Ruffia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ruffia
comune
Ruffia – Stemma
Ruffia – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Amministrazione
Sindaco Giampiero Boaglio (lista civica) dal 14/06/2004, riconfermato 08/06/2009 e 26/05/2014
Territorio
Coordinate 44°42′00″N 7°36′00″E / 44.7°N 7.6°E44.7; 7.6 (Ruffia)Coordinate: 44°42′00″N 7°36′00″E / 44.7°N 7.6°E44.7; 7.6 (Ruffia)
Altitudine 282 m s.l.m.
Superficie 7 km²
Abitanti 365[1] (31-12-2010)
Densità 52,14 ab./km²
Comuni confinanti Cavallerleone, Cavallermaggiore, Monasterolo di Savigliano, Murello, Scarnafigi, Villanova Solaro
Altre informazioni
Cod. postale 12030
Prefisso 0172
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 004198
Cod. catastale H633
Targa CN
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti ruffiesi
Patrono Corpi santissimi
Giorno festivo 25 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Ruffia
Sito istituzionale

Ruffia (Ruf-fì-a; Rufìa in piemontese) è un comune di 349 abitanti della provincia di Cuneo.

Castello di Ruffia[modifica | modifica sorgente]

Il castello di Ruffia fu prima possedimento dei Falletti, poi dei Del Carretto e infine passò ai Cambiano (o Cambiani) di Ruffia che lo controllarono fino alla fine del Settecento.

Nel XVI secolo nel castello fu attivo il pittore e scultore Lorenzo Pascale, figlio di Oddone. Lorenzo Pascale dipinse la cappella dell’Annunziata e un padiglione del giardino del castello.

Il castello oggi si presenta con forme più sei-settecentesche, ma si possono ancora riconoscere gli elementi più puramente medioevali e rinascimentali.

Persone legate a Ruffia[modifica | modifica sorgente]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]

Galleria di immagini[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Cuneo Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo