Faule

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Faule
comune
Faule – Stemma
Faule – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Amministrazione
Sindaco Giuseppe Scarafia (Insieme per Faule) dall'08/06/2009, riconfermato 26/05/2014
Data di istituzione 20 settembre 1946
(Indipendenza da Polonghera)
Territorio
Coordinate 44°48′00″N 7°35′00″E / 44.8°N 7.583333°E44.8; 7.583333 (Faule)Coordinate: 44°48′00″N 7°35′00″E / 44.8°N 7.583333°E44.8; 7.583333 (Faule)
Altitudine 245 m s.l.m.
Superficie 6,9 km²
Abitanti 479 (-)
Densità 69,42 ab./km²
Frazioni Cascinetta, Motta,Porto
Comuni confinanti Casalgrasso, Moretta, Pancalieri (TO), Polonghera, Villafranca Piemonte (TO)
Altre informazioni
Cod. postale 12030
Prefisso 011
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 004087
Cod. catastale D511
Targa CN
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti faulesi (antico:putiè)
Patrono Corpi santi
Giorno festivo Seconda Domenica di ottobre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Faule
Sito istituzionale

Faule (Fàule in piemontese) è un comune italiano di 480 abitanti della provincia di Cuneo, nel Piemonte. Situato sulla sponda destra del Fiume Po, Possiede un castello del XIV secolo e alcuni edifici di epoca medievale.I primi insediamenti risalgono all'anno mille dopo la bonifica delle Paludi.Confina a Nord con Pancalieri,a Nord-Ovest con Villafranca Piemonte,ad Nord-Est con un'enclave con Casalgrasso e a Sud con Moretta.Il Paese dista 21 km da Saluzzo,24 km da Savigliano e 35 km da Torino.Il Comune fa parte dell'unione dei comuni Felici di Essere Piccoli di cui fanno anche parte:Polonghera, Cavallerleone, Villanova Solaro, Casalgrasso, Ruffia, Monasterolo di Saviglianoe Murello.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Cartina storica di Faule.
Via Casana
Panorama di Faule dalla Strada dei Goretti

Lago di Capalla[modifica | modifica sorgente]

Area dove un tempo si trovava il lago di Capalla

Parte del territorio comunale era un tempo occupato dal Lago di Capalla, che si estinse circa 35 anni fa, dopo un prosciugamento stagionale. Era meta di pesca ed era gestito dal comune. Ora è visibile da una depressione del terreno; una parte è coltivata e l'altra è paludosa con fauna tipica da Lago. Il lago estinto si trova a Faule in Regione Capalla.nel 1938 misurava 107,83 are pari a 2 giornate piemontesi e 83 Tavole.nel passare degli anni il lago si è sempre più rimpicciolito fino a scomparire.

Stemma di Faule Raffigurante il Faggio e il Lago

Origine del nome Faule e dell'omonimo stemma[modifica | modifica sorgente]

Il Nome Fagulae significa faggiole o faggeta.Col Tempo a causa delle mutazioni linguistiche il nome di Faule è molto cambiato fino a diventare quello odierno.prima Fabulae,poi verso il 1040 Faulae e infine Faule.Lo Stemma Rappresenta un Faggio (anche se essendo sotto i 300 m.s.l.m,Faule un Tempo aveva un'alta vegetazione di Faggi)e il Lago rappresenta L'ormai estinto Lago di Capalla.

Frazione di Polonghera[modifica | modifica sorgente]

A causa della riforma fascista che obbligava i piccoli comuni ad accorparsi con quelli più grandi,Faule,nel 1928 si accorpò a Polonghera. Si dovettero aspettare diciotto anni e la fine della guerra perché Faule diventasse dinuovo comune autonomo;e così nel 1946 i capi famiglia faulesi fecero una petizione per riconoscere la proprià piccola realtà e con la Legge 4 agosto 1951,n.1123 che racchiudeva la ratifica 247 dei decreti legislativi emanati nel periodo dell'assemblea costituente concernenti (periodo 1946-1948) la costituzione e la ricostituzione dei comuni in cui appare anche faule nel paragrafo n.458 "20 settembre 1946, n. 458: Ricostituzione dei comuni di Monbarcaro,Celle di Macra e Faule (Cuneo)" [1], Citava proprio la Ricostituzione del Comune di Faule

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Chiesa parrocchiale di Faule[modifica | modifica sorgente]

La chiesa parrocchiale

Chiesa parrocchiale del paese, situata in piazza Castello è dedicata a san Biagio vescovo e martire è stata costruita il 1606 ad ordine dei Provana.

Confraternita di San Rocco[modifica | modifica sorgente]

Confraternita di San Rocco

La Confraternita di San Rocco dedicata inizialmente ai santi Rocco e Sebastiano è situata nella via principale del paese ed è stata costruita nel 1720

Santuario della Madonna del Lago[modifica | modifica sorgente]

Santuario della Madonna del Lago

Il santuario della Madonna del Lago si trova in via Villafranca Piemonte ed è stato ristrutturato nel 1948. Non si sa in che anni sia stata costruita ma pare che in quel luogo c'era un pilone. Dal 2013 sono è in atto la ristrutturazione del santuario che sta volgendo al termine

Il castello di Faule[modifica | modifica sorgente]

Il castello

Il castello di origini trecentesche, considerato un esempio di castello agricolo del basso Piemonte.[1].

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]

Tradizioni e folklore[modifica | modifica sorgente]

Festa del Po[modifica | modifica sorgente]

Ogni terza domenica di maggio si tiene la festa del Po.

4 Note d'Estate[modifica | modifica sorgente]

Ai primi di luglio si tiene 4 note d'estate

Festa della Madonna del Lago[modifica | modifica sorgente]

La prima domenica di settembre si tiene la festa della Madonna del lago con la processione per le vie del paese con la statua della Madonna del Lago

Festa della Bagna Caoda[modifica | modifica sorgente]

Ogni seconda domenica di ottobre si tiene la festa della bagna cauda (Corpi Santi) dove si degusta il tipico piatto piemontese con aglio e acciughe

Gemellaggio[modifica | modifica sorgente]

Faule è gemellata dal 14 giugno del 1997 con

Persone legate a Faule[modifica | modifica sorgente]

Economia[modifica | modifica sorgente]

È molto diffuso il settore primario con le coltivazioni del mais, del grano, della menta e della soia a susseguire è diffuso il Settore Secondario e per ultimo il Settore Terziario.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Circonvallazione della Strada Provinciale 663[modifica | modifica sorgente]

Zona industriale sulla circonvallazione di Faule (via dell'Artigianato

Nel dopoguerra il comune di Faule, per evitare il transito degli autocarri nel centro del paese, fece deviare la strada statale con una Circonvallazione che ha risolto anche il problema del transito degli autocarri nel comune di Polonghera. Nel 2003 è stata costruita la bretella "via Saluzzo"nella zona della Vraittina per evitare che i mezzi diretti a Pancalieri o gli autocarri diretti a Faule passassero dentro Faule e dentro Polonghera

Collegamenti stradali con la provincia di Torino[modifica | modifica sorgente]

Oltre che la SP663, Faule è collegata con la SP207 che diventa SP149 in provincia di Torino con il comune limitrofo di Pancalieri che a sua volta (Faule) è collegata a Pinerolo attraverso la SP129. Per Andare a Pancalieri si transita sopra il ponte sul Po.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Cronotassi dei sindaci[modifica | modifica sorgente]

Il municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1975 1990 Francesco Alemanno Lista Civica Sindaco 1º Mandato
1980 1985 Francesco Alemanno Lista Civica Sindaco 2º Mandato
1985 1990 Francesco Alemanno Lista Civica Sindaco 3º Mandato
1990 1995 Giovanni Gatti Lista Civica Sindaco 1º Mandato
1995 2000 Giovanni Gatti Lista Civica Sindaco 2º Mandato
2000 2004 Giovanni Gatti Lista Civica "Stretta di mano" Sindaco 3º Mandato
2004 2009 Giovanni Alemanno Lista Civica "Stretta di mano" Sindaco 1º Mandato
2009 2014 Giuseppe Scarafia Lista Civica "Insieme per Faule" Sindaco 1º Mandato
2014 in carica Giuseppe Scarafia Lista civica "Insieme per Faule" Sindaco 2º Mandato

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Le origini di Faule, scheda sul sito del comune www.comune.faule.cn.it (consultato nel gennaio 2014)
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte