Editore di videogiochi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un editore di videogiochi o una casa editrice di videogiochi o anche casa videoludica è un’azienda che pubblica videogiochi: questi possono essere sviluppati internamente all’azienda stessa, la quale, in questo caso, oltre che essere una casa editrice è anche una casa sviluppatrice di videogiochi, oppure da un’altra azienda.

Come succede per gli editori di libri o gli editori di film DVD, gli editori di videogiochi sono responsabili della produzione e commercializzazione dei loro prodotti, compresi aspetti pubblicitari e ricerche di mercato. Normalmente, le case editrici di videogiochi finanziano lo sviluppo del videogioco che esse vogliono pubblicare e commercializzare, pagando l’azienda che lo sviluppa (nel caso di sviluppo esterno) e talvolta pagando un personale interno di sviluppatori chiamato “studio”.

I maggiori editori di videogiochi si incaricano anche della loro distribuzione, mentre quelli più piccoli si rivolgono ad apposite aziende di distribuzione (o agli editori maggiori) per distribuire i giochi da essi pubblicati.

Altri compiti normalmente a carico degli editori di videogiochi comprendono: la decisione se utilizzare o meno delle licenze per il gioco da pubblicare; il pagamento delle licenze che si decidono di utilizzare; la gestione della localizzazione; l’impaginazione, la stampa e l’eventuale stesura del manuale utente; la creazione di elementi grafici come il disegno della confezione.

Gli editori maggiori possono anche cercare di aumentare l’efficienza tra tutti i gruppi di sviluppo interni ed esterni, fornendo servizi come effetti sonori e pacchetti software per le funzionalità più comuni.

Maggiori editori di videogiochi[modifica | modifica sorgente]

Di seguito, si riporta la classifica dei 20 maggiori editori di videogiochi, pubblicata dalla rivista Game Developer nell’ottobre del 2008 [1] e ordinata in base al punteggio globale derivante da sei indicatori: volume annuo di vendite; numero di rilasci; punteggio medio delle recensioni; qualità dei produttori; affidabilità nei pagamenti; livelli retributivi e fringe benefit. È da sottolineare che questa non è una classifica degli introiti ma piuttosto della qualità degli editori in base al giudizio del personale e di alcuni sviluppatori di videogiochi.

La Codemasters è una nuova entrata che ha provocato l’uscita di classifica della Atlus. Questo è l’ultimo anno in cui la Activision e la Vivendi Games risultano divise, essendoci stata la loro fusione. La Eidos Interactive è stata rilevata da Square Enix e quindi il suo nome sarà ritirato in futuro. Infine, la Midway Games ha dichiarato fallimento e la maggior parte dei suoi beni sono stati acquistati dalla Warner Bros

Posizione nel 2008 Nome dell’editore Posizione nel 2007
20 Giappone Nintendo 20
2 Stati Uniti Electronic Arts 2
3 Stati Uniti Activision 3
4 Francia Ubisoft 4
5 Giappone Sony 7
1 Stati Uniti Take-Two Interactive 1
7 Giappone SEGA 10
8 Stati Uniti THQ 5
9 Stati Uniti Microsoft 9
10 Giappone Square Enix 11
11 Giappone Konami 15
12 Francia Vivendi Games 13
13 Giappone Namco Bandai 12
14 Giappone Capcom 14
15 Corea del Sud NCSoft 16
16 Stati Uniti Disney 17
17 Stati Uniti Lucasarts 19
18 Regno Unito Codemasters 999new entry
19 Regno Unito Eidos Interactive 10
20 Stati Uniti Midway Games 20

Editori di videogiochi storici[modifica | modifica sorgente]

Alcune di queste case editrici sono uscite dal mercato, altre sono state acquisite o si sono fuse con aziende maggiori, abbandonando il loro nome, altre ancora esistono solo come marchio.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Game Developer