Mattel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mattel Inc.
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Tipo Public company
Borse valori NYSE: MAT
Fondazione 1945
Sede principale El Segundo, CA, Stati Uniti
Persone chiave
Settore Manifatturiera
Prodotti
Fatturato Green Arrow Up.svg 6,48 miliardi $[1] (2013)
Risultato operativo Green Arrow Up.svg 1,16 miliardi $[1] (2013)
Utile netto Green Arrow Up.svg 903 milioni $[1] (2013)
Dipendenti 28.000 [2] (2013)
Sito web www.mattel.com

La Mattel Inc., statunitense, è una delle più grandi case produttrici di giocattoli del mondo. I suoi prodotti più celebri sono Barbie, Big Jim, e gli automodelli Hot Wheels e Matchbox. Produce anche bambole e giochi da tavolo, e negli anni ottanta è stata attiva anche nel settore videoludico, producendo console e videogiochi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Mattel venne fondata nel 1945 da Elliot Handler e Harold "Matt" Matson, la cui fusione dei nomi (il soprannome di Matson, "MATT", più le iniziali del nome di Handler, "EL") diede origine al marchio. Ruth Handler, moglie di Elliot, ne divenne in seguito presidente.

Inizialmente la Mattel produceva cornici per fotografie e, solo marginalmente, accessori per case di bambole. Quest'ultima attività divenne via via più redditizia della prima, finché la produzione di giocattoli venne riconosciuta come core business della società.

Nel 1959, in seguito a una visita in Europa dove viene a conoscenza della bambola Bild Lilli, Ruth Handler progetta la bambola "adulta" Barbie. Nel 1970 viene ideata e progettata l'action figure Big Jim, ispirata al G.I. Joe della Hasbro, con cui si pone in diretta concorrenza, che verrà commercializzata a partire dal 1972 soprattutto in Stati Uniti, Europa e Messico.

La società ebbe periodi di fortuna alterni. Nel novembre del 1975 la Mattel fu criticata con l'accusa di aver diffuso informazioni false per dare l'impressione di una crescita del suo volume d'affari non corrispondente alla realtà. Tuttavia, l'ascesa economica di Mattel divenne ben presto reale, e fu soprattutto dovuta alla realizzazione di una serie di linee di prodotti di enorme successo.

Fra la fine degli anni ottanta e l'inizio dei novanta Mattel fu anche il distributore ufficiale dei prodotti NES (Nintendo) in Europa e in Canada. Nel 1993 si fuse con un'altra grande casa produttrice di giocattoli, la Fisher-Price, e nel 1996 acquisì Tyco Toys, all'epoca la terza casa produttrice di giocattoli del mondo e detentrice del marchio View-Master, popolare visore stereoscopico in produzione fin dal 1939.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 la società ha dovuto ritirare più di venti milioni di giocattoli prodotti in Cina per la loro pericolosità. I giocattoli utilizzavano vernici al piombo che potevano rilasciare sostanze tossiche tramite contatto o ingestione.[3]

Influenze nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Prodotti (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Prodotto (nome italiano) Prodotto (nome originale) Anno inizio
produzione
Anno fine
produzione
Note
American Girl American Girl in produzione Linea di bambole.
Barbie Barbie 1959 in produzione
Big Jim Big Jim/Mark Strong 1972 1986 Dismessa negli Stati Uniti a partire dal 1977, è stata una delle linee di action figure più popolari soprattutto in Europa e in particolare in Italia. I corpi sono stati utilizzati per realizzare anche altre serie indipendenti e personaggi singoli come le serie Karl May, How The Whest Was Won, Grizzly Addams o i personaggi di Tarzan e Capitan Futuro.
Blokus
Cherry Merry Muffin Cherry Merry Muffin
Eroi in azione Heroes in action 1975 1980 Linea di soldatini snodabili con meccanismo che li faceva "muovere", compiendo azioni preordinate.
La Famiglia Cuore The Heart Family
La Famiglia Felice The Sunshine Family
Fijit Friends Fijit Friends in produzione
Hot Wheels Hot Wheels 1968 in produzione Modellini di automobili in metallo. Linea originaria della Mattel, principale concorrente della Matchbox della Tyco Toys fino al 1996, quando la prima acquisì la seconda.
Intellivision Intellivision 1979 1991 Console per videogiochi.
Iridella Rainbow Brite 1983  ?
Karl May Karl May 1975 1978 Linea di action figures per le quali venne utilizzato il corpo di Big Jim, distribuita in Germania e Nord Europa, ispirata ai personaggi creati dallo scrittore tedesco Karl May. I medesimi personaggi, con nomi diversi, vennero distribuiti anche negli altri paesi europei all'interno della linea Big Jim come "Gli amici del West".
Lady Lovely Lady Lovely
Little Mommy Little Mommy in produzione
Maglieria Magica
Major Matt Mason Major Matt Mason 1966 Primi anni '70 Action figure in gomma snodabile con anima di filo di ottone di fine anni sessanta a tematica "astronautica".
Masters of the Universe Masters of the Universe 1981 1988
Matchbox Matchbox 1996 in produzione Modellini di automobili in metallo. Originariamente prodotta dalla Tyco Toys, di cui la linea Hot Wheels della Mattel era la principale concorrente, venne acquisita da quest'ultima nel 1996.
Mattel Electronics Principalmente videogiochi a partire dagli anni settanta.
Max Steel Max Steel 1999 in produzione Erede del Big Jim, era originariamente una action figure da 12" "vestibile" calata in una tematica d'azione, spionistica con sfumature fantascientifiche. Attualmente è una action figure di 6", meno snodabile e non "vestibile", calata in una tematica completamente fantascientifica.
Monster High Monster High 2010 in produzione
My Scene My Scene 2002 2010
Othello
Polly Pocket Polly Pocket 1998 in produzione Prodotta inizialmente dalla britannica Bluebird Toys, dal 1989, e distribuita dalla Mattel, nel 1998 è stata acquistata dall'azienda statunitense che l'ha ridisegnata modificandola sensibilmente.
Poochie
Radar Gun Radar Gun
Rock Flowers Rock Flowers 1971 1974 Linea di 5 bambole "hippy" da 7" con corpo in gomma flessibile e anima di filo di ottone, ispirata alla Dawn Doll della Topper. I personaggi venivano venduti con allegato disco 7" con incise due canzoni, una per lato, cantante da un gruppo omonimo formato appositamente come controparte "reale" dei giocattoli.
See'n'Say See'n'Say In produzione Serie di giocattoli prescolastici "parlanti" o con suoni. Distribuiti inizialmente dalla Mattel, sono attualmente parte del catalogo Fisher-Price.
Slaim
Uno
View-Master View-Master 1997 in produzione Popolare stereoscopio a dischetti di 7 immagini stereoscopiche parallele, il View-Master è in produzione dal 1939, ma è stato acquisito dalla sussidiaria della Mattel Fisher-Price solo nel 1997, in seguito all'assorbimento da parte di quest'ultima del marchio Tyco Toys, di cui il visore stereoscopico era proprietà fin dal 1989.
Winx Club 2004 2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Profilo finanziario Mattel su Google Finance
  2. ^ (EN) NASDAQ:MAT su Google Finance
  3. ^ Giochi al piombo, nuovo allarme La Mattel ne ritira altri 850mila, Repubblica, 5-9-2007. URL consultato il 5-9-2007.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]