Pontechianale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pontechianale
comune
Pontechianale – Stemma
La frazione capoluogo ed il lago artificiale
La frazione capoluogo ed il lago artificiale
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Sindaco Alfredo Campi (lista civica) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 44°37′00″N 7°02′00″E / 44.616667°N 7.033333°E44.616667; 7.033333 (Pontechianale)Coordinate: 44°37′00″N 7°02′00″E / 44.616667°N 7.033333°E44.616667; 7.033333 (Pontechianale)
Altitudine 1614 m s.l.m.
Superficie 94 km²
Abitanti 187[1] (31-12-2010)
Densità 1,99 ab./km²
Frazioni Castello, Chianale, Forest, Genzana, Maddalena (capoluogo), Rueites, Villaretto
Comuni confinanti Bellino, Casteldelfino, Crissolo, Oncino, Saint-Véran (FR-05), Saint-Paul (FR-04),

Molines-en-Queyras (FR-05), Ristolas (FR-05)

Altre informazioni
Cod. postale 12020
Prefisso 0175
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 004172
Cod. catastale G837
Targa CN
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti pontechianalesi
Patrono santa Maria Maddalena, san Pietro
Giorno festivo 22 luglio
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Pontechianale
Sito istituzionale

Pontechianale (Pontcianal in piemontese, Pont e la Chanal in occitano) è un comune sparso di 192 abitanti della provincia di Cuneo.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

In realtà non esiste il paese di Pontechianale in sé, perché il comune è formato da un insieme di frazioni, nessuna delle quali ha tale nome: Maddalena (il capoluogo, sede del municipio), Villaretto, Castello, Rueites, Forest, Chiesa, Genzana e Chianale.

È il più alto paese della Val Varaita e il suo territorio confina con quello francese, raggiungibile in automobile attraverso il valico Colle dell'Agnello. La Valle Varaita fa parte delle valli occitane italiane, ed infatti nel comune si parla la lingua occitana. È anche uno dei paesi della Castellata, insieme a Casteldelfino e Bellino.

Il lago nella stagione invernale. Al fondo si nota la diga.

Dal 1942, nel territorio del comune di Pontechianale, sorge una diga (Frazione Castello), che permette la formazione di un lago, molto frequentato dai turisti d'estate. Tale lago serve per la produzione di energia elettrica, in quanto l'acqua accumulata viene indirizzata a valle verso le centrali idroelettriche di Casteldelfino, Sampeyre e Frassino, che producono energia elettrica.

Proprio per permettere la costruzione della diga, negli anni quaranta è stata completamente evacuata e sommersa la frazione Chiesa di Pontechianale, che sorgeva dove ora vi è il lago. Tutte le case di questa frazione, insieme alla chiesa parrocchiale stessa (San Pietro in Vincoli) e al cimitero sono stati ricostruiti in un'altra località nello stesso comune, che ha riassunto il nome di frazione Chiesa. Alcuni resti delle case sono tuttora visibili sul fondo del lago, nei periodi di magra.[2] Fino a pochi anni fa era possibile vedere affiorare anche il campanile della vecchia chiesa, successivamente crollato.

Sono presenti impianti di risalita per lo sci invernale sia in paese, sia a più alta quota, a più di 2.000 metri di altitudine, raggiungibili con una seggiovia.

Ha ospitato nel 2010 l'edizione del concerto di Ferragosto, trasmesso in diretta nazionale da Rai Tre.

Nel territorio del comune sorge il Bosco dell'Alevè, il più grande bosco di pini cembri d'Europa.

In frazione Chianale è aperto dal 2009, nei locali settecenteschi della Missione dei Cappuccini, il Museo del Costume e dell'artigianato tessile, che ospita una ricca collezione di costumi tradizionali.[3] La frazione di Chianale fa parte della lista dei "Borghi più Belli d'Italia" e si sviluppa sulle due sponde del Varaita. Vi si trovano la chiesa di Sant'Antonio e la più recente parrocchiale di San Lorenzo.

Festività locali[modifica | modifica sorgente]

  • 22 luglio: Festa patronale S. M. Maddalena, Maddalena
  • 5 agosto: Festa di S. Deliberata, Villaretto
  • 10 agosto: Festa di S. Lorenzo, Chianale
  • 15 agosto: Festa dell'Assunta, Castello
  • 16 agosto: Festa di S. Rocco, Genzana
  • 18 agosto: Festa del pozzo, Furest

Sport[modifica | modifica sorgente]

Chianale, frazione di Pontechianale, è stata più volte arrivo di tappa del Giro d'Italia:

Il comune è punto di partenza per varie escursioni nel gruppo montuoso del Monviso; tra queste escursioni è degno di particolare nota il Giro di Viso. A tale scopo nel territorio comunale si trovano i rifugi:

È inoltre presente un posto tappa della Grande Traversata delle Alpi, in frazione Chianale.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2006 2011 Alfredo Campi Lista civica Sindaco
2011 in carica Alfredo Campi Lista civica Sindaco II mandato

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

Pontechianale fa parte della Comunità montana Valli Po, Bronda, Infernotto e Varaita.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Sulla cartografia nazionale IGM in scala 1:25.000 è ancora possibile vedere la situazione topografica precedente alla realizzazione della diga, con la dislocazione della frazione Chiesa (Cartografia IGM 1:25.000 on line)
  3. ^ Comunità montana Valle Varaita - Pontechianale
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Cuneo Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo