Square (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Square Co., Ltd.
Logo
Stato Giappone Giappone
Tipo Kabushiki Kaisha
Fondazione settembre 1986
Fondata da Masafumi Miyamoto
Chiusura 1º aprile 2003
Sede principale Tokyo
Filiali
  • Square Soft, Inc.
  • Square L.A., Inc.
  • Square Electronic Arts L.L.C.
  • Square Europe Ltd.
Persone chiave
Settore Informatico
Prodotti Videogiochi

Square Co., Ltd. (株式会社スクウェア Kabushiki Kaisha Sukuwea?) era un'azienda giapponese che sviluppava e pubblicava videogiochi. È stata fondata nel settembre del 1986 in Giappone ed ha concretizzato la propria reputazione di sviluppatrice di videogiochi di primaria importanza con la pubblicazione, nel 1987, del primo titolo della famosa saga di giochi di ruolo Final Fantasy.

Il 1º aprile 2003 Square ha assunto il nome di "Square Enix" in seguito alla fusione con un altro colosso giapponese dell'industria videoludica, la Enix.

La Square ha prodotto soprattutto JRPG, tipo di videogioco con la quale è diventata famosa in tutto il mondo. Giochi firma di Square sono Final Fantasy e Kingdom Hearts.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nell'ottobre 1983 Denyu Co. Ltd., un'azienda giapponese di costruzione di linee elettriche, apre una divisione atta allo sviluppo di videogiochi denominata Square. Il primo titolo ad essere sviluppato è lo sparatutto Treguzar, uscito nel 1985 per NES, la console più diffusa in quel periodo. L'anno successivo pubblica tre giochi: King's Knight (sparatutto), Suishou No Ryuu (videogioco d'avventura) e Deep Dungeon (videogioco di ruolo), tutti per NES e dedicati al solo mercato nipponico.

Nel settembre 1986 Square diventa indipendente separandosi dalla Denyu Co. Ltd. Ha a disposizione pochissimi fondi che le permettono di sviluppare un solo gioco con il compito di decretare il successo o il fallimento dell'azienda: Final Fantasy. Questo videogioco di ruolo per NES esce in Giappone l'anno successivo ed ottiene un successo tale da permettere all'azienda di produrne un seguito.

Nel 1988 Square pubblica Final Fantasy II, sempre per NES, e sempre in Giappone, trovando ancora ottimi riscontri nel pubblico, a cui seguirà, nel 1990, Final Fantasy III.

Square Soft Inc., filiale americana dell'azienda, vede la luce nel 1989.

Il 1991 è un anno importante per il mondo videoludico: Nintendo crea SNES, una nuova console a 16-bit in grado di disporre subito di un nuovo capitolo della saga Square: Final Fantasy IV, seguito da Final Fantasy V nel 1992 e da Final Fantasy VI nel 1994. Quest'ultimo diventa subito il J-RPG più venduto di tutti i tempi nel nuovo continente, ed è tuttora considerato il miglior videogioco realizzato dall'azienda.[1] Intanto in America vengono pubblicati Final Fantasy, Final Fantasy IV e Final Fantasy VI, gli ultimi due dei quali con i nomi modificati in Final Fantasy II e Final Fantasy III.

Nel 1994 Square lavora ad un capitolo della saga per Nintendo 64, nuova console Nintendo di prossima uscita, ma il progetto viene cancellato. Tutto ciò che ne rimane è il semisconosciuto Final Fantasy SGI Demo.

Il 1995 segna per Square il parziale distaccamento dalla serie che l'ha resa famosa; si dedica quindi ad altri giochi quali Front Mission, Secret of Evermore e Chrono Trigger per SNES.

Nel 1997 Square abbandona le console Nintendo e crea Final Fantasy VII per la nuova console a 32-bit di Sony in grado di gestire ambientazioni e personaggi tridimensionali: PlayStation. Square ne vende due milioni di copie a due giorni dal lancio. Inoltre, prosegue un'altra fortunata serie con i sequel di Front Mission. Negli anni '97-'98 vengono pubblicati titoli completamente originali quali Bushido Blade (picchiaduro realistico), Ehrgeiz (picchiaduro arcade), Parasite Eve (avventura horror), Xenogears (gioco di ruolo) e Bushido Blade 2, tutti pubblicati per PlayStation. Nasce inoltre Square Europe Ltd., filiale europea.

Nel 1999 debutta Final Fantasy VIII che vende 3,3 milioni di copie in 3 giorni. Tra i numerosi titoli del periodo, Vagrant Story.

Final Fantasy IX arriva nel 2000 assieme a Parasite Eve 2.

Nel 2001 vengono lanciati Final Fantasy X e Kingdom Hearts per PlayStation 2 oltre al primo film Square realizzato interamente in computer grafica, Final Fantasy: The Spirits Within, nelle sale cinematografiche (a cui seguiranno versione VHS e DVD). Due anni dopo Square diventa Square Enix.

Dove non diversamente specificato, le date di uscita si riferiscono al mercato giapponese. A partire dagli eventi del 1995, tutti i giochi qui menzionati sono stati convertiti per il mercato americano e, in larga parte, anche per il mercato europeo.

Dati e numero[modifica | modifica sorgente]

Square ha annunciato, per l'anno fiscale terminato il 31 marzo 2002, un regime di vendite di oltre 315 milioni di euro.[senza fonte]

Giochi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Final Fantasy VI - #1 RPG in IGN. URL consultato il 20 agosto 2014.