto. Al suo posto è stato chiamato l'italiano Maurizio Trombetta, in passato secondo di Francesco Guidolin e Giovanni Galeone[16]. Nella gara di esordio in Champions League 2008-2009 il Cluj sorprese tutti battendo la Roma all'Olimpico per 2-1. Nonostante abbia ottenuto altri risultati importanti, come il pareggio in casa contro il Chelsea, la squadra campione di Romania fu eliminata al termine della fase a gironi.

Nella stagione 2008-2009 il Cluj si piazzò quarto in campionato e vinse nuovamente la coppa nazionale, qualificandosi per la UEFA Europa League, al cui turno di play-off ha avuto accesso direttamente. Dal novembre 2009 fino ad agosto 2010 è stato allenato dall'italiano Andrea Mandorlini coadiuvato dai suoi secondi Enrico Nicolini e Roberto Bordin, che al termine di una prima stagione trionfale lo ha portato alla conquista del secondo scudetto, battendo all'ultima giornata per 2-1 l'Inter Arges, e poi alla conquista della Coppa di Romania, la terza consecutiva in tre anni per la squadra. Nell'estate del 2010 venne esonerato dopo appena 8 giornate e sostituito da Sorin Cartu, in seguito sostituito da Alin Minteuan.

Vinse la Liga I 2011-2012 conquistando così il suo terzo titolo e guadagnando l'accesso alla Champions League 2012-2013 dove arrivò terzo nel proprio girone passando così ai sedicesimi di finale della Europa League dove venne eliminata dall'Inter.

Cronistoria[modifica | modifica sorgente]

Cronistoria del Fotbal Club CFR Cluj
  • 1908 ·
  • 1909 ·
  • 1910 ·
  • 1911 ·
  • 1912 ·
  • 1918-1919 ·
  • 1919-1920 ·
  • 1921-22 · Girone eliminatorio "Cluj"
  • 1922-23 · Girone eliminatorio "Cluj"
  • 1923-24 · Girone eliminatorio "Cluj"
  • 1924-25 · Girone eliminatorio "Cluj"
  • 1925-26 · Girone eliminatorio "Cluj"
  • 1926-27 · Girone eliminatorio "Cluj"
  • 1927-28 · Girone eliminatorio "Cluj"
  • 1928-29 · Girone eliminatorio "Cluj"
  • 1929-30 · Girone eliminatorio "Cluj"
  • 1930-31 · Girone eliminatorio "Nord"
  • 1931-32 · Girone eliminatorio "Nord"
  • 1932-33 · Campionato provinciale
  • 1933-34 · Campionato provinciale
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1934-35 · 5° in Divizia B serie III
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1935-36 · 8° in Divizia B serie III - Retrocesso in Divizia C
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1936-1937 · 3° in Divizia C girone Nord serie II
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1937-1938 · 4° in Divizia C girone Nord serie I
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1938-1939 · Campionato provinciale
  • 1939-1940 · Campionato provinciale
  • 1940-1941 · Campionato provinciale ungherese
  • 1941-1942 · Campionato provinciale ungherese
  • 1942-1943 · Campionato provinciale ungherese
  • 1943-1944 · Campionato provinciale ungherese
  • 1946-1947 · 1° in Divizia C serie VII - Promosso in Divizia B
  • 1947-48 · Abbandona la Divizia B a febbraio e prende il posto del Ferar in Divizia A
8° in Divizia A
Ottavi di finale in Coppa di Romania
  • 1948-49 · 11° in Divizia A - Retrocesso in Divizia B
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
  • 1950 · 8° in Divizia B serie II
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1951 · 6° in Divizia B serie II
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
  • 1952 · 4° in Divizia B serie II
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1953 · 3° in Divizia B serie II
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
  • 1954 · 5° in Divizia B serie II
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1955 · 7° in Divizia B serie II
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1956 · 10° in Divizia B serie I
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
  • 1957-58 · 14° in Divizia B serie I - Retrocesso in Divizia C
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1958-1959 · 2° in Divizia C serie V - Promosso in Divizia B
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
  • 1959-60 · 8° in Divizia B serie III
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
  • 1960-61 · Fusione con il Rapid Cluj: il CSM Cluj è 8° in Divizia B serie III
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1961-62 · 7° in Divizia B serie III
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1962-63 · 5° in Divizia B serie III
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1963-64 · 11° in Divizia B serie II. La sezione ferroviaria esce dalla squadra e prosegue l'attività nel campionato provinciale
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
  • 1964-1965 · Campionato provinciale
  • 1965-1966 · Campionato provinciale
  • 1966-1967 · Campionato provinciale
  • 1967-68 · Fusione con il Dermata Cluj. 5° in Divizia B serie II
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1968-69 · 1° in Divizia B serie II - Promosso in Divizia A
Turni preliminari in Coppa di Romania
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
Quarti di finale in Coppa di Romania
Ottavi di finale in Coppa di Romania
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
Ottavi di finale in Coppa di Romania
  • 1975-76 · 17° in Divizia A - Retrocesso in Divizia B
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
  • 1976-77 · 9° in Divizia B serie III
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1977-78 · 2° in Divizia B serie III
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1978-79 · 4° in Divizia B serie III
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1979-80 · 10° in Divizia B serie III
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1980-81 · 8° in Divizia B serie III
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1981-82 · 17° in Divizia B serie III - Retrocesso in Divizia C
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1982-1983 · 1° in Divizia C serie X - Promosso in Divizia B
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1983-84 · 16° in Divizia B serie III - Retrocesso in Divizia C
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1984-1985 · 5° in Divizia C serie XI
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
  • 1985-1986 · 1° in Divizia C serie IX - Promosso in Divizia B
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1986-87 · 17° in Divizia B serie III - Retrocesso in Divizia C
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1987-1988 · 2° in Divizia C serie IX
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1988-1989 · 1° in Divizia C serie XI - Promosso in Divizia B
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1989-90 · 18° in Divizia B serie III - Promosso in Divizia B
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1990-1991 · 1° in Divizia C serie XI - Promosso in Divizia B
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1991-92 · 7° in Divizia B serie III
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1992-93 · 15° in Divizia B serie II
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1993-94 · 12° in Divizia B serie II
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1994-95 · 16° in Divizia B serie II - Retrocesso in Divizia C
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1995-1996 · 1° in Divizia C serie IV - Promosso in Divizia B
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1996-97 · 9° in Divizia B serie II
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1997-98 · 16° in Divizia B serie II - Retrocesso in Divizia C
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1998-99 · 5° in Divizia C serie IV
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 1999-00 · 10° in Divizia C serie VI
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 2000-01 · 10° in Divizia C serie VII
Turni preliminari in Coppa di Romania
  • 2001-02 · 1° in Divizia C serie VIII - Promosso in Divizia B
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
  • 2002-03 · 6° in Divizia B serie II
Quarti di finale in Coppa di Romania
  • 2003-04 · 1° in Divizia B serie III - Promosso in Divizia A
Turni preliminari in Coppa di Romania
Ottavi di finale in Coppa di Romania
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
Finalista in Coppa Intertoto
Ottavi di finale in Coppa di Romania
Vincitore della Coppa di Romania
Secondo turno in Coppa UEFA
Vincitore della Coppa di Romania
Fase a girone in Champions League
Vincitore della Coppa di Romania
Fase a gironi in Europa League
Vincitore della Supercoppa di Romania
Quarti di finale in Coppa di Romania
Fase a gironi in Champions League
Vincitore della Supercoppa di Romania
Sedicesimi di finale in Coppa di Romania
Partecipa alla Coppa di Romania
Fase a gironi in Champions League
Qualificato alla Europa League
Sconfitto in Supercoppa di Romania

Stadio[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Stadio Dr. Constantin Rădulescu.
L'ingresso dell'impianto

La squadra gioca le partite casalinghe nello stadio Dr. Constantin Rădulescu, impianto costruito nel 1973[17] con una capienza di 23.500 posti a sedere dei quali circa 15.000 coperti[18] dopo una completa ristrutturazione avvenuta nel 2004.

In origine la capienza era di 10.000 spettatori e dopo l'ampliamento è il nono impianto in Romania per numero di spettatori.[17]

È dotato di un impianto di illuminazione di 1.600 lux.

In precedenza il club giocava in un impianto sempre situato nei pressi della stazione ferroviaria inaugurato nel 1924


Rosa[modifica | modifica sorgente]

Rosa aggiornata all' 8 gennaio 2014[19].[20]

N. Ruolo Giocatore
1 Portogallo P Mário Felgueiras
2 Spagna D Javier Velayos
5 Romania C Claudiu Voiculeț
7 Romania C Ciprian Deac
8 Algeria C Najib Ammari
10 Romania A Florin Costea
11 Francia A Robert Maah
12 Romania D Vasile Maftei
13 Italia D Felice Piccolo
15 Francia A Grégory Tadé
18 Nigeria A Chuka
21 Romania A Sergiu Negruţ
N. Ruolo Giocatore 600px Culori CFR.svg
22 Portogallo C Tiago Lòpes
24 Romania D Ionuț Rada
27 Australia A Anthony Carter
28 Italia P Remo Amadio
30 Portogallo A Rui Pedro
32 Romania P Mihai Mincă
40 Nigeria C Nwankwo Obiorah
44 Spagna C Aitor Monroy
45 Portogallo D Camora
48 Ghana C Sulley Muniru
88 Romania A Liviu Ganea

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

2007-2008, 2009-2010, 2011-2012
2007-08, 2008-09, 2009-10
2009, 2010

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (RO) Protecţia mărcii, cfr1907.ro.
  2. ^ (RO) Imprint, cfr1907.ro.
  3. ^ a b c d (RO) articolo sulla storia del cfr. URL consultato il 2 gennaio 2013.
  4. ^ Divizia B 1935-1936. URL consultato il 2 gennaio 2013.
  5. ^ a b c d e f (RO) Storia dal sito ufficiale. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  6. ^ Dettaglio stagione 1947-48. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  7. ^ Divizia B 1957. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  8. ^ a b (RO) Storia su kvsc1907.ro. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  9. ^ Divizia B 1968-69. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  10. ^ Stagione 1971-72. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  11. ^ Capocannonieri della Liga I su rsssf.com. URL consultato il 4 gennaio 2013.
  12. ^ Divizia B 1977-78. URL consultato il 4 gennaio 2013.
  13. ^ Divizia B 1981-82. URL consultato il 4 gennaio 2013.
  14. ^ Divizia B 2003-04. URL consultato il 4 gennaio 2013.
  15. ^ Dettagli Coppa Intertoto 2005. URL consultato il 4 gennaio 2013.
  16. ^ Gazzetta.it, L'italiano Trombetta nuovo mister del Cluj - 02/09/2008
  17. ^ a b Stadi in Romania. URL consultato il 4 gennaio 2013.
  18. ^ Informazioni sullo stadio dal sito ufficiale. URL consultato il 4 gennaio 2013.
  19. ^ Echipa principală - ECHIPA .: Site-ul oficial al CFR 1907 Cluj
  20. ^ http://www.transfermarkt.it/it/cfr-cluj/startseite/verein_7769.html

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio