Montà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Montà
comune
Montà – Stemma
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Cuneo-Stemma.png Cuneo
Sindaco Silvano Valsania (lista civica) dal 14/06/2006
Territorio
Coordinate 44°49′00″N 7°57′00″E / 44.816667°N 7.95°E44.816667; 7.95 (Montà)Coordinate: 44°49′00″N 7°57′00″E / 44.816667°N 7.95°E44.816667; 7.95 (Montà)
Altitudine 316 m s.l.m.
Superficie 26,7 km²
Abitanti 4 712[1] (31-12-2010)
Densità 176,48 ab./km²
Comuni confinanti Canale, Cellarengo (AT), Cisterna d'Asti (AT), Ferrere (AT), Pralormo (TO), Santo Stefano Roero, Valfenera (AT)
Altre informazioni
Cod. postale 12046
Prefisso 0173
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 004133
Cod. catastale F385
Targa CN
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 707 GG[2]
Nome abitanti montatesi
Patrono sant'Antonio abate
Giorno festivo 17 gennaio
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Montà
Sito istituzionale

Montà o Montà d'Alba (la Montà in piemontese) è un comune italiano di 4.645 abitanti della provincia di Cuneo. Fa parte della delimitazione geografica del Roero.

Panorama di Montà

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il primo nucleo risale intorno all'anno 1000 nella parte alta del paese, mentre la restante parte del centro storico risale al 1200. All'epoca il territorio del comune comprendeva altri villaggi come Turriglie (l'attuale San Vito) Desaja, ai confini di Santo Stefano Roero Morinaldo, verso Canale e Tuerdo, sotto Ghioni. Con la sconfitta dei conti di Biadrate nel 1254, questi centri vennero distrutti. Gli abitanti si trasferirono e intorno al castello costruirono nuovi nuclei separati e chiusi. Successivamente fu eretta la torre civica e la chiesa sul bricco di San Michele. Col passare dei secoli si occuparono gli ampi spazi fra i nuclei portando così all'attuale centro storico. Il nome si fa risalire alla salita al castello, particolarmente disagevole e chiamata perciò Montata Fangi (salita del fango)[3].

Il castello[modifica | modifica sorgente]

Il castello di Montà

Il castello si trova nella parte più alta del paese. Fu costruito nel 1263 dai Roero e fu completamente rifatto dagli Isnardi. Nel 1544 castello fu saccheggiato dalle truppe del Vasto e nel 1691 da 5000 francesi che ne incendiarono una parte. Il castello ha una sua torre all'interno sono ancora presenti gli affreschi e le prigioni. Oggi il castello è di proprietà privata.

Il Santuario dei Piloni[modifica | modifica sorgente]

Poco fuori dell'abitato di Montà, in direzione di Santo Stefano Roero si trova il Santuario dei Piloni la cui denominazione deriva dalla presenza nei pressi del santuario di tredici cappelle ("piloni") ornate da statue in gesso che si snodano nei boschi componendo una "Via Crucis", sino ad arrivare alla cappella del Santo Sepolcro nel punto più elevato dell'altura, secondo un disegno artistico e paesaggistico riconducibile alla tipologia dei Sacri Monti.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Santuario dei Piloni.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Montà è servita dai bus della GTT della linea Torino Alba che passano ad orari prestabiliti in base alla stagione (estiva o Invernale). Al mattino (h.7,00) il servizio viene incrementato con altri bus che partono da Montà per consentire agli studenti di raggiungere le scuole superiori ad Alba. Per raggiungere Montà con l'autobus, sia che si parta da Alba o da Torino bisogna prendere il bus alla corsia 1 del terminal. A Montà passano anche le navette per gli operai della Fiat Mirafiori e della Ferrero.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Secondo uno studio del Sole 24 ore è risultato il primo paese (al di sopra dei 3000 abitanti) in Italia nel campo della cultura e dell'istruzione.
  • In una delle serate della Sagra di Settembre del 2011, è stato ospite Don Ciotti
  • Oltre all'italiano, si usa moltissimo il dialetto piemontese.
  • La località Cà Bianca, situata in borgata Madonna Delle Grazie a Santo Stefano Roero, fa parte del comune di Montà.

Personalità[modifica | modifica sorgente]

Sport e Turismo[modifica | modifica sorgente]

  • CALCIO La squadra di calcio locale si chiama Polisportiva Montatese che gioca in PRIMA CATEGORIA nello Stadio Comunale Beppe Valsania(m100x60) che ha la capienza di circa 150/200 posti a sedere (non numerati) di cui un centinaio in tribuna coperta. La maglia della Polisportiva Montatese è blu e gialla a strisce verticali. Nella Polisportiva è molto importante anche il settore Volley femminile che ha i colori sociali giallo e blu.
  • TREKKING Oltre 35 km di rete sentieristica, in parte adatta anche alle mountain bike, con diversi gradi di difficoltà gestiti dall'Ecomuseo delle Rocche del Roero.
  • MOUNTAIN BIKE Un centro attrezzato per lo sport all'aria aperta, pump truck, partenza per escursioni in MTB, possibilità di labavvio biciclette.

Eventi e manifestazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Festa 'd Magg: la prima domenica di Maggio
  • Porté Disné l'ultima domenica di Maggio: È una passeggiata enogastronomica, di circa 8 km, che parte da Montà ed arriva a Canale.[4]
  • Festa di inizio estate a fine giugno: Si svolge in Frazione San Rocco e dura 4 giorni, dal venerdì al lunedì. Nella festa, c'è l'apertura dello stand enogastronomico gestito dai volontari del borgo con le serate in musica.
  • Festa della Madonna del Carmine il terzo week end di luglio: Si svolge in Frazione San Vito e dura 4 giorni, dal venerdì al lunedì. Nella festa, c'è l'apertura dello stand enogastronomico gestito dai volontari del borgo, il luna park, lo spettacolo pirotecnico e l'associazione Sanvitorock organizza i concerti per le 4 serate.
  • Concerto per Bruno in Estate: È un evento musicale dedicato a Bruno Calorio che si svolge in Piazza della Vecchia Parrocchia
  • Sagra di Settembre: prima e seconda settimana di Settembre: Nella sagra di Montà, vi sono numerosi eventi: Meeting Parrocchiale, il Premio letterario Carlo Cocito, l'apertura del Salotto dov'è possibile cenare e fare aperitivi, la Notte Bianca con la Festa della leva, la rievocazione storica della battaglia contro i francesi, l'apertura (per un giorno) delle Locande dei Borghi dov'è possibile cenare, lo spettacolo per le vie del paese della Masca Fiorina e lo spettacolo pirotecnico.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[5]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica sorgente]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 497 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Romania Romania 231 4,90%

Albania Albania 151 3,20%

Marocco Marocco 69 1,46%

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ http://www.ilmonferrato.info/cn/montaa/Monta.pdf
  4. ^ http://www.eventiesagre.it/Itinerari_Natura/17600_Porte+Disne.html.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Cuneo Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo