Montemale di Cuneo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Montemale di Cuneo
comune
Montemale di Cuneo – Stemma
Montemale di Cuneo – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Amministrazione
Sindaco Oscar Virano (lista civica) dall'08/06/2009, riconfermato 26/05/2014
Territorio
Coordinate 44°26′00″N 7°23′00″E / 44.433333°N 7.383333°E44.433333; 7.383333 (Montemale di Cuneo)Coordinate: 44°26′00″N 7°23′00″E / 44.433333°N 7.383333°E44.433333; 7.383333 (Montemale di Cuneo)
Altitudine 961 m s.l.m.
Superficie 11,6 km²
Abitanti 220[1] (31-12-2010)
Densità 18,97 ab./km²
Comuni confinanti Caraglio, Dronero, Monterosso Grana, Valgrana
Altre informazioni
Cod. postale 12025
Prefisso 0171
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 004138
Cod. catastale F558
Targa CN
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Cl. climatica zona F, 3 470 GG[2]
Nome abitanti montemalesi
Patrono san Michele Arcangelo
Giorno festivo 29 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montemale di Cuneo
Sito istituzionale

Montemale di Cuneo (Montmal in piemontese, Mountomal in occitano) è un comune di 217 abitanti della provincia di Cuneo.

Fa parte della comunità montana Valli Grana e Maira[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Di Montemale si hanno notizie fin dal 1098, quando Rodolfo, signore del luogo, e la moglie Richelda donarono alcuni possedimenti al monastero di Savigliano. Nel 1170 i Montemale divennero vassalli dei mar­chesi di Saluzzo espandendo i loro possedimenti anche su Vottignasco e parte della città di Saluzzo dove abitarono per un lungo periodo. Il marchese Enrico di Busca, nel 1244 faceva omaggio di quanto possedeva in territorio di Montemale al comune di Cu­neo, mentre nel 1265 il marchese di Saluzzo, Tommaso I,cedette MONTEMALE al Conte di Provenza. Il 20 marzo del 1281 Tommaso I stipulò un trattato con i signori di Busca i quali si assoggettarono a Saluzzo. Il trattato fu visto dai Cuneesi come una rivendicazione dei territori di Montemale e Dronero. nello stesso anno i cuneesi conquistarono Dronero e Montemale. Gli ultimi membri della famiglia dei Montemale a regnare fu­rono Giovanni e Giacomo, cacciati dopo essersi alleati a Manfredo signore di Cardè. Il marchese di Saluzzo Federico II , in seguito all’alleanza dei Montemale con i Provenzali, tolse loro il feudo unendolo a quelli di Monterosso, Valgrana e Pradleves e dandoli a suo fratello Eustachio di Saluzzo nel 1384, i Montemale furono costretti a lasciare il loro feudo e a trasferirsi a Cuneo.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Comunità montana Valli Grana e Maira- Amministrazione - Statuto. URL consultato il 29 giugno 2011.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]