Barbaresco (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Barbaresco
comune
Barbaresco – Stemma
Barbaresco – Veduta
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Sindaco Alberto Bianco (lista civica) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 44°43′00″N 8°05′00″E / 44.716667°N 8.083333°E44.716667; 8.083333 (Barbaresco)Coordinate: 44°43′00″N 8°05′00″E / 44.716667°N 8.083333°E44.716667; 8.083333 (Barbaresco)
Altitudine 274 m s.l.m.
Superficie 7,6 km²
Abitanti 674[1] (31-12-2010)
Densità 88,68 ab./km²
Frazioni Pertinace, Tre Stelle
Comuni confinanti Alba, Castagnito, Guarene, Neive, Treiso
Altre informazioni
Cod. postale 12050
Prefisso 0173
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 004011
Cod. catastale A629
Targa CN
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti barbareschesi
Patrono san Giovanni Battista
Giorno festivo 24 giugno
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Barbaresco
Sito istituzionale

Barbaresco (Barbaresch in piemontese) è un comune di 671 abitanti della provincia di Cuneo, noto per essere luogo di origine e di produzione dell'omonimo vino.

Storia[modifica | modifica sorgente]

la zona è conosciuta storicamente come barbarica sylva, dove le antiche popolazioni celtiche ri ritiravano in adorazione del dio Tanaro. Si crede che questa zona sia stato il luogo di nascita di una figura un po' nebulosa: l'imperatore romano Elvio Pertinace, anche se sono decine i paesi che si contendono tale nobile nascita. Oggi la fama, la gloria e l'orgoglio della comunità sono soltanto affidati al vino e all'arte dei vignaioli, considerati i più preparati.

L'emigrazione[modifica | modifica sorgente]

Dagli anni '30 ai '60 si è verificato, come altrove in Italia, lo spopolamento delle campagne che ha visto decine di barbareschesi lasciare la propria terra per dirigersi in prevalenza a Torino e nella riviera ligure. Successivamente alla contenuta immigrazione dall'Italia meridionale, negli ultimi anni Barbaresco ospita circa una sessantina di extracomunitari provenienti dall'Europa Orientale che lavorano come manodopera nelle aziende agricole.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Quasi tutti i residenti si dedicano alla viticoltura come soci della Cantina Sociale o con Cantine a gestione familiare e non solo. Il Barbaresco DOCG è commercializzato in ogni continente ed è ritenuto uno dei più pregiati vini a livello mondiale. Le due principali associazioni vinicole sono sicuramente Gaja e I Produttori del Barbaresco, fondata nel dopoguerra dal parroco del paese e da un'associazione di piccoli proprietari terrieri del vicinato. L'economia del vino è talmente importante che persino l'ottocentesca Chiesa di San Donato è stata restaurata e adattata ad Enoteca regionale, con lo scopo di far conoscere i vini e la storia fotografica dell'enologia collinare.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]


Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Persone legate a Barbaresco[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • AA.VV. - Il Piemonte paese per paese - Ed. Bonechi - 1993, Firenze

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cuneo Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo